Domenica 26 Giugno 2022 - Anno XX
Complesso archeologico, cittadella di Kuélap (ph. Daniel Silva)

Complesso archeologico, cittadella di Kuélap (ph. Daniel Silva)

Nord del Perù tra cultura e natura

Viaggiare in Perù seguendo un itinerario insolito. Andiamo a scoprire il Nord del Paese altrettanto ricco di storia, cultura e natura. Da Huaraz, ai piedi della Cordillera Blanca, a Trujillo per visitare la più grande città in argilla delle Americhe costruita dalla civiltà Chimu. Nella Regione di Amazonas sino alle coste del Perù, lungo la Panamerica.

Perù Macchu Picchu

Macchu Picchu

Si è tornato a viaggiare e con l’arrivo dell’estate sono ripresi anche i viaggi a lungo raggio. Molti i paesi che hanno riaperto ai turisti. Tra questi anche il Perù che sta cercando di proporre itinerari naturalistici e in località meno frequentati dal turismo di massa. Il Perù è un paese che non ha certo bisogno di motivazioni per essere visitato. Qui si incontra una cultura millenaria, paesaggi naturali che incantano ed emozionano. Un popolo gentile, accogliente e sempre sorridente. Oltre al più conosciuto e visitato Machu Picchu, la vecchia montagna, il sito archeologico che sorge sulle Ande peruviane, sopra la valle del fiume Urubamba, c’è tanto altro da scoprire.

Il Perù ospita oltre 5000 siti archeologici. Molti dei quali tuttora circondati da mistero. Viaggiare in Perù è come tornare indietro nel tempo riscoprendo l’affascinante vita degli Incas e dei Chancas, dei Chachapoyas, dei Mochicas e dei Wari; o le imponenti opere architettoniche, l’arte e le origini della storia del Paese.

Siti Patrimonio Unesco e aree naturali

Nord Perù San Martin

Fauna (ph. Ernesto Benavides)

Il Perù custodisce 13 tesori considerati Patrimonio Mondiale dall’Unesco e ospita 84 delle 117 aree naturali presenti sul pianeta. È anche uno dei dieci Paesi con maggiore diversità biologica e risorse naturali del mondo. Sono oltre 200 le aree naturali protette; 84 delle 117 aree naturali che esistono sul pianeta si trovano qui: 14 parchi nazionali, 15 riserve, 9 santuari e 11 zone protette. La fauna registra oltre 1800 specie di uccelli e il 10% di rettili, mammiferi e pesci del pianeta; ospita inoltre 3500 varietà di orchidee. Una località in grado di accogliere qualunque tipologia di viaggiatore.

Itinerario insolito tra cultura e natura nel Nord del Perù

Nord Perù Huascaran National Park

Huascaran National Park

Il Nord del Perù è uno degli itinerari poco frequentato ma altrettanto ricco di storia che merita di essere scoperto. Il nostro itinerario parte da Huaraz, a nord di Lima. Si tratta di una piccola cittadina a 3.000 metri di altezza e situata ai piedi della Cordillera Blanca, punto di partenza per scoprire alcuni tra i paesaggi naturali tra i più belli al mondo. Situata nella parte centrale della valle di Callejon de Huaylas e capitale della regione di Ancash.

La sua bellezza risiede negli incredibili panorami naturali di cui è circondata: vette innevate, vallate immerse nel verde, foreste e laghi immacolati, imponenti ghiacciai. A poca distanza, il Huascaran National Park custodisce l’omonima montagna, che con i suoi 6.768 metri, è in assoluto la più alta di tutto il Perù. Dalla città si parte anche per la visita al sito di Chavin de Huantar; l’omonima civiltà che è anche una delle più antiche del continente.

A Trujillo e a Chan Chan la città di argilla

Chan Chan la città di argilla

Chan Chan la città di argilla

Ci spostiamo ancora più a nord nella cittadina coloniale di Trujillo. A distanza di 5 km si raggiunge il sito di Chan Chan, la più grande città in argilla delle Americhe costruita dalla civiltà Chimu, prima dell’ascesa degli Inca. È un sito grandioso, situato a pochi chilometri dalla costa. Edificato interamente in argilla essiccata è Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco dal 1986. Andando ancora più a ritroso nel tempo, 700 anni addietro, si scoprono i segreti di una civiltà Moche ancora più complessa e affascinante. Per conoscerla bisogna raggiungere il sito di Huaca della Luna, il principale centro cerimoniale di questo antico popolo.

La Ruta Moche è un itinerario che si snoda tra storia, arte, cultura e divinità, attraverso palazzi incantevoli, tesori inimmaginabili e templi di immensa meraviglia. La civiltà dei Moche, il cui nome deriva molto verosimilmente dalla lingua parlata, il “Muchik”, è stata la più famosa del Perù. Si stima essere vissuta nel periodo chiamato “Primo Periodo Intermedio” tra il 200 a.C. e il 600 d.C.; occupando un vasto territorio, prevalentemente desertico, tra la località di Piura e la valle di Nepena.

Nord del Perù: natura, sport, relax

Regione Amazonas Cascata di Gocta (ph. Renzo Tasso)

Regione Amazonas Cascata di Gocta (ph. Renzo Tasso)

Nella Regione di Amazonas la foresta fa da padrona. Un luogo adatto ai naturalisti che qui possono trovare microclimi privilegiati ed ecosistemi unici al mondo; siti archeologici come la cittadella di Kuelap (costruita tra la foresta e le Ande); costruzioni coloniali e misteriose tombe, eredità di un’epoca nella quale regnò la cultura Chachapoyas. In questa regione si trovano anche le cascate di Gocta, un’impressionante caduta d’acqua alta 771 metri, tra le cascate più alte al mondo.

Le coste del Perù, 3.000 km lungo la Panamerica, sono un susseguirsi di spiagge. Sul litorale di Piura e di Tumbes all’estremo Nord del Perù, è possibile trovare spiagge adatte a coppie e viaggiatori che cercano pace e tranquillità. Non solo queste spiagge sono anche perfette per giovani surfisti. In molti nella regione di Piura si recano per cercare l’onda perfetta; o anche nella zona di Trujillo dove i più esperti si trovano a Chicama per ammirare l’onda sinistra più lunga al mondo.

Leggi anche:

Perù 3. Cusco ombelico del mondo andino

Giappone tappa 8: la mistica e autentica Ise

Off Rome 4: nella terra dei Colonna da Palestrina a Zagarolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA