Giovedì 23 Maggio 2019 - Anno XVII
Giochi d'acqua (Photo  ©Dario Bragaglia)

Giochi d'acqua (Photo ©Dario Bragaglia)

The Village, Bocuse in versione Outlet

La cucina del grande chef francese Paul Bocuse alla portata di tutti nello spazio commerciale The Village aperto alle porte di Lione. Innovazione, creatività, qualità architettonica

The Village Outlet ©-Photo-Dario-Bragaglia

The Village Outlet (© Photo Dario-Bragaglia)

A meno di un anno dall’apertura The Village è già salito per fatturato e numero di visitatori sul podio dei principali outlet di Francia. Ed è anche uno dei più interessanti da visitare, non solo per lo shopping, perché a fine 2018 si è aggiudicato il premio “Best Outlet Centre” assegnato da MAPIC, un’associazione che segnala l’innovazione, la creatività e la qualità architettonica nel settore retail. Quali i motivi per segnalare questo outlet al pubblico italiano?

Il principale è che si trova a soli 2 minuti dall’uscita di Villefontaine sull’A43, ovvero l’autostrada che collega Chambéry a Lione. Percorso quasi obbligato per turisti e viaggiatori che arrivano dal confine italiano del Fréjus e sono diretti verso le stazioni di sci francesi, Parigi, la Borgogna e tutto l’Ovest e il Nord della Francia. Se si aggiunge che The Village si trova a 12 minuti d’auto dall’aeroporto e stazione TGV di Saint Exupéry (dove fermano i treni provenienti da Milano e Torino diretti a Parigi), e a mezz’ora dal centro di Lione, si capirà che la posizione è strategica e molto comoda per una sosta.

The Village: sosta gourmet tra giochi d’acqua

The Village Outlet Ristoranti intorno al laghetto ©-Photo-Dario-Bragaglia

Ristoranti intorno al laghetto (© Photo Dario Bragaglia)

Che può essere anche gourmet, perché all’interno dell’outlet si trovano ben 12 fra ristoranti, bistrot e caffè. Tutti posizionati attorno a un lago artificiale dove sono in programma a cadenza regolare giochi d’acqua e di luci ideati dal Cirque du Soleil. Fra le proposte più interessanti c’è quella di Rendez-Vous Bocuse Original Comptoir, il nuovo ristorante della maison lionese.
A pochi mesi dalla scomparsa di Paul Bocuse avvenuta nel gennaio del 2018, il figlio Jérôme Bocuse e Paul-Maurice Morel, alla guida dell’impero gastronomico creato dal grande chef francese, hanno deciso di lanciare questa linea di ristorazione che si pone ad un livello intermedio fra la ristorazione veloce di Ouest Express a Lyon Part Dieu e quello offerto, sempre nella capitale della Regione Auvergne-Rhône-Alps, dalle famose Brasseries (Nord, Sud, Ouest, Est).

L’atelier dei burger, il bar à salade, il bancone della pasta danno vita ad uno stile di ristorazione che è stato definito “fast casual” nei paesi anglosassoni, dove sta avendo molto successo. In concreto, si ordina al bancone come nei fast-food ma poi si viene serviti al tavolo con molta cortesia e attenzione.

Ambiente accogliente tra tradizione e modernità

The Village Outlet-©-Photo-Dario-Bragaglia-4

Caffetteria (© Photo Dario Bragaglia)

L’ambiente è caldo e accogliente: il legno degli arredi, i ritratti di Monsieur Paul e i molti quadri appesi alle pareti si abbinano all’uso del cemento e all’impiantistica a vista. Un luogo “fra tradizione e modernità” come recita uno dei mantra della Maison. E dopo un ottimo burger, un’insalata ben assortita o un piatto di pasta con sughi che strizzano l’occhio alla cucina italiana (napoletano, pesto e ricotta, parmigiano) si può chiudere con i dessert che oltre a gaufre e crépes propongono tentazioni classiche come la Paris-Brest, i macaron, l’éclair au chocolat, la torta alle fragole o al limone o ancora le mele al caramello.

The Village, progettato da un architetto italiano

The Village Outlet-©-Photo Dario-Bragaglia4

The Village Outlet (© Photo Dario Bragaglia)

C’è una firma italiana anche nella progettazione dell’outlet che è opera dell’architetto e designer Gianni Ranaulo. Le 78 case che compongono il “villaggio” hanno una struttura in legno di 6 metri di altezza con facciate e tetti pendenti in un originalissimo vetro bianco che richiama i villaggi di montagna. Il complesso è all’avanguardia dal punto di vista ecologico essendo stato previsto un impianto di 750 alberi adulti con più di 10 anni di vita e un totale di altre 450 mila fra piante e arbusti di piccole dimensioni che sono andati a ricoprire e rendere più verdi terrazzi e paesaggio circostante.

Un posto da vivere

The-Village-Outlet-Vip-Lounge©-Photo-Dario-Bragaglia

Vip Lounge (© Photo Dario Bragaglia)

“Qui abbiamo voluto ricreare l’ambiente di un villaggio tradizionale dell’Isère e al tempo stesso proiettare il visitatore nella Francia del domani” spiega Philippe Journo, presidente della Compagnie de Phalsbourg, la società che ha realizzato l’outlet. E aggiunge una curiosità: “dalla parte più alta del sito si può scorgere il Monte Bianco”. Se nelle intenzioni di Journo, The Village “più che un luogo di shopping, è un posto da vivere con la sua piazza centrale, le stradine, le prospettive, gli spazi dedicati alla natura, il lago, i ristoranti…” non c’è dubbio che l’attrazione per il pubblico è costituita dalle 97 grandi marche e firme del lusso che propongono tutto l’anno le proprie collezioni con sconti che vanno dal 30 al 70%.

The Village riunisce i grandi nomi della moda francese e internazionale e marche sportive e outdoor, oltre a negozi dedicati alla casa e alla bellezza. Fra le marche si va, in rigoroso ordine alfabetico, da Anne Fontaine a Zapa, passando per lo spazio delle Galeries Lafayette in versione outlet. Fra i marchi sportivi si spazia da Adidas a Timberland, passando per Columbia, Nike, Salomon.

Bocuse e Angelina

The Village Outlet-©-Photo-Dario-Bragaglia2

Angelina (© Photo Dario Bragaglia)

Sul fronte gastronomico, oltre a Bocuse, interessante la presenza di Angelina. La maison parigina di rue de Rivoli fondata nel 1903 e frequentata da Marcel Proust e Coco Chanel ha ormai aperto molte sedi all’estero, in particolare negli stati del Golfo e in Oriente, ma qui si propone con la consueta eleganza anche in modalità outlet.
Per ottimizzare l’esperienza dei clienti e renderla indimenticabile vengono proposti svariati servizi. Per chi non ha problemi di spesa, ci sono programmi di fidelizzazione che danno accesso alle bellissime VIP Lounge e Baccarat Lounge, arredate con gli splendidi lampadari della casa francese. In più, a disposizione della clientela ci sono addetti al servizio parcheggio auto, assistenti shopping che parlano più lingue, maggiordomi, servizi transfert e navette.

Info: The Village Le French Outlet www.thevillageoutlet.com

Leggi anche:

Viaggio tra tesori d’arte e gastronomia

Occasioni golose in giro per l’Italia

Fortezza Mirabella: bollicine biologiche di Franciacorta

© RIPRODUZIONE RISERVATA