Venerdì 23 Febbraio 2018 - Anno XVI
Veduta di Trieste dalle colline

Veduta di Trieste dalle colline

A Trieste vento di mare e di storia

Weekend a Trieste per la Corsa della Bora tra aperitivi in grotta e tour culturali. A spirare però lo Scirocco che ha accompagnato la terza edizione della Corsa della Bora. Affollata partecipazione. 1200 i concorrenti che si sono sfidati nelle 4 gare in programma

Trieste Corsa-della-BoraQuando si dice che a Trieste soffia la Bora, non è mai uno scherzo. È un vento che può sfiorare inquietanti velocità, ma a volte, come tutte le città di mare nonostante sia inverno può tirare un vento completamente diverso, come per esempio è lo scirocco. È questo è quello che è successo il 6 gennaio durante la terza edizione della Corsa della Bora. Un evento sportivo outodoor che cresce ogni anno per numero di affluenze. Quest’anno, infatti, gli iscritti sono stati più di 1200. Le temperature sono state abbastanza miti, ma l’umidità, la pioggia, la nebbia e il fango non hanno certo agevolato l’impresa degli atleti. Le gare sono state di quattro tipi per coinvolgere atleti allenati e anche appassionati con gare non competitive.

Iper Trail la gara per veri sportivi

Trieste riflessa

Scorcio del porticciolo di Porto Piccolo

L’iper trail, per veri sportivi, è un percorso di 167 chilometri vinto, a pari merito, da un uomo e una donna: Luca Guerini e Maria Elisabetta Mastri, che hanno completato il circuito in circa 29 ore, tra nebbia e un intenso vento di scirocco; un altro percorso di 57 km con difficili guadi ai confini con la Slovenia è stato vinto dal tedesco Florian Rechert in cinque ore, superando l’italiano Luca Carrara per qualche millesimo di secondo.
Record di presenze per la mezza maratona di 21 chilometri, quasi 600 iscritti e ben 463 finisher. Un saliscendi insidioso vinto da Alessio Milano all’arrivo in un’ora e 53 minuti. E ancora: la S1Just: 8 chilometri panoramici sul sentiero Rilke e nella Riserva Naturale delle Falesie di Duino, un percorso adatto a tutti, vinto dall’austriaco Leon Fian in 34 minuti. A completare l’offerta sportiva, alcuni eventi non competitivi come le marce Fiasp attorno al Monte Ermada e la passeggiata con cani la S1Dog da tre chilometri. Un evento sportivo molto coinvolgente adatto a tutti.

Dopo la fatica buona cucina e benessere

Trieste Torri-di-Slivia

Aperitivo nella grotta delle Torri di Slivia

La fatica è stata ripagata dall’ottima cucina e dalle coccole di alcune Spa, come quella di Porto Piccolo Sistiana in grado di rimettere al mondo. Un’esperienza di benessere a tutto tondo tra vasche talassoterapiche, percorsi acquatici vista mare, sauna finlandese e bagno turco.
Ciliegina sulla torta la degustazione nella grotta delle Torri di Slivia poco distante da Sistiana e da Trieste. A 60 metri sottoterra, tra stalattiti e stalagmiti (e anche qualche pipistrello in letargo), si è tenuto un aperitivo con  prosciutti nostrani di rara qualità e vini locali unici, come il Vitovska 2013, un bianco della cantina Kante.
Per chiudere questo weekend all’insegna dello sport, del wellness e della buona tavola non poteva mancare un tour culturale tra le vie e le piazze di Trieste alla scoperta delle sue origini cosmopolite.

Trieste la “Vienna sul mare”

Trieste James-Joice

La statua dello scrittore James Joyce

Una città che un tempo ospitava una moltitudine di culture diverse e lontane tra loro le fece guadagnare la definizione di “Vienna sul mare”.  E oggi Trieste non è certo da meno: è una città moderna che continua il dialogo con le terre di confine e che non dimentica le proprie tradizioni. Una delle tante caratteristiche che la rendono unico in Europa è la Piazza d’Unità d’Italia, la più grande a essere affacciata direttamente sul mare. Ricca di bed & breakfast e hotellerie di lusso, una piccola perla da scoprire è senz’altro la Residenza Le 6A, ovvero una casa dedicata alle sei donne della Coscienza di Zeno, il noto romanzo di Italo Svevo, scrittore che a Trieste era legato da un profondo affetto, come molti altri artisti del calibro di James Joyce. Una scoperta dolce, dai sapori del territorio e dal profumo mitteleuropeo.

Info: www.s1trail.com  – www.grottatorridislivia.it  –  www.portopiccolosistiana.it  –  www.residenzale6a.it

www.turismofvg.it

Leggi anche:

Gli itinerari vicino a Gabicce mare

Viaggi alternativi: un nuovo modo di concepire il tempo libero

Civitella Alfedena, dall’orso marsicano al lupo dell’Appennino

© RIPRODUZIONE RISERVATA