Sabato 25 Maggio 2019 - Anno XVII
Retromobile a Parigi e Automotoretrò a Torino

Retromobile a Parigi e Automotoretrò a Torino

Si sono appena concluse due importanti manifestazioni: Retromobile e Automotoretrò, dedicate al mondo delle auto d’epoca. Aste record e anniversari cult. La passione per meccanica, design, storia, ha fatto riunire migliaia di fans, collezionisti e addetti ai lavori

RetromobileRetromobile, giunto alla sua quarantunesima edizione, è uno dei più importanti eventi a livello mondiale per gli entusiasti delle auto classiche, collezionisti ed amanti della meccanica, ma anche per numerosi giovani provenienti dall’estero si sono ritrovati all’ombra della Tour Eiffel a Parigi. Più di 500 veicoli esposti e 550 espositori, hanno permesso agli oltre 110.000 visitatori di ammirare  a Retromobile gli stand di clubs e associazioni, venditori di ricambi e modellini, restauratori, commercianti, produttori e artisti, nonché numerosi eventi, esibizioni e collezioni, tutte legate al collezionismo e al mondo dei motori d’antan.
Fra i tanti l’omaggio a Philippe Charbonneaux, rinomato stilista di auto ma anche di oggetti di tutti i giorni; tre vetture da record, una Napier del 1930, una Darracq V8 e la “Belva di Torino”, una Fiat S76 del 1911 che raggiunse la velocità di 210 km orari, grazie al mostruoso motore di 28.353 cmc di cilindrata; una esibizione dinamica di vetture di oltre 100 anni, per finire con due carri armati leggendari, un T34 russo d’assalto e un Chaffee M24 americano.

Asta record: 32milioni di euro per una Ferrari del ‘57

Retromobile Citroen CV2

Citroen CV2 Sahara

Ma l’evento più rilevante dell’intera manifestazione è stata l’asta Artcurial Motorcars Retromobile 2016 che ha visto aggiudicata la più costosa auto al mondo: la iconica Ferrari 335 Sport Scaglietti del 1957, proveniente dalla collezione di Pierre Bardinon, per la strabiliante cifra di 32.075.200 euro. Il giorno seguente l’asta ha invece avuto ad oggetto 48 vetture Citroen, 40 delle quali appartenenti alla collezione di Andrè Trigano, il quale ha voluto personalmente essere alla guida del suo modello favorito, una Traction 11 B Cabriolet del 1939, che è stata aggiudicata a 166.800 €. Il record di questa seconda asta è stato il prezzo di 172. 800 euro pagato per una Citroën 2 CV Sahara del 1961, la versione più particolare del famoso modello equipaggiata con due motori, uno anteriore e uno posteriore, ognuno dei quali trasmetteva il moto all’asse corrispondente.

A Torino la collezione Bertone

Bertone

Bertone

Lasciamo il salone francese per trasferirci al di qua delle Alpi, a Torino per Automotoretrò, il primo Salone in Italia dedicato al motorismo d’epoca: nato nel 1983 con lo scopo di esporre al pubblico le migliori rappresentanze di auto, moto e barche d’epoca per incentivare il collezionismo privato, le attività commerciali legate al settore e, al contempo, diffondere la cultura motoristica nei visitatori, in anni in cui il collezionismo motoristico era praticato da pochi appassionati e i Club si contavano sulle dita di una mano. In questi 33 anni di vita ha costituito il “Fil Rouge” di un movimento, che ha visto i soci ASI (Automotoclub Storico Italiano) passare da poche centinaia, ai quasi 110.000 di oggi, con oltre 130.000 auto e 45.000 moto certificate.

Lamborghini Miura

Lamborghini Miura

Il successo dell’edizione 2016 è stato sancito dai circa 63.000 visitatori che hanno affollato gli spazi del Lingotto Fiere provenienti da tutta Europa, con una consolidata presenza di visitatori francesi, svizzeri, inglesi, spagnoli, olandesi e tedeschi, e dagli oltre mille espositori. E’ un indiscusso polo di attrazione per un pubblico sempre più variegato: collezionisti, appassionati di auto d’epoca e da corsa, addetti ai lavori e semplici curiosi.
Fiore all’occhiello della 34esima edizione di Automotoretrò è stata l’esposizione, in anteprima assoluta, di una decina di prototipi appartenenti alla Collezione Bertone, che per la prima volta saranno visibili al grande pubblico dopo l’acquisizione da parte dell’ASI. La celebre collezione, composta da 79 gioielli, è stata vinta all’asta lo scorso 28 settembre con una cospicua offerta da quasi 3,5 milioni di euro e attualmente è in attesa di una collocazione stabile. Il patrimonio del museo Bertone è composto da 79 pezzi – tra veicoli, telai e modelli – e comprende mezzi di grande importanza come le Lamborghini Miura, Espada e Countach, una Lancia Stratos stradale, una Alfa Romeo Giulia SS, una AR Giulia Sprint, una AR Montreal e numerosi prototipi disegnati da Nuccio Bertone.

Anniversari: 70 della Vespa e 80 della Topolino

Non sono mancate poi le celebrazioni degli anniversari: dai 50 anni della Lamborghini Miura e della Alfa Romeo Duetto, ai 70 anni della Vespa e gli 80 anni della Topolino. Nello stand Ford, è stata presentata la nuovissima Ford Mondeo Vignale, vettura che celebrerà l’omonima Carrozzeria, fondata nel 1946 da Alfredo Vignale. Per l’occasione lo spazio espositivo Ford è stato allestito con fotografie e materiale iconografico, facendo così rivivere al pubblico la storia della Carrozzeria torinese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA