Domenica 24 Marzo 2019 - Anno XVI
Terrazza del Mont Fort con vista sul Cervino (Photo © Dario Bragaglia - Mondointasca.it)

Terrazza del Mont Fort con vista sul Cervino (Photo © Dario Bragaglia - Mondointasca.it)

Nendaz, nel cuore delle quattro Vallées

Discese sugli sci e tradizioni del Vallese svizzero a due passi dall’Italia. Oltre 400 chilometri di piste e 92 impianti di risalita. Nendaz è situata fra Chamonix e Zermatt con vista su Monte Bianco e Cervino

©-Photo-Dario-Bragaglia Nendaz Sulle piste del comprensorio delle 4 Vallées

Sulle piste del comprensorio delle 4 Vallées (Photo © Dario Bragaglia – Mondointasca.it)

Nendaz si trova nel cuore del Vallese svizzero e al centro del vasto comprensorio sciistico delle 4 Vallées, che comprende altre stazioni famose come Verbier, Veysonnaz, Thyon e La Tzoumaz. Complessivamente a disposizione degli appassionati di sci ci sono oltre 400 chilometri di piste servite da 92 impianti di risalita. Ma anche chi non pratica lo sci alpino avrà altre possibilità di praticare attività sportive sui 12 chilometri di piste di sci di fondo, 100 chilometri di piste di neve battute per i camminatori e 40 chilometri di piste per racchette da neve. Si può dire che ce n’è per tutti i gusti. Su circa 655.000 pernottamenti annui, gli Italiani sono  solo lo 0,7%: una dato che potrebbe essere migliorato, perché Nendaz si trova piuttosto vicino al confine ed è facilmente raggiungibile anche senza auto.

Sperimentare lo Swiss Travel Pass

Nendaz ©-Photo-Dario-Bragagli Gita-con-le-ciaspole

Gita con le ciaspole (Photo © Dario Bragaglia – Mondointasca.it)

Con i frequenti collegamenti Italia-Svizzera da Milano Centrale si viaggia comodamente fino a Sion, la bella capitale del Vallese. Di qui un bus in circa 45 minuti vi condurrà a Haute-Nendaz. Un modo per sperimentare lo Swiss Travel Pass che permette di viaggiare in modo illimitato (a seconda della durata del biglietto acquistato) su treni, bus e battelli e avere sconti fino al 50% sui treni di montagna e l’ingresso gratuito in più di 500 musei. Tanto per dare un’idea della comodità, partendo attorno alle ore 8,30 da Milano alle 12 si scende nella stazione dei bus di Nendaz e in pochi passi si entra nell’hotel prescelto per il soggiorno.

Nendaz mette a disposizione degli ospiti circa 400 posti letto in hotel, oltre a numerosi bed & breakfast, rifugi, e appartamenti per gruppi. Chi non vuole rinunciare all’auto, dopo aver valicato il confine al Passo del Sempione o con tunnel del Gran San Bernardo, deve percorre l’autostrada che discende la valle del Rodano. Dall’uscita Sion Ouest sono poi solo 15 chilometri in salita fino a Nendaz che è un comune che si estende dai 480 metri di altitudine (valle del Rodano) ai 3.300 metri del Mont-Fort, la stazione di arrivo più alta del comprensorio.

Terrazza con vista su Monte Bianco e Cervino

Nendaz ©-Photo-Dario-Bragaglia Piste-comprensorio-delle-4-Vallées-Vista-sul-massiccio-del-Monte-Bianco

Vista sul massiccio del Monte Bianco (Photo © Dario Bragaglia – Mondointasca.it)

Un luogo che vale la pena di raggiungere per il panorama che si gode: siamo su una cresta che è idealmente posta fra Chamonix e Zermatt, quindi fra il Monte Bianco e il Cervino. I due colossi delle Alpi si scorgono entrambi molto bene da questo privilegiato punto di osservazione. Da qui si può imboccare un’incredibile discesa di più di 1.600 metri di dislivello che conduce fino a Siviez, anche se la prima parte del tracciato è riservata a sciatori esperti.
Bisogna anche sottolineare che Nendaz è una destinazione molto attenta alle famiglie e può avvalersi fin dal 1997 del marchio “Family Destination” che segnala l’eccellenza in questo segmento di mercato. Molte le attività dedicate ai bambini o quelle che le famiglie possono intraprendere insieme, adulti e bambini.

Nendaz: 15 villaggi con un ricco ecosistema

Nendaz ©-Photo-Dario-Bragagli Sulle-piste-del-comprensorio-delle-4-Vallées-2

Panoramica sulle piste del comprensorio delle 4 Vallées (Photo © Dario Bragaglia – Mondointasca.it)

L’estrema differenza di altitudine, fra la pianura e l’alta montagna, i 15 diversi villaggi sparsi nel raggio di pochi chilometri, fanno di Nandaz un comune ricco di contasti in quanto a ecosistemi e tradizioni legati a diversi stili di vita e architettonici, flora e fauna molto varie, all’allevamento delle mucche di razza Hérens, alla produzione di miele, carne secca,  formaggi e vini.
Il vero ambasciatore della regione è però l’albicocca. Se ne coltivano decine di varietà, da degustare fresche in stagione (da giugno a settembre) oppure secche, trasformate in marmellata o sciroppo. L’emblema della valle è l’abricotine, ovvero schnapps all’albicocca. Un classico brindisi che corona ogni autentico pranzo vallesano.

Nendaz capitale dell’Alphorn, il corno delle Alpi

Nendaz Alphorn-Corno-delle-Alpi-foto-Wouter-Hagens

Concerto con l’Alphorn, il Corno delle Alpi (Photo: Wouter Hagens)

Nendaz è anche conosciuta per essere la capitale dell’ Alphorn, il corno delle Alpi, strumento imprescindibile della cultura musicale svizzera. Ogni anno in luglio (quest’anno dal 26 al 28) viene organizzato il Valais Drink Pure Festival che è considerato il principale festival dedicato al corno delle Alpi. E’ l’occasione per ascoltare band composte da centinaia di elementi, assistere alle danze tradizionali, seguire la grande processione e, perché no, partecipare ai workshops dove si impara a montare e a suonare il corno. Il concorso vede i candidati provenienti da tutta la Svizzera, ma anche da Francia, Germania, Belgio, Stati Uniti e Italia, esibirsi davanti a una giuria di esperti bendati.

Dove dormire

Nendaz ©-Photo-Dario-Bragaglia-Carnotzet-L’Aigle

Carnotzet L’Aigle (Photo © Dario Bragaglia – Mondointasca.it)

Hotel Nendaz 4 Vallées (www.hotelnendaz4vallees.ch) Quattro stelle superior in stile vallesano contemporaneo, situato nel cuore di Haute-Nendaz. Per degustare le specialità regionali (raclette, fondue, assiette valleisanne) in un ambiente tipico c’è il Carnotzet L’Aigle. E dopo una giornata sugli sci o trascorsa a camminare nella natura ci si può rilassare nella Spa des Bisses, uno spazio dedicato al benessere di 2.200 metri quadrati che comprende una piscina riscaldata all’aperto.

Dove mangiare

©-Photo-Dario-Bragaglia Nendaz Auberge-des-Bisses

Auberge des Bisses (Photo © Dario Bragaglia – Mondointasca.it)

Auberge des Bisses, Route de Planchouet 208 (www.bisses.com) Le bisses sono i canali di irrigazione vallesani, testimonianza storica della vita economica e sociale del Cantone, sparsi un po’ dovunque. Molte bisses sono state trasformate in itinerari turistici per camminatori. E proprio vicino ad alcune bisses, fra Nendaz e Siviez, si trova questo accogliente auberge che offre una schietta cucina del territorio, in un ambiente rivestito di legno: piacevole a mezzogiorno per la terrazza soleggiata, intimo la sera, con le luci della locanda che illuminano la valle.

Restaurant Le Grenier, Route de la Télécabine 40. Haute-Nendaz

Info: Vallese: www.valais.ch  – Nendaz: www.nendaz.ch

Leggi anche:

Calabria: paesaggi spettacolari tra montagna e mare

Tofane: sciare, ciaspolare, cenare sotto le stelle

Sciare a Les Gets in Alta Savoia nel comprensorio delle Portes du Soleil

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA