Lunedì 18 Febbraio 2019 - Anno XVI
Rifugio Ra Valles

Rifugio Ra Valles

Tofane: sciare, ciaspolare, cenare sotto le stelle

Aperta la pista Stries che fa scendere a Cortina con gli sci ai piedi. Le proposte del comprensorio per vivere il benessere della montagna. Guardare l’alba in alta quota. Ciaspolare al chiaro di luna. Cena sotto le stelle in quota con esperti astronomi

Tofane-Tofana-Bus-TofanaLa neve caduta abbondante rende l’inverno 2019 sempre più entusiasmante sull’arco alpino. Sul massiccio delle Dolomiti orientali a Le Tofane è stata aperta la pista Stries che permette di rientrare nella città di Cortina con gli sci ai piedi. Una pista facile che si snoda attraverso un incantevole bosco di abeti. Con la funivia Tofana – Freccia nel cielo e la seggiovia Bus Tofana è possibile raggiungere a quota 2.828 metri la pista da sci più lunga di Cortina con un dislivello sciabile di 1.686 metri. In questo periodo è possibile trovare solo neve naturale. Per gli appassionati dello sci è un’esperienza da non perdere. Da segnalare anche le piste A e B a Col Druscié (rinnovate in vista dei Mondiali di sci del 2021). I più bravi e temerari dello sci adrenalinico si potranno sfidare sulla pista nera a Forcella Rossa.

Con le ciaspole per godere la natura e il benessere della montagna

Tofane pian-ra-valles_snowshoes-trail

Pian Ra Valles, snowshoes trail

Nel comprensorio delle Tofane l’inverno offre esperienze per vivere la natura e il benessere della montagna con le ciaspole ai piedi, sia di giorno che di notte. Per chi ama la natura con i colori brillanti del giorno, il sentiero panoramico in alta quota Trail Pian Ra Valles è la passeggiata da fare a quota 2.400 m. Lungo il percorso si è affascinati dalle cime delle Dolomiti d’Ampezzo, come Monte Cristallo, Pomagagnon, Croda Rossa, Monte Faloria, Monte Sorapìs e Tofana di Mezzo. Si possono aggiungere a questo percorso escursioni più impegnative come il Trail Cacciatori a quota 2.600 m nei pressi dei Canalini di Ra Valles.
Per gli amanti della natura avvolta dalla notte e dalle stelle le ciaspolate al chiaro di luna con tappa finale al Ristorante Capanna Ra Valles (2.475 m) in programma il 16 febbraio e il 20 marzo.

Tofane: assistere alla nascita dell’alba dal rifugio Ra Valles

Tofane Alba sul massiccio delle Dolomiti

Alba sul massiccio delle Dolomiti

Il 9 febbraio si può assistere alla nascita del giorno tra le montagne di Cortina nella spettacolare cornice delle Tofane sia per coloro che vogliono provare il fascino di sciare sulle piste immacolate che per tutti gli appassionati delle sensazioni che regala la montagna. Quando è ancora buio la prima funivia porta al rifugio Ra Valles, a 2.475 metri d’altitudine in tempo per assistere alla magica colorazione con i toni del rosa e dell’arancio con cui il sole tinge le cime circostanti, mentre si gusta un’eccellente colazione tipica.
Per informazioni e prenotazioni, rivolgersi a info@freccianelcielo.com o chiamare lo 0436/5052.

Astrocene a Col Druscié ogni giovedì sera fino a Marzo

Tofane Col-DrusciéTutti i giovedì sera fino a marzo si organizzano aperitivo e cena sotto le stelle a Col Druscié (a 1.778 m raggiungibili con la funivia). Il prossimo appuntamento è per giovedì 7 febbraio. La formula di questo evento è consolidata e raccoglie sempre più estimatori. Comincia con l’aperitivo vicino alle fiamme del fuoco nel buio che avvolge la montagna. Prosegue con  la cena al Ristorante Col Druscié che stuzzica il palato a ogni portata. Infine si conclude col piatto forte dello spettacolo offerto dal meraviglioso cielo di Cortina raccontato dagli esperti dell’Associazione Astronomica Cortina Stelle. A Col Druscié l’Osservatorio Astronomico Helmut Ullrich con i suoi potenti telescopi offre dei punti di vista impareggiabili.
Info e prenotazione: www.freccianelCielo.com/eventi mail: gastronomia@freccianelCielo.com o chiamando  340 7967039/ 0436862372.

Leggi anche:

Sciare a Les Gets in Alta Savoia nel comprensorio delle Portes du Soleil

Adamello Ski Raid, tutto è pronto per la settima edizione

La birra belga Patrimonio Unesco. Esperienza sensoriale nelle Fiandre

© RIPRODUZIONE RISERVATA