Giovedì 6 Maggio 2021 - Anno XIX
Perugia, Piazza IV Novembre

Perugia, Piazza IV Novembre

Umbria: tornare protagonista diversificando il marketing turistico

Operatori turistici dell’Umbria si sono trovati a Roma per discutere di flussi turistici. L’incontro è stato promosso dalla Camera di Commercio di Perugia. Diversificare il marketing turistico per rilanciare gli attrattori ambientali, culturali, gastronomici

Umbria, Roma Asei

Roma, sede della stampa estera in italia

Un seminario per favorire l’incontro tra gli operatori umbri del turismo, la stampa e i colleghi delle altre regioni, al fine di consolidare i flussi di arrivi di visitatori. L’ Umbria mette in mostra le sue eccellenze e, grazie agli incontri promossi dalla Camera di Commercio di Perugia, prova a invertire una tendenza negativa per tornare protagonista nella classifica delle destinazioni dei viaggiatori. A illustrare le proposte, nella sala conferenze dell’associazione della Stampa Estera in Italia, Fabrizio Fratini, vice segretario Generale della Camera di Commercio di Perugia, Simona Fanelli, esperta di percorsi e Micaela Rengo di Umbriasì. Si è parlato delle meraviglie intatte dei luoghi, delle eccellenze dell’enogastronomia, dell’inestimabile patrimonio culturale e religioso e della varietà di un’offerta ricettiva integrata armoniosamente con il contesto, che rendono l’ Umbria una meta ideale in qualsiasi stagione. La diversificazione nel marketing turistico appare la carta vincente in una regione che possiede forti attrattori ambientali e culturali e tantissime aree tematiche, dal trekking alla spiritualità fino ad arrivare all’enogastronomia.

Umbria: nessun ostacolo all’accoglienza

Umbria Perugia-Galleria-nazionale

Perugia, Galleria Nazionale

Lo scopo degli incontri tra operatori turistici umbri e quelli del Lazio vuole significare che gli eventi sismici che hanno colpito lo scorso anno una piccola parte del territorio non costituiscono un ostacolo all’accoglienza dei visitatori che – stando ai dati recentemente forniti da Bankitalia – proprio fino al giorno del terremoto avevano scelto in gran numero l’Umbria. L’incremento fino al 24 agosto era del 7,3 per cento a livello regionale. Nel dettaglio a trainare l’aumento era lo Spoletino (+23,9), seguito da Eugubino (+14,1) e Folignate (+12,9). Assisi faceva registrare +8 per cento. Il turismo umbro appena prima del terremoto dello scorso 24 agosto stava rifiorendo forte di otto mesi ai massimi livelli dal 2007.
Lungo l’elenco delle eccellenze presentate direttamente dagli operatori. Dai siti patrimonio dell’Unesco, ai numerosi borghi e città medioevali che consentono un’esperienza ricca dal punto di vista storico-culturale ed artistico e architettonico, si arriva alla natura. L’Umbria ha un “cuore verde e blu”, che permette di fruire di numerose attività all’aria aperta e sport outdoor anche grazie al lago Trasimeno e ai parchi nazionali e regionali, allo stile di vita autentico, agli eventi religiosi, ai Cammini.

Umbria: Cucina e gastronomia

Umbria Ulivo-Raio-col-gruppo-della-stampa-estera-ad-Amelia

Ulivo Raio, gruppo stampa estera ad Amelia

Famosa anche l’enogastronomia umbra, in particolare quella perugina: basti pensare al tartufo nero, al prosciutto di Norcia, nonché a vini come il Sagrantino di Montefalco ed ai numerosi prodotti DOP e IGP. Il territorio vanta inoltre eventi di fama internazionale come UmbriaJazz, Eurochocolate e tanti altri ancora.
Qualche settimana prima, un gruppo di giornalisti della stampa estera aveva anche effettuato un sopralluogo ad Amelia, Narni e dintorni in relazione al premio Giornalistico Internazionale Terre dell’Infinito e per avere esperienza diretta con la zona dei Colli Amerini ove resiste, con un migliaio di esemplari, l’antico ulivo Raio, da cui si estrae un raro olio extravergine di qualità definito appunto l’Infinito “dei Fondatori”, unico al mondo e che non si trova in commercio, ma è riservato unicamente a persone che si sono distinte per opere e servizi fatti a beneficio dell’umanità o per il rispetto e la salvaguardia del pianeta.

Info: www.leterredelinfinito.com/

Leggi anche:

L’anno dei Borghi Italiani: dati e tendenze turistiche

La Fiat500 compie 60 anni: le versioni da record della storica vettura

Estate da record per il turismo in Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA