Martedì 7 Febbraio 2023 - Anno XX
Libertà di viaggiare a zero emissioni con VolksWagen ID. Buzz

Libertà di viaggiare a zero emissioni con VolksWagen ID. Buzz

Icona di una nuova era: Volkswagen ID. Buzz

L’avventura è servita. Fascino incomparabile, moderna tecnologia intelligente e senso dello spazio. Il nuovo van della Volkswagen completamente elettrico ridisegna il futuro della mobilità con una accresciuta libertà e una maggiore sicurezza.

all'aria aperta pic-vw-id-buzz

Felicità di viaggiare

Il nuovo Volkswagen ID. Buzz è il van dell’era elettrica. Ispirato al leggendario Bulli degli anni 50 e 60, ridisegnato, 100% elettrico, completamente connesso. ID. Buzz è il primo van totalmente elettrico di Volkswagen. Fascino incomparabile, moderna tecnologia intelligente e senso dello spazio integralmente nuovo. Una formula e un’ispirazione per questo simpatico compagno per quasi tutte le avventure.

Design di nuova generazione

VW ID Buzz e VW Bulli a confronto

VolksWagen ID Buzz e Bulli a confronto

Ispirato al design degli iconici Bulli che lo hanno preceduto, ID. Buzz unisce nuove moderne proporzioni a tecnologie innovative. Pur rappresentando sotto il profilo estetico, un omaggio al look del primo Bulli, è al contempo, del tutto originale: disponibile a richiesta in quattro verniciature bicolore. Il design dell’ID. Buzz combina proporzioni moderne e tecnologia innovativa. Una buona parte del suo fascino deriva dal moderno design delle luci. In abbinamento al Keyless Access, il sistema per comandare la chiusura delle porte e l’avviamento del veicolo, non appena ci si avvicina a ID. Buzz, i fari Matrix a LED ruotano elettricamente dal basso verso l’alto e si accendono, creando l’effetto di un amichevole “battito di ciglia”.

ID. Buzz abitacolo dagli ampi spazi

Configurazione degli spazi interni

Configurazione degli spazi interni

L’abitacolo offre più spazio e variabilità grazie al concept completamente rivisitato e ai sedili comodamente regolabili. L’illuminazione ambiente personalizzabile pone sapienti accenti cromatici con i suoi differenti colori che, a richiesta, possono essere ben 30. Il concept salva-spazio dell’abitacolo, completamente rivisto per lo sfruttamento intelligente degli spazi interni, offre superfici più ampie per le gambe. I sedili possono essere utilizzati in diverse configurazioni. Il conducente e i passeggeri possono così sperimentare l’atmosfera di un Bulli rivisitato, godendo di un ambiente interno dalla concezione open space, in stile lounge. Infatti può ospitare comodamente cinque persone con i rispettivi bagagli (capacità fino a 1.121 litri) oppure è possibile portare il volume di carico a 2.205 litri ribaltando la seconda fila di sedili.

Tecnologia e connettività

Comodità di guida e controllil

Comodità di guida e controlli

ID. Buzz ha una batteria da 77 kWh (capacità energetica lorda: 82 kWh), che alimenta un motore elettrico da 150 kW che agisce sull’asse posteriore. La sua potenza di ricarica con corrente alternata (AC) è pari a 11 kW. Collegando il veicolo ai connettori CCS delle colonnine per ricarica rapida a corrente continua (DC), la potenza di ricarica sale fino a 170 kW. In questo caso, la carica della batteria viene portata dal 5 all’80% in circa 30 minuti. In linea con tutti i modelli della famiglia ID. Volkswagen, si basa sulla piattaforma elettrica modulare MEB della Casa.

ID Buzz ampi spazi interni

Ampi spazi interni

ID. Buzz è dotato di Intelligent Travel Assist il sistema di assistenza alla guida che permette di mantenere il veicolo in carreggiata, a distanza corretta rispetto al veicolo che precede e alla velocità massima impostata. Per farlo utilizza anche il sistema di mantenimento adattivo della corsia di marcia, che tiene autonomamente il veicolo al centro della carreggiata. Infine, Intelligent Travel Assist può regolare l’andatura del veicolo in base ai limiti di velocità in vigore e alle caratteristiche del percorso (presenza di curve, rotatorie ecc.).

vw-id-buzz-topview-leisureTutte le funzioni dei sistemi digitali sono sempre aggiornate tramite We Connect, vengono scaricati in background attraverso l’accesso alla telefonia mobile. Quando un nuovo aggiornamento è disponibile, nel sistema di infotainment appare un messaggio e si viene guidati nel processo di installazione. Digital Cockpit, connessione Internet, servizi mobile online e comando vocale integrato: a bordo di ID. Buzz si hanno a disposizione tecnologie innovative e di alto profilo. Tramite l’App Connect, si trasferisce la musica, gli audiolibri o le news dallo smartphone allo schermo touch a colori del sistema di infotainment di dimensioni fino a 12 pollici.

ID. Buzz ridefinisce il futuro della mobilità

raduno Bulli

Raduno Bulli

ID.Buzz diventa anche il primo veicolo d’Europa nel suo segmento a essere sviluppato su una piattaforma completamente elettrica, all’insegna di una mobilità intelligente, innovativa e sostenibile. Oltre a essere consegnato con un bilancio di CO2 neutro, su richiesta, viene fornita in abbinamento la wallbox ID. Charger3 con l’obiettivo di zero emissioni locali di CO2 e autonomia sulle lunghe distanze. Anche all’interno dell’abitacolo la sostenibilità é perseguita grazie all’impiego di materiali riciclati per numerosi componenti, come i rivestimenti dei sedili, del pianale e del cielo interno, e alla completa assenza di pelle di origine animale.

Omaggio a un’icona del passato

replica del Bulli di Woodstock

Replica del Bulli di Woodstock

La Volkswagen si rifà al modello divenuto un classico del passato. Già nella versione T1, ossia il primo Bulli, il design era al servizio della funzionalità. Form follows function: questa la massima fondamentale nella realizzazione delle automobili che si applica anche al design dell’ID. Buzz. L’iconico design degli esterni e degli interni sintetizza la lunga storia di uno dei modelli di maggior successo che nasce dal miracolo economico tedesco, passando per il festival americano di Woodstock, fino ad arrivare ai giorni nostri.

Bulli con mansarda

Bulli con mansarda

L’affascinante storia del Bulli ha inizio nel 1950 con la nascita del T1, nel 1967 fa il suo debutto la seconda generazione T2; il T3 nel 1979 conquista con il suo nuovo design, poi via via fino all’attuale modello T6.1. Molteplici le varietà di utilizzo come furgone, camioncino con pianale, pulmino per il trasporto di persone, casa mobile per le vacanze o come camper. Quest’ultima versione ha riscosso grande successo non solo come «luogo di lavoro» mobile, bensì anche come compagno di viaggio in tutto il mondo.

Il veicolo divenne un mito generazionale quando le versioni Samba (bicolore con tetto apribile e vetri ovali sul tetto) e Westfalia (camper), lanciate tra gli ultimi anni cinquanta e i primi anni sessanta, divennero i mezzi di trasporto ideali di Hippie e figli dei fiori, tanto in Europa quanto nella West Coast Californiana.
Appassionati e fan del Bulli si ritrovano ancora oggi ai diversi raduni e manifestazioni per condividere il loro entusiasmo per la star indiscussa della versatilità.

Leggi anche:

Nuovo Toyota Rav4 Gr Sport: design sportivo

La prima utilitaria della Opel compie 110 anni

Auto e design: anniversario speciale a Torino

© RIPRODUZIONE RISERVATA