Lunedì 4 Marzo 2024 - Anno XXII

Monaco: un Principato a misura di famiglia

Principato di Monaco (credt vist monaco)

La piccola Città Stato a due passi dall’Italia è una piacevole destinazione turistica family-frienfly. Sei tappe in alcuni luoghi nascosti e in altri noti per un soggiorno adatto a grandi e piccini. Dal Museo Oceanografico alle macchine del Principe ai giardini alle spiagge.

Il Principato di Monaco, affacciato sul Mediterraneo a poca distanza dall’Italia, è conosciuto nel mondo per il lusso, l’alta moda, il clima soleggiato. Ma non solo. E conosciuto anche per lo sport, in particolare quello automobilistico. Sulle strade del Principato ogni anno si corre il Gran Premio di Formula 1, uno dei più adrenalinici dell’esclusivo “circus”. Il prossimo è in programma sulle strade monegasche dal 25 al 28 maggio e già si preannuncia un grande spettacolo. La piccola Città Stato, su cui attualmente regna il Principe Alberto II, è una delle destinazioni più suggestive in Europa. È anche la meta scelta da coloro che vogliono trascorrere il soggiorno in famiglia all’insegna dell’esplorazione e del divertimento con proposte adatte a tutte le età.

Principato di Monaco (ph. ©B. Vergely)
Principato di Monaco (ph. ©B. Vergely)

Ci troviamo nell’eccezionale microclima della Costa Azzurra con ampi spazi verdi (ricoprono il 20% del territorio). Qui c’è attenzione alla sostenibilità e alla salvaguardia del patrimonio culturale. Monaco è la cornice perfetta per vivere momenti spensierati e vacanze in famiglia durante tutto l’anno. I bambini possono vivere emozionanti incontri con pesci e animali che sono tutelati dal Principato, pensare di essere nell’Antartide insieme agli orsi polari, immaginare di guidare le famose macchine da corsa del Grand Prix Formula 1 o le auto d’epoca del principe regnante.
Ecco alcuni indirizzi da segnarsi per vivere una Monaco in spensieratezza, stupore e magia con i propri figli, scoprendo la città a piedi o con le Monabike, le bici elettrice della città.

Promenade di Larvotto
Promenade Le Larvotto (ph. ©B. Vergely)
Le Larvotto (ph. ©B. Vergely)

Il Larvotto è un lungomare che è stato completamente ridisegnato. La riapertura del nuovo complesso balneare è avvenuta nel luglio 2021, con l’inaugurazione ufficiale presenziata dal principe Alberto II. I residenti e i visitatori possono godere di una spiaggia pubblica molto più grande. Nel nuovo lungomare sono ritornati i negozi “storici” della zona. Il complesso balneare è perfetto per tutte le età, sia d’estate a caccia di abbronzatura e nuotate, sia d’inverno con la sua passeggiata ombreggiata. Non mancano i ristoranti e le gelaterie per gustare i migliori sapori mediterranei.

LEGGI ANCHE  Montecarlo capitale del balletto
Museo Oceanografico e Acquario
Museo Oceanografico (credit visit monaco)
Museo Oceanografico (credit visit monaco)

Un’altra tappa da non perdere è il grande museo di 6500 metri quadri che si trova in Avenue Saint-Martin. Ospita migliaia di specie marine tropicali e mediterranee e, oltre a garantire un divertente tour del mondo subacqueo, sensibilizza il pubblico sulla conservazione della vita marina e sulla sua protezione. Per i prossimi due anni, il Museo Oceanografico ospita una grande mostra che ripercorre più di un secolo di vita nell’Artico e nell’Antartide: Missione Polare. Il Museo offre un’immersione in cinque tappe, in cui le famiglie possono incontrare i grandi esploratori polari, le specie che si sono adattate alla vita in queste regioni, le persone che hanno scelto l’Estremo Nord come loro casa e i ricercatori scientifici. Punto di forza della visita, la sala Immersion offre 650 m² di spazio di proiezione per sperimentare la bellezza e la fragilità dei mondi polari.

I Giardini Saint Martin
Giardini di Saint Martin (credit visit monaco)
Giardini di Saint Martin (credit visit monaco)

Questo scrigno verde, nascosto tra il Museo Oceanografico e la Cattedrale, offre ai visitatori tante sorprese e vedute panoramiche eccezionali sul “Grande blu”. È stato il primo ad essere aperto al pubblico nel 1816, offre una passeggiata indimenticabile con una immersione totale in un’atmosfera accogliente e piena di pace con affaccio sul mare. Le famiglie possono considerare il gioiello verde all’interno della città per una pausa o per far giocare i più piccoli all’aria aperta e per assistere ai migliori tramonti di Monaco circondati da piante mediterranee ed esotiche, da statue storiche e romantiche e da un piccolo laghetto fiorito.

Museo Navale di Monaco

La struttura – nata nel 1993 dalla passione del Professor Claude Pallanca (che fin dalla più tenera età sognava di navigare e si dilettava a fabbricare modellini di navi) e con il supporto della Casa regnante – offre ai visitatori e agli appassionati una vera e propria enciclopedia marittima. Al suo interno, si possono ammirare 250 modellini di barche, quadri e oggetti del mondo del mare, dall’antichità al giorno d’oggi, suddivisi in diverse aree tematiche.

LEGGI ANCHE  Principato di Monaco: un’estate ricca di eventi

La principale caratteristica del Museo Navale è che si tratta di un luogo internazionale dedicato a tutte le Marine, e tra gli esemplari più significativi, è possibile ammirare una nave funeraria rinvenuta in una tomba egiziana, alcune barche greche e romane antiche e transatlantici come il “Titanic” o il “France”.

La collezione di auto del Principe di Monaco
Collezione di auto del Principe (ph. © Mickael Alesi)
Collezione auto Principe di Monaco (ph. © Mickael Alesi)

Tappa imperdibile per gli appassionati di auto è la mostra, di 3500 metri quadri, unica al mondo, delle auto d’epoca del Principe di Monaco. Si chiama “Collezione di automobili di S.A.S. il Principe di Monaco” ed è stata voluta alla fine degli anni ’50 da Ranieri III. Raduna circa 70 veicoli tra cui le auto da corsa che hanno segnato il Rally di Monte-Carlo e le Formula 1 del Gran Premio di Monaco. Un tuffo nel passato con richiami alla vita dei principi, dai matrimoni alle parate ufficiali, e alle auto più famose usate nei set cinematografici. Alla fine del tour, i bambini e i genitori possono fare una foto-ricordo seduti su un modello Ferrari rosso fuoco e immaginare di essere dei veri e propri piloti dell’alta velocità.

Giardino zoologico di Monaco

Infine merita una sosta anche il giardino zoologico di Monaco, un universo selvatico nel cuore del Principato di Monaco. Lo zoo ospita circa 250 animali appartenenti a una cinquantina di specie diverse: uccelli esotici, tartarughe, caimani, ippopotami, rettili, primati, animali da fattoria. La nota interessante e importante è che nessuno tra gli animali ospitati è stato comprato, al contrario si tratta di specie che sono state accolte, regalate o salvate da abbandoni. Il Giardino zoologico di Monaco resta uno degli ultimi serragli reali al mondo.

LEGGI ANCHE  Islanda, distruzione e creazione

Ulteriori info: www.visitmonaco.com

Leggi anche:

LIVIGNO: COSA FARE NELLA SKI AREA DEL PICCOLO TIBET

MALTA, DIVERSA E SEMPRE PIÙ VICINA

I LUOGHI DI KLIMT A VIENNA

Condividi sui social:

Lascia un commento