Martedì 17 Settembre 2019 - Anno XVII
Nomen omen Bonomi e Bonomi

Nomen omen Bonomi e Bonomi

C’è un Bonomi che compra il Corriere in edicola e un altro Bonomi che cerca di comprare quello di via Solferino, Cairo permettendo. E pure sui voli Iberia, ci sono Bonomi e Bonomi coinvolti in epica tenzone

A Milano (e per l’Iberia) ci sono Bonomi e Bonomi …
Vedi sotto …

Bonomi Andrea-Bonomi

Andrea Bonomi, finanziere, detto anche il cavaliere bianco

A Milano, Bonomi (quello ‘giusto’ e qui scrivente) ha comprato il ‘Corriere delle Sera’.
Eh sì! E lo ha comprato senza star lì a menarla più di tanto: s’è infilato le ciabatte (mutande e canotta le indossava già) e se ne è andato all’edicola in piazza San Nazzaro in Brolo, laddove (a differenza di un altro Bonomi, tale Andrea C. che la mena su da tempo per comprare, anche lui, il Corriere), senza tanti fronzoli & Opa ha tirato fuori 1,50 euro (“cash!”) e alla faccia ‘dell’altro Bonomi’ e di Cairo (quello che da tempo sta litigando col Bonomi, nel senso di Andrea C. per comprare, pure lui! e con quel cognome arabo!, il Corriere) s’è impadronito del noto quotidiano milanese (e ne ha fatto quel che ha voluto -tipo l’immediata eliminazione in un cestino dei rifiuti, di quelle schifezze dei supplementi che costano, appunto, un supplemento, di danèe, ma contengono soltanto poche notizie del menga e tanta pubblicità).

Bonomi volo-iberia-interno-Airbus-340Mentre sui voli Iberia, ci sono Bonomi e Bonomi …
Laddove si intende che nacque nei cieli di Spagna la “Bonomiade” che vede coinvolti i due personaggi in epica tenzone, risalendo infatti a tanti lustri or sono il primo incontro/scontro, per la precisione all’aeroporto di Madrid/Barajas, laddove, all’imbarco di un volo Iberia per Milano, il “Bonomi giusto” (e qui scrivente), fu (stranamente) messo in Business Class, dopodiché il ‘neo upgraded’, sorseggiando lo spumantino omaggiato alla partenza a chi vola in questa classe di sciur, osò financo pensare che, finalmente, Iberia si era accorta di lui” (a quei tempi brillante tour operator nonché già affermato “periodista del turismo”), se non che, giusto a metà sorseggi dello spumantino, arriva uno che al “Bonomi giusto” (e qui scrivente) gli fa “Questo posto è mio”, sentendosi innocentemente rispondere “Mah, m’ha messo qui l’Iberia e mi chiamo Bonomi …”, al che l’arrivato sedicente usurpato replica duro: “Anch’io mi chiamo Bonomi” (NB già a quei tempi straricchissimo finanziere con enormi interessi in Spagna, sennò, come potrebbe comprarsi oggi il Corriere, non quello farlocco venduto in piazza San Nazzaro in Brolo, bensì quello “giusto” venduto in via Solferino?) dopodiché, per farla breve, il “Bonomi usurpato (del posto in Business)” chiama la hostess e -giusto il tempo di chiarire- il Bonomi qui scrivente finì sbattuto al 34J (che più in fondo non si poteva, dietro solo il cesso e il timone di coda, e spumantino, col cazzo).

Morale finale (con quiz incorporato, in premio: metà sorseggi di spumantino e una copia de “La Repubblica”).
Dopo “aver comprato (il ‘Bonomi giusto’) il Corriere” in piazza San Nazzaro in Brolo, riuscirà “l’altro Bonomi” (al secolo Andrea C. , sembra una nave della Costa), Cairo permettendo, a comprare il Corriere in via Solferino? Risponda copiosamente, la gentile aficiòn lettrice …

© RIPRODUZIONE RISERVATA