Lunedì 4 Marzo 2024 - Anno XXII

La Villa Reale di Monza è Reggia Contemporanea

Villa Reale Monza Reggia Contemporanea Sala degli Arazzi (ph. © Massimo Listri)

Il capolavoro architettonico di Giuseppe Piermarini, torna all’antico splendore. Un progetto di riallestimento con oltre 100 opere di artisti e designer italiani contemporanei che dialogano con il gusto neoclassico asburgico e di quello floreale sabaudo. Aperta al pubblico dall’8 dicembre.

Reggia Contemporanea Villa-Reale di Monza (ph. © Massimo Listri)
Interno Villa-Reale di Monza (ph. © Massimo Listri)

Il progetto Reggia Contemporanea inaugurato ieri 7 dicembre nella Villa Reale di Monza, apre al pubblico oggi 8 dicembre. Si tratta del riallestimento del Secondo Piano Nobile e di parte del Primo. Oltre 100 opere dei maggiori artisti e designer italiani del periodo repubblicano sono stati collocati accanto ad arredi e dipinti d’epoca sabauda e asburgica. Un percorso affascinante, dove le testimonianze del passato si sposano con quelle del presente. Da domani 8 dicembre si apre al pubblico.

Reggia Contemporanea è in continuità con Quirinale contemporaneo. Un progetto in continua evoluzione, fortemente voluto dal Presidente Sergio Mattarella, ideato e realizzato del Segretario Generale della Presidenza della Repubblica Ugo Zampetti, e curato dall’architetto Renata Cristina Mazzantini, che ha portato nei palazzi presidenziali opere di arte contemporanea e di design.

Reggia Contemporanea
Reggia Contemporanea riallestimenti Villa Reale di Monza opere di design
Reggia Contemporanea (ph. © Massimo Listri)

Il progetto monzese di Reggia Contemporanea lo si deve al Sindaco di Monza Paolo Pilotto, che è anche Presidente del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, e all’impegno di Giuseppe Distefano, Direttore Generale del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza. Un’idea che per consolidare il prestigio della Villa Reale, accrescendone il fascino e l’attrattiva.

Il percorso espositivo, curato dalla stessa Renata Cristina Mazzantini, è stato elaborato con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la provincia di Monza e della Brianza.

Reggia-Contemporanea La Stele II di Mirko Basaldella
La Stele II di Mirko Basaldella (ph. © Massimo Listri)

L’itinerario all’interno della Villa Reale, propone oltre cinquanta opere d’arte astratta e figurativa, cinetica e concettuale, di ventisette maestri della creatività moderna e contemporanea. Le opere dialogano con il gusto neoclassico di matrice asburgica e di quello floreale di gusto sabaudo.

I visitatori ammireranno capolavori di artisti quali Enrico Castellani, Paolo Scheggi, Afro e Mirko Basaldella, Carol Rama, Maria Lai, Emilio Vedova, Mimmo Rotella, Gastone Novelli, Piero Dorazio, questi ultimi presenti con due opere già nelle edizioni del 1968 e del 1988 della Biennale d’Arte di Venezia.

LEGGI ANCHE  Il Presidente della Repubblica premia le scuole italiane
Reggia Contemporanea: sculture e installazioni
Reggia-Contemporanea Tatlin, 1988 di Roberto SEmprini
Tatlin, 1988 di Roberto SEmprini (ph. © Massimo Listri)

Al Secondo Piano Nobile, si potranno incontrare le maestose sculture di Pietro Consagra, Agenore Fabbri e Davide Rivalta, mentre nelle sale più piccole troveranno spazio le creazioni plastiche di Gino Marotta e quelle luminose di Mario Nanni.

Per valorizzare l’involucro architettonico di tre ambienti storici Giovanni Frangi, Chiara Dynys e Massimo Listri hanno realizzato tre grandiose opere site-specific che sono state donate al Consorzio Villa Reale e Parco di Monza. Imponenti sono anche le installazioni studiate da Mario Ceroli, Michele Ciacciofera, Emilio Isgrò, Pietro Ruffo e Grazia Varisco, ciascuno dei quali ha scelto un ambiente dove esporre importanti lavori storici e attuali.

Al Primo Piano Nobile dialogano con la bellezza dei decori antichi le nature morte iperrealiste di Luciano Ventrone, una ceramica di Bertozzi & Casoni e uno dei più conosciuti volti velati di Livio Scarpella.

Il Ratto di Prosperina
Reggia-Contemporanea Villa Reale di Monza
Installazioni, Villa Reale di Monza (ph. © Massimo Listri)

Reggia Contemporanea ha inoltre riportato in Lombardia il monumentale gruppo scultoreo in bronzo Ratto di Proserpina, che accoglie i visitatori nell’Atrio degli Staffieri. Il capolavoro di Francesco Messina, era originariamente collocato nel Teatro Manzoni di Milano. La Fondazione ENPAM (Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri) lo ha concesso in comodato d’uso gratuito al Consorzio Villa Reale e Parco di Monza.

Il percorso si arricchisce, infine, di oltre quaranta capolavori del design italiano che ravvivano il rigore classico di molti ambienti della Villa. Le tappezzerie, i tessuti, gli arredi e gli oggetti di Giorgio Armani hanno ridato vita alla Sala da Pranzo della Famiglia Reale al Primo Piano Nobile, impreziosendo tutta l’architettura d’interni.

Oggetti di design
Reggia-Contemporanea ciclo di lacerazioni Emilio Vedova
Ciclo di lacerazioni Emilio Vedova (ph. © Massimo Listri)

Tra gli oggetti di design, oltre a quelli dei pionieri come Renzo Frau, Gio Ponti e Piero Fornasetti, si annoverano lavori di architetti come Adolfo Natalini e Aldo Rossi, le iconiche poltrone di Alessandro Mendini e di Gaetano Pesce. Adornano le finestre i tendaggi di Giorgio Armani e Luca Nichetto; illuminano le opere d’arte le lampade di Davide Groppi, Michele De Lucchi e Piero Fassina, Jacopo Foggini, Franco Raggi, Vico Magistretti e Tommaso Tommasi, mentre il lampadario Venini Universe di Marco Piva brilla nel guardaroba della Regina

LEGGI ANCHE  Note sul mare a Eilat
Reggia-Contemporanea Sala da biliardo con opera di Paolo Scheggi
Sala da biliardo con opera di Paolo Scheggi (ph. © Massimo Listri)

Sui preziosi piani intarsiati dalla Bottega Maggiolini, si adagiano i Coco de Mer di Benedetta Brachetti Peretti e le Piazze d’Italia di Fabio Novembre. I vasi di Luciano Gaspari, invece, spiccano sul marmo di un camino. I visitatori potranno accomodarsi sulle sedute di Cananzi & Semprini e di Antonio Citterio, riflettersi nei fantasiosi specchi di Piero Lissoni e di Nanda Vigo, ammirare la perizia tecnica e fantasia inventiva negli intagli lignei di Ferruccio Laviani e di Romeo Sozzi.

Tutte le opere di arte e di design sono state concesse a titolo gratuito al Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, in comodato d’uso pluriennale o in donazione. 

Info: www.reggiadimonza.it

Leggi anche:

VALTELLINA: IL PICCOLO TIBET ACCOGLIE I TURISTI DEGLI WINTER SPORTS

“ORO RE NERO” VINO REGALE A BATTESIMO NELLA REGGIA DI CASERTA

ELISABETTA FARNESE, RITRATTO DI UNA REGINA

Condividi sui social: