Sabato 20 Luglio 2024 - Anno XXII

Fuga d’amore in Tirolo sulle orme di James Bond

Brindare_in_alta_quota

Una fuga d’amore eccitante e glamour sulle piste del Tirolo. Una romantica discesa in slittino sulla neve. Cena a lume di candela a oltre 3000 metri, nel ristorante gourmet Ice Q, trasformato per le riprese del film Spectre in una lussuosa clinica. Trascorrere la notte in un rifugio a 5 stelle

James_Bond_spectre
James Bond, “Spectre”

Il giorno di San Valentino deve essere tutto rigorosamente all’insegna del romanticismo. Allora perché non approfittare del fatto che quest’anno la festa degli innamorati cade durante il fine settimana, per regalare alla propria dolce metà un lungo intimo weekend in Tirolo? Solo tra queste montagne e valli dell’Austria la vostra fuga d’amore oltre ad essere romantica, come è giusto che sia, sarà anche eccitante ed adrenalinica ma soprattutto molto glamour. Non è infatti un caso che tra le Ötztaler Alpen di Sölden nella Valle Ötztal e il villaggio di montagna di Obertilliach in Osttirol siano state girate alcune scene dell’ultimo film di James Bond, 007 Spectre, il 24esimo della saga bondiana che hanno portato l’attore Daniel Craig per otto mesi in giro per il mondo, dal Messico alle Alpi, da Roma a Londra (i ben informati raccontano che Ian Fleming, l’autore dei romanzi della spia di Sua Maestà britannica, sia vissuto negli anni ’20 per un periodo di studio a Kitzühel, proprio in Tirolo). Per seguire le orme del mitico 007, che ricordiamo essere famoso anche per le sue avventure d’amore, basta veramente poco sempre che non vogliate badare a spese. Scopritelo insieme a noi.

Discesa in slittino al chiaro di luna

Discesa_slittino_rodeln

Se James Bond ama il pericolo, voi non siete da meno e siete pronti a lanciarvi in coppia in una romantica discesa in slittino sulla neve. Oltre 750 i chilometri di piste tra cui scegliere quella più adatta a voi. Se amate il brivido non perdetevi la discesa che si trova vicino Birgitz, a poca distanza da Innsbruck, famosa per essere la più lunga del Tirolo. La Slittinovia Dolomitenrodelbahn Tristach, che comincia nelle vicinanze di Lienz in località Tristach, è invece una delle più conosciute dell’Osttirol. Per la salita a piedi si considerano circa 75 minuti, alternativamente il rifugio Dolomitenhütte si può raggiungere in taxi. La discesa supera 400 metri di dislivello in 3.500 metri di lunghezza. Ma se proprio volete far breccia nel cuore dell’amata l’ideale è una discesa in notturna. E in questo caso la pista che fa per voi è quella di Gerlosstein, valle Zillertal. Perfetta anche per principianti, è situata sull’Hainzenberg, ed è, con i suoi sette chilometri, la pista naturale da slittino illuminata più lunga nella valle Zillertal. La salita (circa 715 metri di dislivello) si fa a piedi (durata circa 2,2 ore) o con l’impianto Gerlossteinbahn. Ma non temete sulla montagna vi aspettano due ristoranti dove riscaldarvi e rifocillarvi.

LEGGI ANCHE  Beaupassage, nuovo distretto della gastronomia a Parigi sulla rive gauche

Cena a lune di candela nel ristorante più alto d’Europa

Ice-Q--ristorante-gourmet
Ice Q, ristorante ad alta quota

Se la gita in slittino non fa al caso vostro, potrete sempre optare per una cena all’altezza della ricorrenza. E che altezza! Sì perché lo spettacolare ristorante gourmet Ice Q, trasformato per le riprese del film Spectre in una lussuosa clinica, si trova niente meno che a quota 3.048 metri. Un cubo di vetro (le alte vetrate permettono di vedere il panorama esterno a 360 gradi) e acciaio dalle linee minimaliste e perfette costruito su un terreno aspro dalle temperature estreme grazie a delle fondamenta mobili, per adattarsi ai cambi di temperatura, che ha tutti i requisiti per trasformarsi nel vostro nido d’amore. Ice Q non è infatti solo un gioiello di tecnologia, ma anche un luogo dove assaporare deliziosi piatti alpini da un punto di vista esclusivo (a 3mila metri d’altitudine non potrebbe essere altrimenti) e assaggiare il vino Pino 3000. Una speciale cuvée di pinot nero creata dall’unione di tre vitigni provenienti da Italia, Austria e Germania (Cantina St. Pauls di Appiano, Paul Achs di Gols nel Burgenland e Dr. Heger di Kaiserstuhl), invecchiato a oltre 3mila metri di quota, in una speciale cantina all’avanguardia. Una volta poi sulla grande terrazza panoramica dell’ultimo piano (ben 200 mq.) vi sentirete niente meno che sul tetto del mondo. Un’emozione davvero indescrivibile. Al rifugio si accede direttamente dalla cabinovia del Gaislachkogl, inaugurata qualche anno fa, e considerata il progetto più innovativo degli ultimi tempi.

 Notte in rifugio? Sì, ma non uno qualunque

Ice-Q---piatto

Nel caso in cui preferiate trascorrere una notte in un rifugio, che rifugio sia, ma rigorosamente a cinque stelle. Anche qui avrete solo l’imbarazzo della scelta. Se amate sciare lasciatevi tentare dal  Top Hotel Hochgurgl nella Oetztal, un cinque stelle “Relais & Chateaux” che si trova proprio nel cuore della ski area, con terrazza collegata direttamente alle piste. Oppure dall’hotel del MooserWirt, leggendario locale après-ski di St. Anton am Arlberg, TheMooser, situato direttamente lungo la discesa della Galzig. Anche a Kirchberg gli chalet del Chaletdorf Maierl e il nuovo albergo Berggasthof Maierl si trovano direttamente sulle piste di sci nel comprensorio più grande dell’Austria, Skiwelt Wilder Kaiser, alla stazione intermedia (1.225 m) di una funivia e consentono di sciare fino alla porta dell’albergo. L’albergo Berggasthof Maierl vizia invece i suoi ospiti con piatti tipici della tradizione tirolese e specialità locali. Chi non potesse permettersi nulla di tutto questo, potrà sempre sentirsi un po’ James Bond con la sua bond girl sorseggiando un Martini con le olive.

LEGGI ANCHE  Mi spruzzo un abito ed esco
Condividi sui social:

Lascia un commento