Martedì 30 Novembre 2021 - Anno XIX
Bormio, Fat-Bike (ph Roby Trab)

Bormio, Fat-Bike (ph Roby Trab)

La neve è arrivata, andiamo a sciare, passeggiare, pedalare in sicurezza

Le montagne si sono imbiancate. Tutto è pronto per accogliere turisti e sportivi amanti della neve. La stagione invernale 2021-2022 è ufficialmente aperta. Ecco alcune località montane dell’Arco Alpino dove andare in vacanza sulla neve.

sciare Ghiacciaio-Presena ph Mauro Mariotti

Ghiacciaio Presena (ph Mauro Mariotti)

La neve è arrivata puntuale a imbiancare le montagne delle Alpi. Torna la voglia di sciare, di salire in vetta, respirare aria pura, divertirsi e riassaporare l’aria frizzante sul viso e la neve sotto i piedi. Dopo un lungo digiuno riaprono gli impianti sciistici in Italia. Non dimenticare però di usare le dovute attenzioni e precauzioni per godersi una vacanza sulla neve in sicurezza. Ecco alcune località dell’Arco Alpino dove andare a sciare.

Sciare in Valtellina: Aprica

sciare Aprica-Valtellina

Ski Area Aprica-Corteno

Aprica, località montana nel cuore della Valtellina, con i suoi 50 chilometri di piste apre la stagione invernale sabato 4 dicembre. La Ski Area di Aprica-Corteno è un comprensorio che dispone di piste rosse e nere che dai 2300 metri arrivano fino in centro paese, ideali per gli sciatori più esperti. Da segnalare l’adrenalinico “Pistone” della Magnolta: 2 km di lunghezza e un dislivello di 500 m, dalla cima del monte Magnolta scende in paese; la “Benedetti”del Palabione, invece, parte dai 2300 metri e ha un dislivello di 600. Da non dimenticare la  “Superpanoramica” del Baradello che anche quest’anno sarà la protagonista indiscussa della stagione essendo la pista da sci illuminata più lunga e facile d’Europa. Grazie alla sua ampia larghezza, consente agli sciatori di tutti i livelli di fare sport e divertirsi ammirando il meraviglioso panorama valtellinese.

L’inverno di Aprica non è solo sci. Sono numerose le attività proposte in alternativa allo sci da discesa. Passeggiate o ciaspolate si possono fare nella suggestiva Riserva di Pian di Gembro; sci di fondo nel Pianoro di Trivigno con piacevoli sorprese grazie ai 7 km ideali per l’alternato e la tecnica classica; fino allo sci alpinismo che garantisce un contatto privilegiato con la natura, godendo di panorami suggestivi. A proposito di vedute, la pista “Superpanoramica” illuminata sarà riservata agli amanti della risalita ogni venerdì sera a partire dalle 17.30.

Info: www.apricaonline.com

Sciare a Bormio: le offerte dei comprensori

sciarer Bormio-ph-Roby-Trab

Sulle piste di Bormio (ph Roby Trab)

Lo spettacolo del Parco Nazionale dello Stelvio permette agli amanti della montagna di godersi i magnifici paesaggi imbiancati di Santa Caterina Valfurva, gli emozionanti dislivelli di Bormio (da Bormio 3000 al paese, per 1800 metri di puro divertimento), le piste facili e soleggiate di Cima Piazzi-San Colombano (perfette per tutta la famiglia). Infine chiudere la giornata con un tuffo nelle calde acque termali dei tre stabilimenti del territorio: Bormio Terme, QC Terme Bagni Nuovi e Bagni Vecchi.

Vista-di-Bormio-e-della-pista-Stelvio-ph-Roby-Trab

Vista di Bormio e della pista Stelvio (ph Roby Trab)

Il 27 novembre sono fissate le riaperture degli impianti di Bormio e di Santa Caterina; Cima Piazzi riapre il 4 dicembre, mentre dal 18 dicembre è attivo anche l’impianto di San Colombano. I tre comprensori, Santa Caterina Valfurva, Bormio e Cima Piazzi-San Colombano, sono tutti inclusi nel Bormio Skipass, la tessera comprensoriale unica. Inoltre, per le famiglie è applicato il 10% di sconto a partire da 5 giorni consecutivi per nuclei familiari composti da minimo 3 persone; a partire dal 5° skipass verrà riconosciuto uno sconto del 40 % sulla tariffa ridotta di listino.

Nello scenario imbiancato del Parco Nazionale dello Stelvio ci si può immergere nel silenzio ovattato della natura rotto unicamente dallo scricchiolio della neve fresca sotto le ciaspole o gli scarponi lungo fantastici tracciati di escursionismo invernale, magari accompagnati da guide alpine. Se si ha voglia di pedalare anche nella stagione fredda, si può provare l’emozione di un’escursione in fat bike oppure in fat e-bike e galleggiare sulla morbida supeficie nevosa. Una emozione sicuramente da far provare ai bambini è il Family Bob. Si tratta di un percorso di bob su rotaia lungo 600 metri in discesa e 300 di risalita automatizzata.

Info: www.bormio.eu

Sciare a Pontedilegno-Tonale: skipass online

ph Mauro Mariotti Ghiacciaio Presena

Pontedilegno-Tonale, Ghiacciaio Presena (ph Mauro Mariotti )

Pontedilegno-Tonale ha oltre 100 chilometri di piste a cavallo tra alta Valle Camonica e alta Val di Sole, servite da 28 impianti fino a 3.000 metri di altitudine, e comprende anche un ghiacciaio. Ciò permette di tenere aperti gli impianti anche quando in altre località sciistiche la stagione è già terminata. È il caso del Ghiacciaio Presena sopra al Passo Tonale. Un unico Skipass per i 28 impianti di risalita e le 41 piste del Comprensorio. Diverse tipologie di skipass per ogni esigenza con formule flessibili acquistabili online. In particolare, gli skipass (giornalieri o plurigiornalieri) possono essere caricati sulla Snowit Card o sulla Pontedilegno-Tonale Card, sarà spedita a casa. Inoltre, grazie alla collaborazione con Telepass Pay, le tessere con funzione skipass permettono agli sciatori di accedere agli impianti di risalita senza passare dalla biglietteria e pagare solo per il tempo effettivo per il quale avranno sciato.

Pontedilegno-Adamello-Ski-Raid-sci-alpinismo

Adamello Ski Raid sci-alpinismo

Ponte di legno-Tonale è il luogo adatto allo sci alpinismo, due sport in uno che registra sempre più appassionati. Uno sport impegnativo che richiede una buona preparazione atletica. La salita è il momento più avvincente. I solchi lasciati sulla neve fresca, il fruscio degli sci muniti di pelli, il silenzio della natura, il ritmo del passo che segue quello del cuore mentre la cima si avvicina. Poi, una volta arrivati in vetta, lo sguardo che si perde intorno, lo studio del percorso per ritornare a valle. Il battito rallenta e ridiscendere è pura emozione.

Info: www.pontedilegnotonale.com

Sciare a Engadin St. Moritz: Corvatsch, Corviglia e Diavolezza

sciare Diavolezza_Sci_Foto_RomanoSalis-1

Comprensorio Diavolezza (ph Romano Salis)

Nei comprensori di Corvatsch, Corviglia e Diavolezza, si incontrano discese veloci, adrenaliniche e avventurose ma anche romantiche, fiabesche, da vivere con lentezza, mentre si fa yoga o di notte al chiaro di luna. Per gustare in unica giornata le ottimali condizioni delle piste da sci e da competizione del Corvatsch, Corviglia e Diavolezza non c’è niente di meglio dello Snowsafari. Si parte dalla stazione Sils-Furtschellas e si raggiunge la cima del Corvatsch a 3.303 metri di quota, la vetta più alta della regione. Da qui si scivola lungo i pendii fino alla leggendaria pista dell’Hahnensee, che scende con vista sui laghi verso St. Moritz per nove chilometri. Arrivati a valle si prende la funivia Bad Signal per risalire nel comprensorio del Corviglia, dove dalla cima Piz Nair si scende a Trais Fluors in direzione Marguns fino ad arrivare a Celerina. Da qui gli skibus riportano al punto di partenza.

Yoga-sulla-neve-pista-paradiso-corviglia-credit-nick-nussbaum

Corviglia, Yoga sulla pista Paradiso (credit Nick Nussbaum)

Sul Corviglia invece agli sciatori oltre ai circa 160 chilometri di piste, vengono offerte: Audi Ski Run, Snowpark Crowland, Yoga sulla neve. Sentirsi campioni e crnometrati alla pista FIS n. 5 Audi Ski Run. Sentire l’adrenalina mentre si fa slalom come in Coppa del Mondo: : un sistema di cronometraggio rileva il tempo di discesa mentre le telecamere a bordo pista filmano la performance dalla partenza al traguardo (i video sono scaricabili). Sulla pista Paradiso si pratica yoga.

Un’esperienza nuova per rilassarsi e entrare in relazione con la montagna: l’“Om”, il “Prana”, il “Saluto al sole” o la “Posizione del guerriero” aiutano il corpo ad adattarsi alla natura alpina e ad entrare in una relazione nuova con essa. Una discesa sugli sci in notturna è ancora più emozionante se c’è la luna piena che illumina le piste appena preparate. Questa avventura si chiama Glüna Plaina e si può vivere in cima alla Diavolezza nei giorni di sabato 15.01.2022, domenica 13.02.2022, mercoledì 16.03.2022 e giovedì 14.04.2022.

Info: www.corvatsch.ch/it/

www.engadin.stmoritz.ch/montagne 

Sciare in Val d’Ega: Obereggen e Carezza

sciare Val-dEga,-Ski-Center-Latemar,-credit-Obereggen-Latemar-AG,-foto-di-Marco-Cremonesi

Val d’Ega, Ski Center Latemar (credit Obereggen Latemar AG, foto Marco Cremonesi)

I comprensori di Obereggen e Carezza, in Val d’Ega, si trovano a 20 minuti da Bolzano immersi nel Patrimonio Naturale Unseco. Un patrimonio di 90 km di piste da discesa, 100 km di piste da fondo, tre piste per lo slittino e innumerevoli sentieri escursionistici ai piedi dei massicci del Catinaccio e del Latemar, nel cuore delle Dolomiti. Venerdì 26 novembre Obereggen accenderà i riflettori per l’apertura in notturna della nuova stagione sciistica. Questa perla, oltre a splendide giornate di sci, snowboard e slittino e passeggiate all’ombra del Latemar, offrirà anche magiche serata sulla neve: martedì, giovedì e venerdì, dalle ore 19 alle ore 22, la pista Obereggen, l’omonima pista da slittino e il Night-Snowpark saranno illuminati.

In-famiglia-sulla-neve,-Carezza,-foto-di-Ivan Goller, credit-Val-d'Ega

In famiglia sulla di Carezza (foto Ivan Goller, credit Val d’Ega)

A Carezza, aera sciistica più amata dalle famiglie e dai bambini il sipario si apre il 27 novembre 2021, svelando tanti chilometri di piste di tutti i colori ma servite ininterrottamente da 12 impianti di risalita. Chi trascorre più di un giorno a Carezza può estendere il divertimento anche ai tracciati del comprensorio sciistico associato della Val di Fassa. Novità del prossimo anno è l’inaugurazione il 15 gennaio della funivia di Tires, che collegherà la località di San Cipriano con la Malga Frommer nell’area di Carezza. Le stazioni d’arrivo e di partenza saranno interrate e ci sarà una spettacolare cabina da 60 posti con terrazza panoramica sul tetto.

Info: www.valdega.com

Leggi anche:

Vacanza invernale in montagna sempre più green

Parco Nazionale della Sila: foliage, fauna, natura, gastronomia

Parco del Grep, ammirare l’autunno dalle case sugli alberi

© RIPRODUZIONE RISERVATA