Domenica 14 Agosto 2022 - Anno XX
Volterra

Volterra

Volterra, riapre al pubblico la cisterna romana di Parco Fiumi

Sabato 2 aprile riapre a Volterra una cisterna di epoca romana collocata nel Parco Fiumi. La cisterna è rimasta chiusa per molti anni, prima di essere ristrutturata e riaperta

Volterra cisterna romanaA Volterra, in provincia di Pisa, nella città capitale dell’alabastro, è tutto pronto per la riapertura della cisterna romana all’interno del Parco Fiumi. Si tratta di una struttura di epoca romana che da molti anni è chiusa. Sabato 2 aprile, infatti, è in programma il taglio del nastro all’interno del programma del Capodanno dell’Annunciazione, iniziativa promossa dal Consiglio della Regione Toscana, cui parteciperà il consigliere regionale Gianni Anselmi. La sua riapertura è stata possibile dopo che il progetto fatto dai tecnici del Comune è stato approvato dalla Soprintendenza e grazie al contributo di Fondazione CRV, Crv spa e Rotary Club.

“La riapertura della cisterna romana è per noi è una scommessa vinta, – dichiara l’assessore al turismo del Comune di Volterra Gianni Baruffa, – all’inizio nessuno ci credeva, poi pian piano abbiamo superato tutti i piccoli ostacoli che si presentavano e ora stiamo per tagliare il traguardo. E’ stato un gran lavoro di squadra, un’attesa vissuta insieme giornalmente. Ora riconsegniamo alla città e ai suoi abitanti una struttura che attirerà molti turisti a Volterra, perché, con i suoi 3mila anni, riesce ancora a stupire”.

Volterra. cisterna romana“Il percorso che dal Teatro Romano porta all’Acropoli è fondamentale per capire l’importanza della città in epoca etrusca fino al periodo augusteo, – aggiunge l’assessore alla cultura Alessia Dei – Oggi questo percorso si rinnova presentandosi con la perla della cisterna romana che ne rappresenta una particolarità perfettamente conservata, e che, sono sicura che susciterà l’interesse di molti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA