Venerdì 23 Febbraio 2024 - Anno XXII

Viaggio in Calabria. Rossano: curiosità e scoperta

Viaggio in Calabria Rossano Calabro, Cattedrale di Maria Santissima Achiropita

Rossano e Corigliano Calabro una realtà, due comunità unite e diverse. In questo servizio parliamo di Rossano e ciò che il territorio racchiude. I prodotti della terra, il patrimonio storico, l’imprenditorialità femminile, la gastronomia, il teatro.

Viaggio in Calabria Rossano, Museo della liquirizia
Rossano, ingresso al Museo della liquirizia (ph. © emilio dati – modointasca)

Viaggio in Calabria alla scoperta di Rossano Calabro e Corigliano Calabro. Due comuni in provincia di Cosenza che sono diventate un’unica realtà amministrativa. Nel marzo del 2018 le due comunità, distanti tra loro appena sedici chilometri, si fusero in seguito ad un referendum, divenendo così la città di Rossano-Corigliano Calabro. Un semplice trattino ha associato le due comunità che non hanno, però, ancora trovato l’unificazione dei Santi protettori. Questo viaggio in Calabria ci ha fatto quindi conoscere due curiose e interessanti mete.

A Rossano si venerano ancora San Nilo il 26 settembre e la Madonna dell’Archiropita il 25 agosto; mentre a Corigliano si festeggia San Francesco da Paola il 2 aprile. A prescindere dalle festività religiose, questo nuovo comune possiede un importante patrimonio storico e un’intensa attività agricola. Due elementi che hanno travalicato i confini nazionali. Rossano è l’argomento di questo articolo, a cui seguirà un secondo servizio su Corigliano Calabro.

Viaggio in Calabria: un punto strategico
viaggio in Calabria Rossano ApartHotel Codex
ApartHotel Codex

L’Aparthotel Codex di Rossano può rappresentare un’ottima sistemazione logistica per la scoperta   dell’intera comunità. Questo albergo, distante poco meno di un chilometro dal mare, è “stranamente” inserito all’interno di un centro commerciale nel quale è presente anche una stazione di servizio. Tale inusuale collocazione, però, a ben guardare offre numerosi vantaggi.

Pur dotato di un ottimo ristorante, l’hotel dispone di camere con angolo cottura, uno spazio da sfruttare per la vicinanza al supermercato, raggiungibile direttamente dalla hall. In definitiva si è circondati da ogni comodità!

Viaggio in Calabria: liquirizia la radice DOP
Viaggio in Calabria Rossano Fabbrica di Liquirizia Amarelli
Fabbrica di Liquirizia Amarelli (ph. © emilio dati – modointasca)

A Rossano una delle prime importanti realtà industriali che incontriamo è l’Azienda Amarelli, famosa fabbrica di liquirizia, fondata nel 1731. Accediamo al Factory Store per prenotare la visita alla Fabbrica e al Museo. Quest’ultimo è ubicato nella ex residenza quattrocentesca della famiglia Amarelli che oggi fa parte dell’Associazione Dimore Storiche Italiane. Le prime sale sono occupate dalle antiche attrezzature utilizzate in agricoltura quando i baroni, proprietari dei latifondi locali, producevano vino e olio: un lavoro gravato dalla presenza nei terreni di piante infestanti.

Allorché si capì che quegli arbusti non erano altro che cespugli di liquirizia, una pianta originaria dell’Asia dalle cui radici si estraeva un dolcissimo succo utilizzato in medicina, si pensò di sfruttare economicamente quel bene. Dagli inizi del 1700 e fino al secolo successivo in tutta la regione sorsero circa ottanta fabbriche delle quali è sopravvissuta solo quella degli Amarelli.

LEGGI ANCHE  Valle Aurina: a un passo dal cielo
Il Museo della liquirizia e la fabbrica
Rossano Liquirizia Amarelli viaggio in Calabria
Museo della Fabbrica di Liquirizia Amarelli (ph. © emilio dati – modointasca)

Nel museo della liquirizia sono presenti i primitivi macchinari con i quali si otteneva il prezioso succo esportato in tutto il mondo, come dimostrano le testimonianze cartacee esposte.

Proprio in queste sale abbiamo il primo contatto (anche se solo in effige) con l’imprenditoria femminile: la signora Pina Amarelli alla guida dello storico stabilimento della famiglia del marito.

Rossano bastoncini liquirizia Amarelli Calabria
Bastoncini di liquirizia Amarelli (ph. © emilio dati – modointasca)

Poco discosta c’è la fabbrica, un basso edificio contornato da ulivi secolari la cui attività è testimoniata dal fumo che fuoriesce dall’alto camino. Qui infatti si lavorano quelle radici che erano depositate all’ingresso per essere essiccate. In diretta su un monitor osserviamo le varie fasi di lavorazione che trasformeranno la polpa, ottenuta dalla macerazione delle radici, nelle dolci rotelle gommose di liquirizia, per citare le forme più classiche. Come souvenir, dallo Store acquistiamo le eleganti scatolette di metallo che custodiscono la migliore qualità di liquirizia prodotta in Calabria, come sostiene l’Enciclopedia Britannica.

Viaggio in Calabria: arte bizantina a Rossano
Museo Diocesano Codice  Purpureus Rossanensis Calabria
Museo diocesano, Codex Purpureus Rossanensis (ph. © emilio dati – modointasca)

In una della sale del Museo Diocesano, allestito nei locali dell’ex sagrestia della Cattedrale, è conservato il Codex Purpureus Rossanensis. Un manoscritto del sedicesimo secolo contenente parti del Vangelo di Matteo e quello di Marco mentre quelli di Luca e di Giovanni sono andati perduti. Questo capolavoro, sfuggito fortunosamente a terremoti e predazioni, fu ritrovato nella sacrestia della Cattedrale di Rossano nel 1879. La sua particolarità, oltre all’anzianità, è la colorazione rossastra delle 188 pagine in pergamena sulle quali risaltano colorate miniature che raffigurano eventi della vita di Gesù e i ritratti dei quattro evangelisti.

Nel 2015 l’antico testo sacro è stato riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio Universale dell’Umanità. Dopo i lavori di restauro è tornato nel Museo e ora fruibile dal pubblico. Il manoscritto è aperto su due pagine, ma protetto da un box in cristallo, mentre un video sfoglia le altre pagine fornendo le informazioni relative.

La Cattedrale di Archiropita e l’Abbazia del Patire
Rossano Calabro Cattedrale di Maria Santissima Achiropita
Cattedrale di Maria Santissima Achiropita (ph. © emilio dati – modointasca)

Al locale patrimonio ecclesiastico appartengono anche la Cattedrale di Maria Santissima Archiropita e l’Abbazia di Santa Maria del Patire. Il Duomo, eretto nell’XI secolo, oggi si presenta col suo impianto a tre navate e tre absidi derivanti dai numerosi rifacimenti susseguitisi nel tempo. La fama della chiesa è dovuta dalla presenza di un piccolo affresco con l’immagine della Madonna, che tiene sul braccio sinistro il Bambino, definita Achiropita, cioè “non dipinta da mano umana”; l’icona miracolosa è facilmente visibile nell’altare posto a metà della navata centrale.

LEGGI ANCHE  Capitàn Pastène, angolo di Emilia con tortellini e "porsùt" in Cile
Abbazia di Santa Maria del Patìre Rossano Calabria viaggio
Abbazia di Santa Maria del Patìre (ph. © emilio dati – modointasca)

L’Abbazia del Patire o Pathirion è ubicata a circa trenta chilometri dal centro di Rossano ed è posta a seicento metri d’altitudine tra il verde della Sila Greca. L’accesso immette direttamente sulla più scenografica abside fiancheggiata dai ruderi del settecentesco monastero. Attraverso il portale della semplice facciata si accede all’interno delle tre navate in fondo alle quali troviamo un grande mosaico pavimentale.

Su di esso sono rappresentate figure di animali immaginari e reali, simili a quelle presenti nelle chiese di Otranto, Taranto, Brindisi e Trani, che alludono alla figura di Gesù o ad insegnamenti cristiani.

Viaggio in Calabria: le clementine IGP
viaggio in Calabria Azienda Agricola Mascaro
Maria Pia Tamaro tra le clementine (ph. © emilio dati – modointasca)

Il nostro viaggio in Calabria ci porta a conoscere il territorio che sembra vocato all’intensa coltivazione di agrumi. Durante i nostri trasferimenti spesso il nastro d’asfalto era circondato da distese di alberi carichi di clementine, il luccicante frutto dalla buccia dorata.

Per saperne di più abbiamo raggiunto, nell’omonima contrada, l’azienda agricola Casello Mascaro, una tenuta estesa su ottanta ettari nella Piana di Sibari. Ci ha accolti la signora Maria Pia che, insieme al consorte, si occupa della conduzione dell’intera proprietà terriera. Abbiamo avuto così la possibilità di passeggiare tra le strade sterrate costeggiando una marea verde di alberi tra i quali emergono le gialle clementine e alberi d’arancio.

Grazie a moderne tecniche di irrigazione, le oltre 25.000 piante presenti nella proprietà donano abbondanti frutti di qualità che passano in lavorazione appena colti per raggiungere al più presto i mercati nazionali ed esteri. In questa stessa proprietà è presente l’Hotel Casa Solares che, tra ristorante gourmet, corsi di cucina e Spa, accoglie i propri ospiti nelle colorate camere, circondati dalle profumate essenze degli agrumi.

Viaggio in Calabria: gastronomia rossanensis
Gstronomia Rossano viaggio Calabria
Pub Don Giovanni House – salumi e formaggi (ph. © emilio dati – modointasca)

Tra pranzo e cena abbiamo avuto occasione di testare un paio di ristoratori. Una cucina strettamente tradizionale ci è stata proposta dalla trattoria La Bizantina con arancini ripieni di salsiccia, fagioli e salsiccia e i dolcissimi “crustoli”, il tutto accompagnato da musiche che invitavano a ballare.

La migliore conclusione di una giornata di lavoro è trascorrere le ultime ore nell’accogliente pub Don Giovanni House. Tra salottini privati, un camino che riscalda accoglienti angoli di conversazione e tavoli allestiti su due livelli, si vive un’atmosfera prettamente britannica.

Le pietanze sono, invece tipicamente calabresi tra formaggi, salumi, melanzane e rape lasciando un attimo di esterofilia alle ottime birre artigianali.

LEGGI ANCHE  Gli Indios nativi del Sud America tra Venezuela e Brasile
Viaggio in Calabria: arte e tradizione dolciaria
Pasticceria Otranto pitta ‘mpigliata Rossano Calabria Viaggio
Pasticceria Otranto Tofee – in primo piano la pitta ‘mpigliata (ph. © emilio dati – modointasca)

Prima di abbandonare l’area urbana di Rossano, non possiamo esimerci di fare una visita alla Pasticceria Toffee della quale avevamo avuto un rapido contatto con i suoi prodotti qualche giorno prima. Purtroppo la visita ci ha messo di fronte ad una dura realtà: dare fondo a tutte quelle “dolcezze” che ammiccavano dalle vetrine o fingere di non vederle? Abbiamo deciso di rendere giustizia all’operato di donne e uomini che avevano preparato quelle bontà. Il titolare, Antonio Otranto, alcuni anni fa decise di ritornare nella sua Calabria dopo le esperienze di lavoro accumulate all’estero. Oggi, con l’aiuto di moglie e familiari, lo chef Antonio ha profuso tutta la sua esperienza nella creazione di squisiti dolci e torte.

Arte dolciaria Rossano pasticceria Toffee viaggio in Calabria
Pasticceria Otranto Tofee (ph. © emilio dati – modointasca)

Guardando l’ampio assortimento che affolla la sua vetrina c’è solo l’imbarazzo della scelta ma, volendo ritrovare il gusto della tradizione dolciaria locale, scegliamo la “pitta ‘mpigliata”: un nome che per la prima volta appare in documenti di matrimonio agli inizi del 1700. La sua corposa bontà è data dall’impasto di noci, uva passa, zucchero, aroma d’arancia, cannella, chiodi di garofano e liquori vari il tutto racchiuso in una sfoglia arrotolata di grano tenero. Avremo tempo di smaltire tutto.

L’ultima visita in città è riservata al Cine-Teatro Metropol che, come ci racconta la titolare Isabella Cicero, nonostante gli elevati costi di gestione, in particolare per le rappresentazioni teatrali, continua la sua attività per mantener vivo il ricordo del padre, fondatore di questo polo culturale.

Indirizzi utili a Rossano

  • Aparthotel Codex – Shopping Center viale Sant’ Angelo – 388 759 1019 – info@aparthotelcodex.it
  • Azienda Amarelli – Contrada Amarelli – 0983 511219 – www.amarelli.it
  • Museo Diocesano del Codex – Via Arcivescovado 5 – 0983 525263 – www.museocodexrossano.it
  • Abbazia di Santa Maria del Patire – Frazione Patire – 335 7910742
  • Azienda Casello Mascaro – Contrada Casello Mascaro – 0983 569850 – info@casellomascaro.it 
  • La Bizantina Trattoria Pizzeria – Corso Garibaldi 246/c – 0983 525340 – www.bizantina.net
  • Don Giovanni House – Via Piave 80 – 339 7978920
  • Pasticceria Toffee – Via Luigi Ripoli 14 – 329 0396690
  • Cine-Teatro Metropolcineteatrometropol.it
PHOTO GALLERY ROSSANO

Leggi anche: 

MOLISE: I SAPERI E I SAPORI DELLA TERRA

MAGIA DELL’INVERNO: 8 ESPERIENZE NELLA REGIONE DEI LAGHI FINLANDESE

BASILICATA CON GUSTO 3: POMARICO, RIPACANDIDA, ATELLA

Condividi sui social: