Giovedì 30 Maggio 2024 - Anno XXII

Turismo “Comparato”…

La bandiera bascaIn questo numero l’autore pubblica una delicata  presentazione dei Paesi Baschi scritta per un dèpliant di un tour operator. Nel “Gossip” della prossima settimana, invece, seguirà la narrazione di tremende, massicce, non meno che splendide e ottime “paciate”, perpetrate nei migliori ristoranti baschi durante una gloriosa trasferta enogastronomia proposta dai Turismi Spagnolo e Vasco. A titolo di (parziale) risarcimento per il lettore, in calce viene omaggiato il magnifico menu ammannito dall’eccelso Josean Martinez, nel ristorante del Museo Guggenheim di Bilbao.Perché andare nei Paesi BaschiGuggenheim Museum a BilboaPer molte ragioni, per tutti quei motivi che convincono sia il turista … Leggi tutto

La bandiera basca
La bandiera basca

In questo numero l’autore pubblica una delicata  presentazione dei Paesi Baschi scritta per un dèpliant di un tour operator. Nel “Gossip” della prossima settimana, invece, seguirà la narrazione di tremende, massicce, non meno che splendide e ottime “paciate”, perpetrate nei migliori ristoranti baschi durante una gloriosa trasferta enogastronomia proposta dai Turismi Spagnolo e Vasco.
A titolo di (parziale) risarcimento per il lettore, in calce viene omaggiato il magnifico menu ammannito dall’eccelso Josean Martinez, nel ristorante del Museo Guggenheim di Bilbao.

Perché andare nei Paesi Baschi

Guggenheim Museum a Bilboa
Guggenheim Museum a Bilboa

Per molte ragioni, per tutti quei motivi che convincono sia il turista – più incline al divertimento, che  il viaggiatore, più attento a una visita meditata – a intraprendere un viaggio.
I Paesi Baschi (in lingua basca Euskadi, 7.234 chilometri quadrati, poco meno del Friuli-Venezia Giulia) sono situati nella Spagna settentrionale, confinano con la Francia a ovest dei Pirenei, si affacciano sull’oceano Atlantico e costituiscono le prima delle regioni turisticamente consorziate sotto il nome di Spagna Verde.
Una simile posizione geografica, obbligatorio punto di passaggio tra il nord e il sud dell’Europa occidentale, garantisce un’eccezionale tradizione culturale (senza contare il misterioso idioma basco, un vero e proprio fenomeno linguistico inserito tra le tante lingue e dialetti latini della Spagna).
Alle già ricche risorse culturali dei Paesi Baschi (lingua, tradizioni storiche, i monumenti della parte basca del Camino di Santiago) si è recentemente aggiunto il Museo Guggenheim a Bilbao.

“Guggenheim” e tanto altro ancora

Turismo “Comparato”...
“Pinchos” nei bar di San Sebastiàn

Un vero “must”, un obbligo esservi stati, la sua visita “vale il viaggio”, per la bellezza esteriore e per l’arte moderna contenuta.
Quanto al divertimento, nelle capitali delle tre provincie basche (San Sebastiàn, in basco Donostia, della Guipuzcoa; Bilbao/Bilbo della Vizcaya; Vitoria/Gasteiz della Alava) non mancano le feste durante l’anno ma soprattutto in agosto esplode l’allegria con Tre Ferias (“Settimane Grandi”) consecutive in ciascuna città.
La gastronomia nei Paesi Baschi è una sorta di religione e cucinare non è un “optional”: è un obbligo. Non per niente la regione vanta la più alta percentuale di Stelle Michelin nel mondo e nelle Sociedades Gastronomicas grandi cuochi dilettanti sposano i prodotti della terra con le ricchezze del mare generoso.
Meno impegnativi ma non meno raffinati, nei tanti bar di San Sebastiàn si degustano i “pinchos”, eccellenti stuzzichini, assaggi (le “tapas” nel sud della Spagna).

LEGGI ANCHE  Oroscopo Erga Omnes: come sarà il 2016
Condividi sui social: