Giovedì 29 Settembre 2022 - Anno XX
Ad Amalfi per la regata storica delle Repubbliche Marinare

Ad Amalfi per la regata storica delle Repubbliche Marinare

Domenica 12 giugno si svolge ad Amalfi la regata storica, spettacolare manifestazione che si tiene a turno nelle quattro Repubbliche Marinare

AmalfiAd Amalfi il 12 giugno prossimo il gusto delle tradizioni marinare si abbina allo splendore dei luoghi per un week all’insegna dell’adrenalina per la Regata delle Repubbliche Marinare, una gara remiera tra galeoni addobbati a festa. La prima edizione della regata storica si svolse a Pisa nel 1954 per rievocare le gesta delle quattro Repubbliche Marinare. Da allora, ogni anno a turno, viene ripetuta sul mare di Amalfi e su quello di Genova, sull’Arno a Pisa e sulla Laguna a Venezia. La manifestazione si articola in tre momenti: apre il maestoso Corteo Storico, segue la Regata dei Galeoni e chiude lo spettacolo dei fuochi artificiali sul golfo.

Regata StoricaIl corteo storico sfila sul lungomare di Amalfi ed è composto da circa quattrocento figuranti che indossano costumi medievali, fedelmente riprodotti da antichi modelli. Il corteo ripropone il matrimonio di Giovanni II, ultimo duca di Amalfi dal 1029 al 1068, con la “ducissa et patricissa” Maria, nobildonna di origini Normanne, e mostra la società amalfitana nel suo periodo di massimo splendore.
Segue la gara remiera tra galeoni, imbarcazioni ad otto remi ricostruite su modelli del XII sec. I quattro galeoni, lunghi 11 m e pesanti 760 kg, sono condotti da 8 rematori a sedile fisso e da un timoniere che sta in piedi nel castelletto di poppa, adorno della bandiera di ciascuna Repubblica. Per distinguersi in gara le barche portano ognuna i colori tradizionali delle quattro città marinare: azzurro per Amalfi, bianco per Genova, rosso per Pisa, infine verde per Venezia. La prua è decorata da una polena dorata raffigurante un animale simbolico: il cavallo alato per Amalfi; il drago di S. Giorgio per Genova; l’aquila imperiale germanica per Pisa; infine per Venezia il leone di S. Marco Evangelista, simbolo del suo Santo protettore. La gara ha luogo su di un percorso di 2.000 m percorsi in mare da Conca dei Marini ad Amalfi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA