Mercoledì 24 Aprile 2024 - Anno XXII

Tre esempi di accessibilità in Italia

accessibilità pexels-kampus-production-8777859

Il tema dell’accessibilità è oggetto di interventi e interesse da parte di molti comuni e strutture turistiche. Molti i progetti in corso. Riconoscimenti per i progetti virtuosi: Access City Award in Europa e Bandiera Lilla in Italia.

accessibilità pexels-Trieste
Trieste (pexels)

Per far fronte all’invecchiamento della popolazione e promuovere pari opportunità per le persone disabili è necessario che i comuni italiani diventino più accessibili. Secondo una classifica stilata da Class Cnbc, le città più accessibili al mondo sono Singapore, Shangai e Tokyo. Nessuna città italiana, invece, compare fra le prime dieci classificate.

Nonostante molto deve essere ancora fatto per raggiungere i livelli delle prime classificate, sono numerosi i comuni italiani che stanno apportando modifiche all’ambiente urbano e migliorando i servizi pubblici per renderli più accessibili. Per incentivare questi progetti sono anche nati numerosi premi, tra i quali l’Access City Award in Europa e la Bandiera Lilla in Italia.

accessibilità wheelchair-1629490L’Access City Award è un premio creato dalla Commissione Europea per premiare quelle città che stanno dando la priorità alle persone disabili. Vengono prese in considerazione tutte le città o aree urbane europee con più di 50.000 abitanti e, nella selezione del vincitore, vengono considerati anche gli spazi pubblici, la rete di trasporti e le infrastrutture.

Il progetto Bandiera Lilla invece nasce nel 2013 in Italia con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità in ambito turistico. Il titolo di Bandiera Lilla viene conferito ai comuni impegnati nel creare un turismo più accessibile, per fare in modo che le persone disabili trovino mete accessibili. Al momento sono 46 i comuni a cui è stata conferita la Bandiera Lilla e fra le regioni più accessibili troviamo Liguria, Sicilia e Marche. 
Vediamo ora insieme alcuni dei più meritevoli comuni italiani in fatto di accessibilità.

Accessibilità a Trieste

Trieste è una delle città più accessibili in Italia non solo per le persone disabili, ma anche per gli anziani. Negli ultimi anni la città si è impegnata in un’opera di miglioramento per affrontare le problematiche che impedivano ai disabili di vivere la città appieno. Uno fra tanti è il progetto di mappatura della città, che ha identificato il grado di accessibilità delle strade della città, nonché la posizione delle case in cui risiedono i disabili, per un pronto intervento in caso di emergenza.

LEGGI ANCHE  Chi vuol essere giurato del Brodetto
Accessibilità a Pistoia

Il capoluogo toscano è stato premiato nel 2018 dalla Commissione Europea per i suoi sforzi verso la promozione di un turismo più sostenibile. Il premio in questione era il premio Eden, che valuta fra le altre cose anche la presenza di barriere architettoniche, la qualità dei mezzi pubblici, l’accessibilità per i vecoli adattati per sedie a rotelle, la qualità e quantità di servizi offerti alle persone diabili e la disponibilità di informazioni riguardanti l’accessibilità.

Accessibilità a Monteverde

Nel 2019 il piccolo comune di Monteverde è diventato uno dei posti più accessibili di tutta Europa. Arroccato intorno ad uno magnifico castello medievale, questo comune ha creato una serie di percorsi interattivi per rendere le bellezze del borgo e del castello accessibili a tutti. Il borgo permette a persone con disabilità motoria, visiva o uditiva, di esplorare l’itinerario in libertà, attraverso l’installazione di percorsi tattilo-plantari e di 8000 punti d’informazione.

Leggi anche: 

PARCHI E GIARDINI PRIVATI RIAPRONO CON LE PRIME FIORITURE

LE MIGLIORI CITTÀ D’ARTE PER UNA VACANZA NEL 2024

RIO PUSTERIA: NEI RIFUGI E NELLE MALGHE TORNA SPECKAPERITIVO

Condividi sui social: