Giovedì 13 Giugno 2024 - Anno XXII

Musica dal mondo al femminile a Genova

Il Festival si aprirà venerdì 5 settembre alle 21, nella piscina del Porto Antico, con lo spettacolo di percussioni acquatiche del trio franco/camerunense AkutukDal 5 al 14 settembre a Genova potrete assistere al Festival Musicale del Mediterraneo, giunto quest’anno alla 23° edizione. La rassegna 2014, intitolata “Delle donne i suoni”, ha come tema centrale il ruolo delle donne nella musica, con una programmazione che prevede esibizioni di artiste nazionali e internazionali nei palazzi del centro storico e nei luoghi più suggestivi della città. 35 artiste provenienti da 14 Paesi del mondo, 10 giorni, 19 concerti, 11 location. Un’invasione di musiche … Leggi tutto

Il Festival si aprirà venerdì 5 settembre alle 21, nella piscina del Porto Antico, con lo spettacolo di percussioni acquatiche del trio franco/camerunense Akutuk
Il Festival si aprirà venerdì 5 settembre alle 21, nella piscina del Porto Antico, con lo spettacolo di percussioni acquatiche del trio franco/camerunense Akutuk

Dal 5 al 14 settembre a Genova potrete assistere al Festival Musicale del Mediterraneo, giunto quest’anno alla 23° edizione. La rassegna 2014, intitolata “Delle donne i suoni”, ha come tema centrale il ruolo delle donne nella musica, con una programmazione che prevede esibizioni di artiste nazionali e internazionali nei palazzi del centro storico e nei luoghi più suggestivi della città. 35 artiste provenienti da 14 Paesi del mondo, 10 giorni, 19 concerti, 11 location. Un’invasione di musiche suonate da donne di tutto il mondo, un programma che comprende performance legate a tradizioni secolari e musiche sperimentali, voci espresse con delicatezza e intensità, strumenti tradizionali e ricercati – come il taiko e il koto giapponese, la pipa cinese, l’oud arabo, il didjeridoo australiano – senza distinzione di generi, stili e tempi storici, come da tradizione del Festival.

Il tema scelto per la 23° edizione del Festival Musicale del Mediterraneo – la musica cantata e suonata dalle donne – intende celebrare a 360 gradi il ruolo del genere femminile nella musica – racconta Davide Ferrari, direttore artistico e organizzativo -. L’importanza che rivestono le donne nel mondo musicale contemporaneo si accompagna a un messaggio specifico: la presenza femminile impreziosisce l’espressione musicale. La sensibilità, il pensiero e la corporeità femminile elevano il suono e la musica ad arte ancor più subliminale”.

Ulteriori informazioni con il calendario del Festival aggiornato su www.echoart.org.

(03/09/2014)

LEGGI ANCHE  Sfida a colpi di flash con Click On The Mountain
Condividi sui social: