Mercoledì 19 Dicembre 2018 - Anno XVI
Renzo Cristiano Carli,  "Tempesta"

Renzo Cristiano Carli, "Tempesta"

“Un filo d’arte” di Renzo Cristiano Carli a Desenzano del Garda

Alla galleria civica di Desenzano del Garda, dal 24 novembre a 9 dicembre, si svolge la mostra di Renzo Cristiano Carli. Quaranta opere astratte realizzate con materiali tessili riciclati

Renzo Cristiano Carli L'isola che non c'è

Renzo Cristiano Carli, “L’isola che non c’è”

A distanza di tre anni dall’ultima personale tenuta a Desenzano del Garda, il 24 novembre 2018 sarà inaugurata, presso la Galleria Civica della città gardesana, l’esposizione intitolata “Un Filo d’arte” dedicata all’artista Renzo Cristiano Carli, recentemente scomparso. La mostra, che rimarrà aperta fino al 9 dicembre 2018, è costituita da circa 40 opere astratte, realizzate con materiali tessili riciclati dove i fili sono sapientemente intrecciati originando forme che ricordano trame e orditi scomposti. Renzo Cristiano Carli vanta un intenso curriculum artistico, che va dalla pittura alla poesia pur mantenendo sempre fede alla sua integrità di uomo schivo, semplice, dedito all’arte e all’insegnamento. La nascita, avvenuta nel 1931 a Carpenedo, paese dell’entroterra veneziano e gli studi d’arte, compiuti prima a Padova e poi all’Accademia di Belle Arti a Venezia, influenzeranno tutto il suo percorso artistico arricchito anche da interessanti frequentazioni con importanti maestri tra cui Bruno Saetti col quale collaborerà alla realizzazione della vetrata per la Chiesa di San Domenico a Siena.

Renzo Cristiano Carli docente

Renzo Cristiano Carli Vicende ungheresi

Renzo Cristiano Carli Vicende ungheresi

Tra un’esposizione e l’altra, Renzo Carli non si è affatto risparmiato. E’ stato docente di discipline pittoriche e di mosaico, nonché preside nei licei artistici di Treviso, Padova e Bologna. La sua prima mostra, risalente al 1955 presso la Fondazione Bevilacqua La Masa a Venezia, lo incoraggerà a perseverare nella sua arte in un continuum costituito da innumerevoli opere frutto di “espressionismo in chiave astratta”, come egli stesso amava definire la sua pittura. Oltre a Venezia, l’artista ha collezionato esposizioni in molte altre città: Firenze, Roma, Gorizia, Verona, Padova, Assisi, Rovereto, Vicenza, Desenzano del Garda, Londra, ottenendo riconoscimenti e premi per la pittura, il disegno ed il mosaico.

Dalle tele alla poesia

Renzo Cristiano Carli Metamorfosi

Renzo Cristiano Carli, “Metamorfosi”

La versatilità con cui ha cercato di esprimere il suo stato d’animo, per nulla plateale e presenzialista, gli ha permesso di spaziare dalla pennellata sulle tele, alle sperimentazioni di nuove tecniche miste e di cimentarsi pure nella poesia lasciando un notevole numero di liriche intrise di romanticismo, realismo e vissuto personale. Leggendo le sue poesie, oppure osservando le tele del suo ultimo periodo artistico, si è colpiti dal legame esistente tra i versi della poesia e i tratti segnati a matita, china, carboncino. La figura femminile, interpretata soprattutto attraverso la maternità, è una costante, sia nella pittura che nella poesia. Con uno sguardo rivolto al mondo contemporaneo, Carli si avvicinerà al linguaggio dell’Informale, alle produzioni astratte dai colori policromi, ai tracciati tessili nei quali la creatività si fonde con la sapiente manualità con cui dare vita alle composizioni ora nodose, ora filiformi. E’ un mondo nuovo nel quale affogare le idee, i pensieri, le lunghe meditazioni all’insegna della ricerca di quell’universo interiore che è stato il modus vivendi dell’artista-poeta.

Informazioni:
Galleria Civica “Gian Battista Bosio”, Piazza Malvezzi 38 – Desenzano del Garda – Ingresso libero.
Orari: martedì: 10:30-12:30; giovedì e venerdì: 15:30-19:00; sabato e festivi: 10:30-12.30; 15:30-19:00
www.renzocristianocarli.com/

Leggi anche:

A Possagno Canova e George Washington

Torino Film Festival

Codice Leicester di Leonardo da Vinci in mostra agli Uffizi a Firenze

© RIPRODUZIONE RISERVATA