Giovedì 23 Maggio 2019 - Anno XVII
Risarcimento per disagio aereo: quando e come chiederlo

Risarcimento per disagio aereo: quando e come chiederlo

Scopri quali sono i diritti dei passeggeri in caso di volo cancellato o in ritardo. Oggi la normativa europea va incontro alle richieste dei viaggiatori che subiscano un disagio

Risarcimenti ritardo-voliVi è mai capitato di recarvi in aeroporto e scoprire che il volo su cui eravate diretti è stato cancellato o ha subito un ritardo oltre le tre ore? Oggigiorno la possibilità di subire uno di questi disagi è all’ordine del giorno. Il viaggiatore però deve sapere che è tutelato dalla normativa europea che stabilisce regole comuni in termini di assistenza e risarcimento in caso di disagio aereo. Nello specifico in base a quanto previsto dalla Carta dei Diritti del Passeggero, tutti i voli che fanno registrare più di tre ore di attesa danno diritto a un risarcimento che varia in base alla lunghezza della tratta.

L’indennizzo monetario a cui è obbligata la compagnia aerea corrisponde a: 250 euro per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 chilometri, 400 euro per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 chilometri e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri, e a 600 euro per le tratte che non rientrano nei suddetti casi.
L’ammontare del risarcimento può però variare. Ad esempio, l’importo previsto può essere ridotto del 50% se ai passeggeri viene offerta la possibilità di giungere a destinazione imbarcandosi su un volo alternativo.

Ammontare del risarcimento per i voli cancellati

Risarcimento voli-overbookingPer quanto riguarda i voli cancellati, la normativa fissa regole simili a quelli in ritardo. In particolare si ha diritto a 250 euro per le tratte inferiori o pari a 1.500 chilometri, a 400 euro per tutte le tratte intracomunitarie oltre 1.500 chilometri e per tutte le altre tratte comprese tra 1.500 e 3.500 chilometri, e a 600 euro per le tratte non comprese tra quelle sopra indicate.
Quando il ritardo o la cancellazione del volo è causato da circostanze straordinarie inevitabili. Nei casi quali: condizioni meteorologiche avverse, problemi imprevisti relativi alla sicurezza del volo o scioperi che compromettono il servizio di un vettore, il risarcimento non è previsto.

Se anche i passeggeri non hanno diritto ad un rimborso da parte delle compagnie aeree, spettano loro comunque i seguenti diritti: in caso di cancellazione, ri-protezione su un altro volo non appena possibile o ad una data successiva gradita, a seconda delle disponibilità di posti; trasferimento gratuito presso l’aeroporto di destinazione del passeggero nel caso di imbarco su un volo di ri-protezione con destinazione diversa da quella inizialmente prenotata.

Come chiedere un risarcimento danni

Risarcimento airport-2373727_1920Una volta presa piena consapevolezza dei propri diritti, ogni passeggero è tenuto a richiedere il rimborso per la cancellazione del proprio volo o del ritardo. Per prima cosa è necessario conservare il biglietto o la prenotazione effettuata online, la carta d’imbarco e gli scontrini di tutte le spese avute a causa del disagio.
Per procedere alla richiesta di risarcimento di un volo cancellato o in ritardo, bisogna: compilare un modulo europeo da inviare via fax alle compagnie aeree da cui ottenere il rimborso; in caso di mancata risposta o risposta negativa conviene sollecitare l’Enac; in caso di risarcimento non concesso senza comprovate motivazioni è possibile fare una richiesta al giudice di Pace della città corrispondente.

Risarcimento passenger-362169_1920La sconfortante attesa, la mancanza di tempo da dedicare a queste operazioni, la convinzione che le compagnie aeree troveranno sempre dei buoni motivi per non risarcire, scoraggia tantissimi passeggeri. Accade così che tantissimi viaggiatori rinuncino a centinaia di euro di rimborso, garantiti per legge. In questi casi il nostro consiglio è di affidarvi a società come No Problem Flights, azienda italiana fra i leader nel settore della tutela dei diritti dei viaggiatori aerei. Un team di professionisti esperti e in grado di aiutare i viaggiatori ad ottenere il rimborso del biglietto aereo e l’indennizzo previsto dalla normativa europea in tempi brevi e senza costi aggiuntivi.

Sul sito basterà compilare un modulo online intuitivo e veloce predisposto per verificare immediatamente e gratuitamente a quanto ammonta il risarcimento a cui si ha diritto. Solo al termine della verifica indennizzo si può decidere se inviare una richiesta per essere seguiti nella pratica di rimborso. Le eventuali spese legali per l’ottenimento dell’indennizzo sono tutte a carico dell’azienda e non del passeggero. Il portale offre inoltre un sistema di tracciamento della pratica che permette in ogni momento di monitorare lo stato di avanzamento della richiesta.

Leggi anche:

Israele celebra Leonardo da Vinci con una mostra a Tel Aviv

Calabria: paesaggi spettacolari tra montagna e mare

Bruges, gioiello delle Fiandre è un quadro perfetto

© RIPRODUZIONE RISERVATA