Sabato 18 Maggio 2024 - Anno XXII

Totti a casa! Straordinaria e disperata edizione pedatoria

Totti in tribuna

Il popolo di Roma è stato scosso da una tragicissima vicenda: la ben nota Guerra di ‘Totti con Tutti’. Ne hanno parlato tutti i Tiggì, tra una strage in Siria e bimbi annegati post affondamento gommoni. Due drammatici interrogativi prima di far calare il silenzio tombale

Totti e Ilary
Totti e Ilary

Sabato 20 febbraio verso le 9,35 l’umile estensore di queste righe aveva scritto: Con l’Urbe (e meno male che non capita pure all’Orbi) già devastata da drammi cittadini umani non meno che economici (sembra che l’Anno Santo non tiri più di tanto dopodiché il Comune non fa pagare l’affitto agli inquilini delle sue case –loro dicono per meri e nobili fini benefici, ma quelle malelingue dei milanesi dicono che invece succede solo perché si dimenticano di farsi pagare non avendo voglia di fare un cazzo) il popolo di Roma è stato scosso da una tragicissima vicenda (la ben nota Guerra di “Totti con Tutti” segnatamente il suo allenatore Spalletti, ne han parlato i Tiggì tra una strage in Siria e bimbi annegati post affondamento gommoni) generante due contestuali, devastanti (non meno che appassionanti) interrogativi.
1° Drammatico Interrogativo. Nella lite (ma alcuni esegeti del Corriere dello Sport buttano acqua sul fuoco precisando trattarsi soltanto di momentanea freddezza, “buon giorno” e “buona sera”) tra Totti e l’allenatore Spalletti, guerra ideologica narrata dalle centinaia di tivù e radio private giallorosse della capitale, chi dei due ha canonicamente ragione?
2° Drammatico Interrogativo. Cosa farà Totti adesso che (forse, nel dubbio citofonare Spalletti) non gioca più? Ad ogni buon conto la sposa Ilary (informa culturalmente il Corriere della Sera, vabbè pagine sport) ha detto che “Ci pensa Lei” (dal che si evince che in famiglia, almeno uno che pensi, vivaddio, potrebbe anche esserci, ndr) dopodiché a tale annuncio è seguito un gran bel sospiro di sollievo tirato dal 98,8% dei romani (nulla fregando, invece, al restante 1,2% composto da agnostici e quei burini che tengono per A’ Lazzzzio).

LEGGI ANCHE  Skin&Food: quando il cibo diventa donna
Totti e Spalletti
Totti e Spalletti

Domenica 21 febbraio verso le 14 i Tiggi di tutto il Belpaese, Isole comprese, salvo una Radio privata Giallorossa in Nuova Zelanda, laddove anche i romanisti son diventati gente civile…
Grazie alle info tivù tutto il Belpaese (prima di venire a sapere che il solito centinaio di bambini era affogato nel Mediterraneo) è stato informato che tra Spalletti & Totti è scoppiata la Guerra (dopo che l’allenatore, parafrasando Alberto Sordi nell’omonimo film, aveva esclamato “Totti a casa!” e quindi Lui non ha potuto giocare al futbol e siccome “A’ Roma” ha vinto le tivù lo hanno viepiù immortalato di Padre Pio, il che non sarebbe un male, solo che c’è anche di mezzo la Ilary della quale è tifoso Novella 3000 isole comprese, proprio un bel casino…)… talché …

Lunedì 22 febbraio verso le 7, preso atto di quanto sopra e rottosi “i maroni” (come dovrebbe accadere a quasi tutti gli amanti lettori di Mondointasca, romanisti compresi)…
… Il disperato tenutario di questa altrettanto disperata rubrica annuncia che in questi spazi g.c. non apparirà più manco un rigo sulla suesposta, squallidissima vicenda, sennò va a finire che diventiamo totti matti

Condividi sui social:

Lascia un commento