Mercoledì 19 Settembre 2018 - Anno XVI
Ippolito Caffi (1809–1866) Neve e nebbia, Venezia,1842

Ippolito Caffi (1809–1866) Neve e nebbia, Venezia,1842

A Helsinki il fascino dell’Italia e dell’Oriente di Ippolito Caffi

A oltre 200 anni dalla sua nascita di Ippolito Caffi, pittore vedutista, la capitale finlandese espone 73 opera dell’artista bellunese sull’arte dell’Ottocento italiano. Paesaggi avvolti dalla nebbia che diventano palcoscenico teatrale

Ippolito-Caffi strada-del-Cairo,-1844.-foto-Fondazione-Musei-Civici-di-Venezia

Ippolito Caffi, Strada del Cairo, 1844

Ippolito Caffi (Belluno 1809-1866 Lissa) in mostra al Sinebrychoff Art Museum di Helsinki, con “The Lure of Italy and the Orientfino al 27 maggio 2018. Ippolito Caffi fu un rappresentante ed innovatore della tradizione pittorica vedutista. La sua ammirazione per Canaletto è evidente nella qualità luminosa e traslucida delle sue prime marine e dei soggetti architettonici.
Caffi avrebbe continuato a mietere consensi per i suoi paesaggi avvolti dalla nebbia, eseguiti in uno stile intenso e romantico; nelle sue mani, un paesaggio urbano notturno poteva essere trasformato in un palcoscenico teatrale in cui il ruolo principale era giocato non dagli edifici ma da un bagliore di luce misterioso e onirico.

Un viaggio attraverso Venezia, Roma, Napoli, Atene

Ippolito Caffi Tramonto al vecchio porto, Venezia-1864.-Fondazione-Musei-Civici-di-Venezia.-Galleria-Internazionale-d’Arte-Moderna-di-Ca’-Pesaro.-2017-©

Ippolito Caffi, Tramonto al vecchio porto, Venezia

La mostra trasporta i visitatori in un viaggio attraverso Venezia, Roma, Napoli, Atene, Costantinopoli e altre città d’Oriente. Sempre determinato a non percorrere un sentiero già battuto, Ippolito Caffi era un avventuroso che preferiva destinazioni lontane, anche quando significava correre rischi. I suoi dipinti, acquerelli e disegni di Egitto, Siria e Gerusalemme ci portano in luoghi che non facevano parte del classico Grand Tour.
Caffi era anche un fervente patriota italiano: partecipò ai moti del 1848-1849 e alla terza guerra d’indipendenza contro l’Austria, perdendo la vita nel 1866 durante la battaglia di Lissa quando la nave Re d’Italia affondò nel mare Adriatico.

Caffi: 73 dipinti e 15 acquerelli

Ippolito Caffi, Roms,-Colosseo.-1832.-Fondazione-Musei-Civici-di-Venezia.-Galleria-Internazionale-d’Arte-Moderna-di-Ca’-Pesaro.-2017-©

Ippolito Caffi, Roma Colosseo. 1832

Questa mostra ad Helsinki comprende 73 dipinti ed una selezione di 15 acquerelli e disegni della collezione della Fondazione Musei Civici di Venezia, dal primo febbraio al 27 maggio 2018 è aperta al pubblico al Sinebrychoff Art Museum di Helsinki (Finlandia) e porta  per la prima volta in un museo scandinavo l’arte dell’Ottocento italiano, che viene così celebrata nella sua riscoperta e nel rinnovato successo che sta riscuotendo in Europa.

Info: sinebrychoffintaidemuseo.fi/en

Leggi anche:

Al re della PopArt dedicata la mostra “Andy Warhol Superstar”

Picasso, De Chirico e Morandi in esposizione a Palazzo Martinengo

Il mondo che non c’era, arte precolombiana a Venezia

© RIPRODUZIONE RISERVATA