Lunedì 6 Febbraio 2023 - Anno XX
Danimarca amica dell’ambiente

Danimarca amica dell’ambiente

Bici come principale mezzo di trasporto, ristoranti biologici, strutture alberghiere a basso impatto ambientale. La Danimarca, con Copenhagen in testa, diventa sempre più “verde” e intanto si prepara per il summit Onu di fine anno sul clima

Uno degli obiettivi della capitale danese è quello di raggiungere il 50 per cento di ciclisti entro il 2015
Uno degli obiettivi della capitale danese è quello di raggiungere il 50 per cento di ciclisti entro il 2015

21 gennaio – Si apre all’insegna della sostenibilità l’anno del turismo danese. Ieri sera, a Milano, VisitDenmark, l’organizzazione turistica ufficiale della Danimarca ha presentato le linee guida dell’offerta per il 2009 in una conferenza “a impatto zero”, dall’invito recapitato in formato digitale fino alla scelta del menu biologico. La vocazione “verde” di Copenaghen, in particolare, è stata rimarcata non a caso proprio quest’anno: alla fine del 2009, dal 7 al 18 dicembre, la capitale danese ospiterà il Summit Onu sul Clima e già da un anno la città ha lanciato il piano ambientale “Enviroment Metropolis – Our Vision 2015”.

Emissioni di CO2 ridotte del 20 per cento nel 2015

La rappresentazione dell'ecosistema urbano al Museo Louisiana
La rappresentazione dell’ecosistema urbano al Museo Louisiana

L’obiettivo è quello di trasformare Copenaghen entro quella data nella metropoli europea modello in campo ambientale e i dati confermano che molta strada è stata già fatta in questa direzione: le emissioni di anidride carbonica pro capite sono scese a 4,9 tonnellate rispetto alle 7 del 1990 e per il 2015 saranno ridotte ancora del 20 per cento; il 36 per cento della popolazione, inoltre, usa ogni giorno la bici come mezzo di trasporto; il 90 per cento dei rifiuti da costruzione sono riciclati e il 75 per cento di quelli domestici utilizzati per produrre calore. In campo turistico, poi, l’aeroporto di Copenaghen, Kastrup, risulta tra gli hub internazionali più attenti alle politiche di riduzione delle emissioni di CO2 e molte strutture alberghiere si sono dotate di certificazioni ambientali.

“Co2penhagen”, il festival alimentato con le fonti di energia rinnovabili

Al festival
Al festival “Co2penhagen” i ciclisti produrranno l’energia per alimentare musica e luci della discoteca

Anche in campo culturale, il 2009 si preannuncia un anno denso di iniziative ispirate alle priorità ecocompatibili: dal 30 gennaio, al museo Experimentarium di Copenaghen si inaugura “Energia”, un’esposizione interattiva per scoprire i segreti dell’energia solare ed eolica, facendo ad esempio un giro sulle macchine a biodiesel o cercando di far andare televisione e stereo con la sola forza delle gambe.

A Humblebæk, invece, a una trentina di chilometri dalla capitale, dal 29 maggio al 27 settembre sarà allestita al Museo Louisiana la mostra “Future has arrived. Architecture for a Sustainable World”, un percorso che esplora la relazione tra scienza e architettura sostenibile. Interessante è l’appuntamento con “Co2penhagen”, il festival musicale e artistico in programma dal 4 al 6 settembre che utilizzerà solamente energia rinnovabile e già nel titolo gioca con la formula dell’anidride carbonica. La manifestazione si svolgerà alla Technical University, trasformata in una micro-società a impatto zero, e vuole dimostrare che energia “verde” e design possono coincidere. Così, ad esempio, saranno le biciclette ai lati del palco a fare da dinamo per alimentare i dj-set e chi ballerà in pista, calpestando il pavimento, genererà l’energia sufficiente per illuminare la discoteca di led colorati.

 

Per saperne di più:

www.visitdenmark.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA