Domenica 21 Luglio 2019 - Anno XVII
Bosco dell'Aspromonte (foto: V. Ielacqua)

Bosco dell'Aspromonte (foto: V. Ielacqua)

Segni, impronte e armonie di un Aspromonte che educa

Partito il nuovo progetto di educazione ambientale “Segni, impronte e armonie di un Aspromonte che educa” a cura del Parco Nazionale dell’Aspromonte. Educare e coinvolgere la collettività alla tutela degli ecosistemi e alla biodiversità.

Trekking-Aspromonte-Sentiero-Inglese

Trekking in Aspromonte

Ha preso il via l’innovativo “eco progetto” dal titolo “Segni, impronte e armonie di un Aspromonte che educa”. Scopo della iniziativa, molto ambizioso, è far conoscere la biodiversità dell’Aspromonte.  Ma non solo. L’intento è anche di educare alla tutela degli ecosistemi, coinvolgendo attivamente la collettività nel processo di salvaguardia e di rispetto dell’ambiente.
Segni, impronte e armonie di un Aspromonte che educa” è il nuovo progetto di educazione ambientale a cura del Parco Nazionale dell’Aspromonte. Selezionato tra i soggetti beneficiari del finanziamento promosso dalla Regione Calabria nell’ambito del Por 2014-2020 Piano di Azione 6.5.A.1 “Azioni previste nei Prioritized Action Framework (PAF) e nei Piani di gestione della Rete Natura 2000”.

Lasciare segni e impronte

Sabrina Santagati

Sabrina Santagati

Il Parco dell’Aspromonte si avvarrà dei suoi interpreti migliori: educatori, animatori ed esperti di settore, per realizzare il progetto. Attraverso un approccio trans-multidisciplinare basato su diverse metodologie integrate e innovative, vuole avviare una nuova fase di valorizzazione del proprio patrimonio. Una metodologia per facilitare il percorso di scoperta, apprendimento e presa di coscienza dei valori e delle eccellenze del territorio. L’obiettivo è quello di formare competenze, sviluppare talenti e incoraggiare l’assunzione di comportamenti virtuosi nei confronti dell’ambiente. Per garantire un’azione educativa capillare verrà coinvolto il mondo scolastico.  La sensibilizzazione della cittadinanza alle tematiche trattate sarà promossa mediante visite guidate, eventi pubblici e divulgativi.

Il progetto, coordinato dalla dott.ssa Sabrina Santagati, avrà la durata di 24 mesi. Incontri si svolgeranno presso Istituti scolastici e all’Osservatorio della Biodiversità di Cucullaro. Ci saranno uscite in natura guidate nei Boschi d’Aspromonte e nei luoghi maggiormente caratterizzati da ricca biodiversità. Si svilupperà attraverso vari segmenti applicativi: lezioni, seminari, workshop, esercitazioni laboratoriali e ricostruzione degli ambienti tramite diorami.

Info: www.parcoaspromonte.gov.it/ente-parco/

Leggi anche:

Nella Calabria Grecanica rinasce il Sentiero dell’Inglese

Il Parco dell’Aspromonte festeggia la Giornata Europea dei Parchi al Quirinale

Biodiversità ed ecosistemi, allarme dalle Nazioni Unite

© RIPRODUZIONE RISERVATA