Venerdì 2 Dicembre 2022 - Anno XX
Expò: la festa è finita il Pianeta cerca energia per la vita

Expò: la festa è finita il Pianeta cerca energia per la vita

Ohibò ohibò finita l’Expò il santo si gabbò. Dopo sei mesi di grandi progetti per Expo non si parla più e il Pianeta continua ad avere un certo appetito. Gli scherzi dell’inverno: a Molteno chiude fabbrica di catene per auto. Turismo: i viaggiatori transalpini sempre più incazzati con Franceschini

Expò Expo-albero-della-vitaOhibò ohibò finita l’ Expò il santo si gabbò…
Eh sì, l’ Expò milanese è ormai finita da 6 mesi e a parte il solito ‘income’ (danèe) cuccato come in tutte le feste di paese da alberghi, bar e ristoranti (quest’ultimi però fregati dalla sopravvenuta decisione di tenerla aperta anche la sera imperocchè a Milano meno cene…) per il resto, per quanto riguarda i grandi progetti: nisba. Ad esempio (‘lo dice’ il Corriere/Milano, 1/5: “ Expo, l’eredità incompiuta”) se si parla di progetti in grande, tipo “Nutrire il Pianeta”, fino a un anno fa tanti blablabla, poi, appunto da un anno, “finita la festa gabbato lo santo”, e il Pianeta (ormai trascorso un annetto) continua ad avere un certo appetito, C.v.d. Come Volevasi Dimostrare.

Spigolatura “Lo sapevate che…?”
Lo sapevate che, oltre al turismo sciistico invernale e più genericamente a dar da mangiare (se è vero l’antichissimo proverbio “Sotto la neve, pane”) l’ormai sempre meno frequente fenomeno atmosferico invernale può anche influire su altri rami dell’economia? A Molteno la Koenig, fabbrica di catene ‘intelligenti da neve’, 106 dipendenti, chiude, motivo: inverni sempre più caldi quindi sempre meno neve…

Expò Milano-Chiesa-S-Maria-delle-Grazie-Ultima-cena

Milano, Chiesa di S. Maria delle Grazie dove è custodito il Cenacolo vinciano

Poesia Turistica … “I colti viaggiatori italiani, e transalpini, sempre più incazzati col ministro” (un tempo ‘anche’ del Turismo, adesso, in pratica, solo dello Spettacolo e dei mondani tagli dei nastri) “Franceschini: visitando l’Italia si resta cretini”.
“Corriere della Sera/Milano, 1 maggio: “Porte ancora chiuse al Cenacolo e Brera. Dopo il 25 aprile visitatori di nuovo in strada. Rispettate le regole…” (e il quotidiano milanese, per doverosa e professionale precisione, aggiunge “Aperti altri musei” … Ma sai che gioia, ad esempio per uno che viene da Sydney o San Francisco, e pensava di ammirare “L’Ultima Cena” ritrovarsi (invece) davanti a una crosta di un quasi madonnaro???. Mah … Turismo (in Italia): quante cagate si commettono nel tuo nome…

In (cortese) omaggio … Aforism.
“Un tempo volevo diventare ateo. Ho lasciato perdere. Non hanno giorni festivi”. Henry Youngman.

© RIPRODUZIONE RISERVATA