Mercoledì 17 Agosto 2022 - Anno XX
Panorama sullo Skyline di Nijmegen (ph. Roger Veringmeier, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons)

Panorama sullo Skyline di Nijmegen (ph. Roger Veringmeier, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons)

Vierdaagse: la “Quattro giorni di Nimega”

Risale a oltre un secolo fa il più grande evento di marcia di più giorni al mondo. Dalla città olandese di Nijmegen nella terza settimana di luglio di ogni anno prende il via la marcia non competitiva dei Quattro giorni di Nimega.

La partenza del 1997 alla Quattro giorni di Nimega (ph. Vincent de Groot)

La partenza del 1997 alla Quattro giorni di Nimega (ph. Vincent de Groot)

La Quattro giorni di Nimega è una corsa internazionale non competitiva (in olandese, Internationale Vierdaagse Afstandsmarsen Nijmegen) per promuovere lo sport e l’attività fisica. Alla prima edizione nel 1909 vi presero parte circa 300 concorrenti. La gara concepita per mantenere in efficienza fisica i soldati dell’esercito olandese, prese il via da 13 località differenti. Ma già dall’anno successivo venne deciso di far partire la marcia da un’unica località. Da oltre un secolo, ogni anno, si svolge nella terza settimana di luglio e registra un gran numero di concorrenti. La Marcia dei Quattro Giorni di Nimega resta la più grande manifestazione di marcia al mondo. Dopo essere stata cancellata per due volte a causa della pandemia COVID-19, quest’anno si riparte sempre nella città olandese di Nijmegen.

Le origini storiche della “Quattro giorni di Nimega”

Quattro giornate Nimega vista da Laura

Nimega vista da Laura

L’origine delle Quattro Giornate di Nijmegen risiede in eventi sportivi per le unità dell’esercito tenutisi in tutti i Paesi Bassi tra il 1904 e il 1908. L’obiettivo di questi eventi era quello di migliorare le condizioni fisiche dei soldati di leva. Nel 1909, l’Associazione olandese di educazione fisica (oggi KNBLO) iniziò a organizzare quattro giorni di marcia, che partivano da tredici luoghi diversi dei Paesi Bassi. Quel primo anno marciarono 306 persone, la maggior parte delle quali erano soldati.

Dal 1910, la Vierdaagse divenne un evento annuale, con sede in una città diversa ogni anno. La mobilitazione durante la Prima Guerra Mondiale fece sì che nel 1914 e nel 1915 non si tenessero marce. Nel 1919 una donna per la prima volta completò il percorso ma non le venne dato il riconoscimento della medaglia. La Marcia dei Quattro Giorni del 1928 fu la prima ad avere partecipanti internazionali. Tedeschi, britannici, norvegesi e francesi si trovarono a marciare insieme agli olandesi.

Sempre più partecipanti ogni anno

Nel 1937, oltre quattromila persone parteciparono all’evento. Le Marce dei Quattro Giorni si stavano lentamente trasformando da una marcia su lunga distanza organizzata dai soldati per i soldati in un evento a piedi promosso da un’organizzazione civile (a cui partecipavano anche i soldati).

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, il numero di partecipanti continuò a crescere. Nel 1960 si contavano circa 15.000 camminatori. Da allora, il numero di persone è aumentato di 10.000 unità ogni decennio, fino a raggiungere il picco di 45.000 partecipanti. Per assurdo, i visitatori abituali di NetBet sono in maggior numero.

La città di Nimega

Veduta di Nimega in un quadro del 1641

Veduta di Nimega in un quadro del 1641di Jan van Goyen – www.museumhetvalkhof.nl

Nimega è una città dei Paesi Bassi di circa 160.000 abitanti. Si trova nella provincia della Gheldria, a pochi chilometri dalla Germania. È considerata la più antica città del paese. Nel 2005 festeggiò duemila anni di storia. La marcia costituisce un evento per la città di Nimega, ed è accompagnata da un’intera settimana di festival. Comincia il sabato prima della partenza e si conclude il venerdì, giorno dell’arrivo, attirando ogni anno circa un milione di persone. Gli ultimi chilometri del percorso sono fiancheggiati da tribune affollate di pubblico e accolti da manifestazioni di entusiasmo. Subito prima di questa parte del percorso “spettacolare” i gruppi militari dispongono di un terreno per cambiarsi, in modo che questo tratto viene percorso in uniforme da parata.

Per la prima volta, nel 1912, la manifestazione ha fatto tappa a Nimega. Grazie all’ospitalità dimostrata nella caserma Prins Hendrik, nel 1925 vi si stabili. Intorno al 1930, l’interesse internazionale per l’evento divenne evidente in tutto il Paese e altre città si candidarono per ospitarlo. Tuttavia, Nimega aveva dimostrato la sua ospitalità e i percorsi di trekking unici e variegati della zona fecero sì che la Marcia dei Quattro Giorni rimanesse lì. I camminatori provenienti da tutto il mondo sono ospitati in scuole, edifici pubblici e case della gente. Nijmegen è oggi la città per eccellenza delle Quattro Giornate.

Leggi anche:

La Foresta Amazzonica riapre all’ecoturismo

Viaggio eco-sostenibile nell’arcipelago delle Filippine

Bruxelles: i colori del Tapis de Fleurs ricoprono la Grand Place

© RIPRODUZIONE RISERVATA