Lunedì 22 Aprile 2024 - Anno XXII

Esperienza Parigina: il tuo passaporto di viaggio per vivere l’eleganza Francese

Parigi Tour Eiffel Turista che si gode la vacanza in Francia

Parigi è arte, moda, cibo e cultura. Elementi che convivono in armonia. Una città che ha un modo tutto suo di concepire l’arte di vivere. Arrivarci dall’Italia è semplice.

Tutti abbiamo sognato almeno una volta nella vita un viaggio a Parigi. Le ragioni possono spaziare dall’arte alla cultura storica, dalla gastronomia al divertimento. Questo è solo una parte dell’incredibile melting pot che la città contiene come uno scrigno di tesori. Un motivo in più per prenotare un volo per Parigi nel 2024 è dato anche dai Giochi Olimpici.

Dove prenotare un volo per Parigi dall’Italia? Ecco gli aeroporti da dove partire

Prima di aprire lo scrigno di preziosità inestimabili scopriamo da dove partire. In generale è facile trovare aerei per la capitale francese dagli aeroporti di Roma e Milano perché presentano tantissime mete internazionali per ogni angolo del mondo.

Chi vive nel sud Italia e non vuole spostarsi per prendere l’aereo può optare per i voli da Napoli a Parigi, una soluzione particolarmente comoda perché l’Aeroporto di Capodichino è a pochi chilometri dalla stazione centrale di Piazza Garibaldi.

Un’altra soluzione utile è quella di scegliere i voli da Bari a Parigi partendo dall’Aeroporto Internazionale Karol Wojtyla.
Apriamo lo scrigno dei tesori della capitale francese per scoprire cosa vedere, fare e mangiare a Parigi.

Cosa vedere a Parigi?
Parigi (Ph. Pierre Blaché da Pixabay)
Paris (Ph. Pierre Blaché da Pixabay)

Questa potrebbe essere considerata la domanda da 1 milione di franchi, perché la superficie della città è di oltre 100 chilometri quadrati e aprendo lo scrigno saltano fuori tantissime perle preziose. L’icona di Parigi considerata come il Colosseo in Italia è la Torre Eiffel, inaugurata per la X Esposizione Universale e per il centenario della Rivoluzione Francese nel 1889.

Attraversando il fiume Senna e andando verso nord per qualche chilometro si giunge ad ammirare un vero gioiello risalente all’Antica Roma: l’Arco di Trionfo. Da qui è possibile fare una passeggiata su quella che è considerata la strada più bella del mondo, gli Champs Elysées.

LEGGI ANCHE  Musica sul lago

Andando verso sud est si arriva a Place de la Concorde, qui è possibile anche fare un pic nic nei Giardini delle Tuileries. Da non perdere è la Reggia di Versailles, la Cattedrale di Notre Dame, il Quartiere Latino e il Pantheon, Montmartre.

Cosa fare a Parigi?
Parigi Museo del Louvre (Ph. Cuong Duong Viet da Pixabay)
Museo del Louvre (Ph. Cuong Duong Viet da Pixabay)

I musei di Parigi sono tra i più belli e grandi al mondo, il Museo del Louvre è una tappa imperdibile. Al suo interno ci sono le opere dei più grandi pittori della storia: Leonardo, Michelangelo, Caravaggio, solo per citarne alcuni. Questo museo è particolarmente grande e per questo è consigliato dedicarci almeno mezza giornata.

Il Museo d’Orsay contiene una panoramica quasi totale dell’impressionismo e post – impressionismo, si trova presso l’ex stazione omonima ed è stato aperto nel 1986.

Infine, per chi ama l’arte contemporanea c’è il Centro Pompidou, scrigno di tesori inestimabili come le opere di Picasso, Mirò, Matisse e Kandinsky.

Per i turisti con bambini e per chi è in cerca di divertimento e spensieratezza, Disneyland Paris è la scelta migliore.

Cosa mangiare a Parigi?

L’omelette, il fois gras e l’escargot à la Bourguignonne sicuramente restano i simboli della cucina tradizionale francese e rappresentano le prime delizie da assaggiare, ma non finisce qui.

Tra i piatti tipici parigini da assaporare durante il viaggio, per timbrare il passaporto organolettico dell’eleganza francese c’è anche il pane al cioccolato, una delizia pura fatta di pasta a sfoglia burrosa e gocce di cacao.

La croque monsieur è molto più di un semplice toast perché il suo sapore lo rende il principe dei piatti francesi per eleganza degli ingredienti e fantasia degli chef: molto più di formaggio, prosciutto e pane.

LEGGI ANCHE  Vento: la più lunga dorsale cicloturistica italiana

C’è anche la “versione femminile”, la croque madame: nella ricetta regna l’uovo come ingrediente principale. Per concludere, consigliamo di assaporare anche la zuppa di cipolle, la quiche lorraine e il bœuf bourguignonne, mentre per gli amanti del dolce sono immancabili i macaron, delizie a base di mandorle.

Leggi anche

BRESSANONE E L’ACQUA: TORNA WATER LIGHT FESTIVAL 2024

LIGNANO SABBIADORO: AMMIRARE IL TERRITORIO A PASSO DI TREKKING

TRE ESEMPI DI ACCESSIBILITÀ IN ITALIA

Condividi sui social: