Venerdì 23 Febbraio 2024 - Anno XXII

DA LEOPOLI A KIEV. UN ANNO DOPO – cronache di guerra

da leopoli a kiev Ucraina, soldato alla stazione

Partito come un istant book il libro di Luigi Alfieri sulla occupazione dell’Ucraina da parte della Russia nei primi mesi della “operazione speciale” si è trasformato in un libro più ragionato. “Da Leopoli a Kiev. Un anno dopo” contiene anche la testimonianza di Stefania Battistini, inviata speciale di guerra del TG1.

Da Leopoli a Kiev.Un anno dopo - coverNella introduzione al libro Da Leopoli a Kiev. Un anno dopo l’autore Luigi Alfieri racconta che ha pensato questo libro nell’aprile del 2022 viaggiando di notte su una Land Rover, tra Ostrava e Cracovia. Si era recato in Ucraina al seguito delle sette missioni umanitarie ‘Valentina’. “L’inverno non se ne era ancora andato e le gemme non osavano aprirsi. Ho continuato a immaginarlo viaggiando dal confine di Budomierz, che separa Polonia e Ucraina, a Leopoli. Quando sono arrivato a Kiev ho cominciato a scrivere, praticamente in diretta. Sempre di notte, mentre suonavano le sirene. Stavo in un residence-albergo, molto confortevole affacciato sulla Maidan, la piazza della Libertà, dove si sono sempre decise le sorti dell’Ucraina”.

Luigi Alfieri racconta ciò che osserva durante il giorno a Bucha, Borodjanka, Chernihiv, Makar’ev, gli sconcertanti inizi di una guerra solo apparentemente assurda per le conseguenze di sconforto e dolore che ha generato. L’Ucraina è Paese di confine tra Oriente e Occidente. Per noi, dice Alfieri è sempre stato un oggetto sconosciuto. “Stava nascosto dietro il sipario dell’Unione Sovietica. Un sipario di ferro che nessuno poteva aprire. Poi, quando il sipario è caduto, tutti ci siamo concentrati su Mosca e nessuno su Kiev. Immergersi nel fondo di una realtà complessa come l’Ucraina è un’operazione temeraria. L’acqua è torbida. Si vede poco. Passo dopo passo, cerchiamo di rimediare”.

Ucraina: Da Leopoli a Kiev

Da Leopoli a Kiev. Un anno dopo è scritto col taglio del cronista. In questo difficile obiettivo ricorre all’importante contributo di Stefania Battistini, inviata speciale di guerra del TG1. Battistini il conflitto l’ha vissuto dal di dentro con grande coraggio, dormendo nelle trincee, seguendo l’avanzata delle truppe di Kiev su Kharkiv e su Kherson. In Da Leopoli a Kiev. Un anno dopo l’autore la intervista come testimone più che probante di uno sfacelo in atto. Stefania Battistini dal 10 di febbraio 2022, due settimane prima dell’invasione russa, segue la guerra in Ucraina nel Donbass.

LEGGI ANCHE  Le storie dietro le fotografie

Scorrono così, un capitolo dopo l’altro, momenti di commovente e dolorosa cronaca, intervallati da capitoli di analisi e commenti, come, ad esempio, quelle dedicate alla sorprendente ascesa di Zelensky (compresi i suoi retroscena), alle controverse figure degli oligarchi ucraini, al riepilogo degli ultimi vent’anni di storia del Paese.

Da Leopoli a Kiev. Un anno dopoUcraina, nuove cronache di guerra di Luigi Alfieri con una testimonianza di Stefania Battistini. Cinquesensi editore, pagine 212, € 15,00.

AUTORE

Luigi Alfieri è stato giornalista della Stampa di Torino e caporedattore della Gazzetta di Parma. È autore di 12 libri di carattere storico, letterario e di viaggio, pubblicati con editori quali Guanda e Mazzotta e di diversi lungometraggi. In questi mesi difficili ha organizzato, con Andrea Pelosi, sette spedizioni umanitarie in Ucraina, recandosi di persona a vivere e condividere la tremenda realtà dell’invasione russa.

Leggi anche:

La stagione vegetale: storie di cucina dimenticata

IL VIAGGIO CHE TI CAMBIA LA VITA

LA CASA DEGLI OROLOGI

Condividi sui social:

Lascia un commento