Mercoledì 8 Aprile 2020 - Anno XVIII
Il Castello di Agazzano in provincia di Piacenza

Il Castello di Agazzano in provincia di Piacenza

Piacenza Terra di Emozioni enogastronomiche e turistiche

L’offerta turistica ed enogastronomica del territorio piacentino è arrivata a Expo per farsi apprezzare da una platea mondiale. Cultura, arte, dimore storiche, castelli, chiese, siti archeologici. Pacchetti per scoprire una terra ricca che sa offrire emozioni

Piacenza Palazzo comunale

Piacenza, Palazzo comunale detto il Gotico

L’ultima provincia emiliana, Piacenza, al confine con la Lombardia, ha presentato alla platea mondiale di Expo Milano 2015 le sue proposte turistiche e le sue ricchezze enogastronomiche. L’offerta turistica ed enogastronomica del piacentino ha visto la partecipazione del Comune di Piacenza, dell’associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, l’associazione Via Francigena, Strada dei vini e dei sapori dei Colli Piacentini, il Club di Prodotto Terre Francigene. Il sistema turistico piacentino integrato mette in rete musei, dimore storiche, castelli, chiese, siti archeologici e propone pacchetti e itinerari che conducono il turista alla scoperta di una terra ricca e capace di offrire emozioni.
Nel cuore della Pianura Padana, Piacenza è immersa in un territorio in cui arte, storia, cultura e buon cibo si fondono. Nel suo centro, accanto alle vestigia medioevali come il Duomo e il Palazzo Comunale detto Il Gotico si affiancano le testimonianze architettoniche e artistiche del Cinquecento, quando la città divenne ducato Farnesiano. Palazzi nati dal genio di architetti come il Vanvitelli, Bibiena e Morelli – tra cui spicca palazzo Farnese, oggi sede dei Musei Civici – chiese e statue equestri che raffigurano i membri della famiglia Farnese.

Piacenza Ecce Home

Il dipinto di Antonello da Messina, Ecce Homo. Archivio Collegio Alberoni, foto Manzotti

Completano l’offerta i musei che offrono un percorso di visita che attraversa i secoli, dall’arte antica a quella moderna e raccolgono opere inestimabili come la “Madonna adorante il bambino con San Giovannino” del Botticelli, l’ “Ecce Homo” di Antonello da Messina e i capolavori degli artisti contemporanei italiani. Tutto attorno un territorio rigoglioso che nasce e si sviluppa attorno all’antica via Emilia e alla via Francigena, storico percorso di pellegrinaggio verso Roma. Nella pianura e tra i colli si apre al turista un ampio ventaglio di scelte e di occasioni di scoperta. Siti archeologici che raccontano la vita delle civiltà pre-cristiane che abitavano questi luoghi, borghi e castelli medioevali che sembrano non risentire del tempo e rimandano a epoche lontane e alle storie dei grandi casati italiani, percorsi religiosi e devozionali come la Via Francigena, immersi nella natura.

Cultura, arte ed enogastronomia 

Piacenza Coppa piacentina

La coppa piacentina DOP e i vini DOC

Il territorio piacentino è un crogiolo di prodotti raffinati che diventano ingredienti salienti di una cucina saporita, capace di offrire ai turisti un’esperienza emozionale indimenticabile. Lungo le pendici dei colli piacentini nascono le uve che danno vita a pregiati vini come il Gutturnio, l’Ortrugo, la Malvasia di Candia aromatica solo per citare i più importanti. Piacenza può vantare ben tre salumi DOP, la Coppa, il Salame e la Pancetta che vengono ancora prodotti secondo le tradizioni antiche. Un paniere di prodotti in cui spicca il pomodoro, vero e proprio re della tavola, celebrato ogni anno in una fiera dedicata e ingrendiente centrale della cucina piacentina e italiana.
Piacenza vigneti“Piacenza mette a disposizione dei turisti un’ampia offerta culturale che spazia dall’epoca medioevale ai giorni nostri attraverso chiese, palazzi, musei e capolavori dell’arte e dell’architettura”, afferma Tiziana Albasi, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Piacenza. “Fulcro del territorio è anche l’enogastronomia, fiore all’occhiello grazie ai vini DOC, ai salumi e ai formaggi DOP, a una cucina raffinata e genuina e a tanti prodotti che costituiscono uno dei pilastri del brand turistico “Via Emilia” della Regione Emilia Romagna nel quale Piacenza si colloca come Food Valley Experience”.

Piazzetta Piacenza a Expo 2015

Piacenza la via francigena

Piacenza, via Francigena, storico percorso di pellegrinaggio verso Roma

Piazzetta Piacenza è la vetrina di Piacenza – tra le poche provincie italiane ad avere uno spazio dedicato all’Esposizione Universale di Milano – e del Piacentino a Expo 2015. Un luogo che ha come fulcro la “Grande Zolla”, progettata da un gruppo di giovani architetti piacentini under 35 del Politecnico di Milano e dell’Ordine degli Architetti di Piacenza, che riproduce idealmente una zolla di terreno locale con le stratificazioni geologiche e il cui pavimento mette al centro il fiume Po e i suoi affluenti, offrendo ai visitatori l’impressione di poterci camminare sopra. Piazzetta Piacenza è lo spazio in cui il territorio piacentino si racconta, svelando al mondo le sue eccellenze enogastronomiche, il suo patrimonio storico-culturale e un tessuto economico-sociale pulsante. La Piazzetta è il cuore del progetto “Piacenza per Expo per Piacenza” ideato dall’Associazione Temporanea di Scopo Piacenza per EXPO 2015, composta da 18 Associazioni di categoria del sistema economico piacentino, e a cui partecipano Istituzioni Pubbliche, Enti, Istituti Bancari, Organizzazione economiche e Università con l’obiettivo di promuovere il territorio piacentino sfruttando l’irripetibile opportunità offerta da Expo 2015.

Per saperne di più: www.experiencepiacenza.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA