Giovedì 1 Dicembre 2022 - Anno XX
San Francisco Museum of Modern Art

San Francisco Museum of Modern Art

San Francisco, il Museum of Modern Art riapre al pubblico

Il 14 maggio 2016 riapre a San Francisco il Museum of Modern Art dopo due anni di ristrutturazione. Il progetto di ampliamento della struttura è stato firmato dal celebre architetto Snøhetta

SFMOMA esterno

La nuova facciata del SFMOMA

Il 14 maggio riapre le porte al pubblico il San Francisco Museum of Modern Art (SFMOMA), dopo due anni di intensi lavori di ristrutturazione. Il progetto di ampliamento, firmato dal celebre architetto  Snøhetta, è stato realizzato grazie a una campagna di raccolta fondi ancora in corso che ha raggiunto 610 milioni di dollari e che ha coinvolto 500 donatori privati. Una cifra ben sopra le aspettative, che ha ampiamente coperto tutti i costi di ristrutturazione, oltre a triplicare i fondi a disposizione del museo destinati ai diversi programmi artistici e educativi.
La nuova struttura è stata integrata allo stabile originale del museo disegnato tra il 1989 ed il 1995 dall’architetto Mario Botta, consentendo di triplicare lo spazio espositivo a disposizione. La facciata del nuovo edificio si ispira alle acque della baia di San Francisco: è costituita da più di 700 pannelli di vetroresina rinforzati con polimeri che sembrano riprodurre il movimento delle onde.  Una facciata che cambia colore nel corso della giornata, grazie ai cristalli di silicato inseriti nella superficie dei pannelli, che consentono di catturare le diverse sfumature di luce.

San Francisco

San Francisco Museum of Modern Art

Tante le novità che attendono i visitatori: prima fra tutte l’esposizione di 260 pezzi provenienti dalla rinomata Fisher Collection, di Doris e Don Fisher i mitici fondatori di GAP, azienda nata a San Francisco nel 1969. La galleria più ampia del museo è invece dedicata al Pritzker Center for Photography, uno spazio multifunzionale che comprende esposizioni di fotografie temporanee e permanenti, un laboratorio di ricerca dedicato agli studenti e la Photography Interpretive Gallery, che permetterà ai visitatori di comprendere come la fotografia riesce a modellare la percezione di quello che osserviamo. Nuova partnership anche con la San Francisco Film Society, che consentirà al SFMOMA di mettere in programma una rassegna permanente di film intitolata “Modern Cinema”, pellicole che saranno proiettate nel rinnovato Phyllis Wattis Theater.

Ricordiamo che l’ingresso è gratuito in tutte le aree espositive per i minori di 18 anni e l’accesso è libero per tutti i visitatori ai quattromila metri quadri del piano terra del museo.
Per maggiori informazioni: www.sanfrancisco.travel.

© RIPRODUZIONE RISERVATA