Giovedì 6 Maggio 2021 - Anno XIX
Caccia al toro a Città della Pieve

Caccia al toro a Città della Pieve

Dal 12 al 25 agosto la Città del Perugino vi aspetta per la 41esima edizione del Palio dei Terzieri. Una tradizione antica, occasione per far festa ancora oggi

La Giostra
La Giostra

 

Come ogni anno le vie del centro di Città della Pieve saranno animati dallo storico Palio dei Terzieri: sarà l’antica Castel della Pieve a fare da cornice alla celebre Caccia del Toro, rievocazione di una sorta di corrida risalente ai secoli XV-XVI, disputata con l’uso di lance. Le radici storiche del Palio risalgono all’epoca del Tardo medioevo, quando la città umbra, dopo un periodo di libertà sotto la protezione dell’imperatore Federico II di Svevia, veniva nuovamente sottomessa da Perugia. Intanto il borgo era già suddiviso in tre parti, ovvero i Terzieri, che ancora oggi contraddistinguono la bella Città della Pieve. L’astio profondo verso la città del Grifo, di parte papale, si denota anche nella conformazione della città stessa, modellata sulla più potente città filo-imperiale dell’Italia centrale, Siena. Non casualmente la cittadina ha la forma dell’aquila, simbolo storico del potere imperiale, che minacciosamente avanza verso Roma, sede del potere papale.

Tre, il numero perfetto

Le tre parti dell’aquila coincidono con i Tre Terzieri che a loro volta, rimandano alle tre classi sociali: la testa corrisponde al Terziere Castello, a voler rappresentare la Classe dei Cavalieri, gli aristocratici, che andavano in guerra a il cavallo; la pancia corrisponde al Terziere Borgo Dentro, a ritratto della Borghesia; la coda e l’ala infine, al Terziere Casalino, a simboleggiare la “classe dei pedoni”, costituita da contadini inurbati che andavano in guerra a piedi con il solo uso di arco e balestra.

L’antica Caccia del Toro viene da 41 anni rievocata nel Palio dei Terzieri: gli arcieri delle tre parti si sfidano tirando frecce a sagome girevoli, che riproducono i tori di razza chianina. Tre sono i turni necessari a vincere l’ardua prova; tre quelli per riuscire a centrare il Toro, che gira su se stesso a tre diverse velocità; tre sono i minuti a disposizione degli arcieri per centrare le sagome e conquistare l’ambito premio.

Date e luoghi

La sfilata del Corteo Storico
La sfilata del Corteo Storico

Al termine della terza manche, il Terziere che avrà ottenuto il maggior punteggio si aggiudicherà il Palio: lo splendido arazzo dipinto, realizzato dalla mano esperta del Maestro pievese Antonio Marroni, raffigura gli arcieri che omaggiano il Maestro di Campo – giudice della gara – prima del segnale di inizio della competizione. I festeggiamenti per il Palio dei Terzieri 2013 inizieranno a partire da lunedì 12 agosto e proseguiranno fino a domenica 25. Il pubblico potrà assistere al lancio della sfida in programma giovedì 15 in Piazza Plebiscito quando alle ore 17:30, il Terziere Castello, vincitore del Palio 2012, consegnerà il Pallium al Podestà per la custodia fino al giorno della Caccia al Toro. Lo scontro sarà domenica 25 agosto con la tradizionale sfilata del Corteo Storico per le vie medievali di Castel della Pieve imbandierata dei colori dei Terzieri. Un tripudio di musiche, teatralità e rievocazioni tra figuranti in antichi costumi attenderanno il pubblico, che potrà godere inoltre della convivialità protagonista nelle caratteristiche Taverne, dove sarà possibile gustare i piatti tipici della tradizione gastronomica umbro-toscana.

(09/08/2013)

 

Info: www.paliodeiterzieri.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA