Giovedì 22 Febbraio 2024 - Anno XXII

Gli alberghi si attrezzano per un 2021 a ruota libera

in bici Borgo-di-Pietrafitta-Relais

La bike economy porterà vantaggi a chi sa attrezzarsi ad accogliere la domanda dei cicloturisti. La bicicletta rappresenta una nuova forma di business per gli alberghi. Da novembre i bonus bici stanziati dal Ministero dell’Ambiente.

Cycle-e-Around
In bici per la città

L’interesse per le due ruote in Italia è letteralmente esploso. La voglia di pedalare è forte negli spostamenti in città e soprattutto per turismo. Si è appena concluso il Giro d’Italia. Durante le tappe lungo lo Stivale e al termine della corsa rosa, Ciclismo, con la maiuscola, e cicloturismo diventano un tutt’uno. L’entusiasmo e lo spirito competitivo ha animato strade e piste ciclabili. Forse anche merito del Giro E, dedicato alle bici con pedalata assistita, che ha affiancato questa edizione.

Nell’era Covid la biciletta antidoto naturale
Borgo Brufa
Borgo Brufa

Sicurezza e salute, in questo momento storico di pandemia, devono camminare di pari passo. I percorsi e la bicicletta per sua natura consentono distanziamento sociale e libertà di movimento. Molte strutture alberghiere si stanno attrezzando per il 2021 per accogliere i cicloturisti. I Luxury Bike Hotels, brand che riunisce i migliori hotel bike friendly d’Italia, hanno messo il proprio know how a disposizione di Relais, Lodge, Resort, Chalet, Retrait e alberghi diffusi. Lo scopo è di riorganizzare al meglio la propria struttura per accogliere ciclisti e cicloturisti amanti del buon vivere e delle bellezze italiane.

Le strutture Luxury Bike Hotels sono di alta categoria e specializzati in ospitalità per ciclisti. Si trovano situati in prossimità di percorsi cicloturistici di lunghezze e difficoltà differenti, su strada o fuori strada.

La bicicletta nuova forma di business per gli alberghi
in bici Argentario-Golf-Resort-SPA
Argentario

La bike economy è portatrice di importanti effetti benefici. Ne sono convinte Ludovica Castelli, autrice del libro “LA BiCi della Felicità” (Ed. Sperling & Kupfer) e Silvia Livoni, esperta di marketing territoriale. Il cicloturismo rappresenta un forte potenziale per le strutture ricettive, a cominciare dalla destagionalizzazione. Entrambe le professioniste, da anni attive nel mondo del ciclismo e cicloturismo, ora  affiancano gli hotel per suggerire il modus operandi più corretto per questa nuova tendenza, sempre più in ascesa.

LEGGI ANCHE  Parco La Versiliana, una foresta in cui immergersi
Il 2021 sarà l’anno della bici
Silvia-LIvoni_Ludovica-Casellati
Silvia LIvoni e Ludovica Casellati

Nell’anno in corso il Covid-19, oltre all’emergenza sanitaria, ha inferto  un duro colpo a tutto il comparto turistico. La bike economy tuttavia è in ottima salute. Ne sono un esempio i bonus bici stanziati dal Ministero dell’Ambiente. A partire dal 3 novembre 2020 si può usufruire dell’incentivo economico del valore di 500 euro, destinato al rimborso di coloro che hanno acquistato una bicicletta. Sull’onda di tali previsioni, i tour operator sono ottimisti e pressoché certi che il prossimo anno la pianificazione di viaggi e soggiorni sarà particolarmente declinata sull’uso della bici. Gli alberghi che si faranno trovare pronti ne trarranno vantaggio.

Leggi anche:

Emilia su due ruote. Dal Grande Fiume tra pianura, collina e montagna 

Mete slow per viaggiare in sicurezza e libertà

Via Francigena Morenico-Canavesana da Pont Saint Martin a Piverone

Condividi sui social:

Lascia un commento