Venerdì 9 Dicembre 2022 - Anno XX
Aereo in fase di atterraggio all'aeroporto di Trapani

Aereo in fase di atterraggio all'aeroporto di Trapani

Airgest aumenta i voli invernali per La Valletta

I collegamenti con Malta dall’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani saranno operati da Ryanair. Malta è l’unica destinazione extra-nazionale nella programmazione invernale dell’Airgest con due voli settimanali. Dalla prossima estate passeranno a 5 tratte settimanali.

Airgest Aeroporto Trapani Vincenzo FlorioUn piccolo universo mediterraneo al quale si mischiano non poche testimonianze islamiche e inglesi. L’Arcipelago di Malta è un millenario crocevia sulle rotte delle più prospere civiltà del Mare Nostrum. Situato a circa 300 chilometri dalla costa nordafricana ma a soli 93 da quella meridionale della Sicilia. Raggiungibile con un volo di 40 minuti scarsi dagli aeroporti principali siciliani.

Una vicinanza all’Italia che adesso sarà rafforzata con dei nuovi collegamenti aerei da Trapani anche per la stagione turistica invernale. I voli saranno operati dalla compagnia irlandese Ryanair. Due voli settimanali dall’aeroporto Vincenzo Florio: unica destinazione extra-nazionale nella programmazione invernale dell’Airgest, la società di gestione dello scalo trapanese. La frequenza dei collegamenti tra Trapani e La Valletta, aumenterà nell’estate del 2023 fino a 5 tratte. Un ‘ponte’ aereo funzionale a far scoprire il denso patrimonio culturale che ribolle sotto l’immagine di meta turistica che offre soprattutto sole mare e casinò.

Scambi culturali e promozione del territorio

Airgest Trapani aeroporto Ester-Tamasi e Salvatore Ombra

Ester Tamasi e Salvatore Ombra

“Implementare i collegamenti nei trasporti tra Malta e Sicilia significa anche migliorare lo scambio culturale tra le due isole”, dice Ester Tamasi, direttore della Malta Tourism Authority. “Per Malta la Sicilia è un mercato prioritario che intendiamo supportare mediante continue collaborazioni con enti e operatori turistici. Portiamo avanti continui investimenti sul territorio siciliano, sia in termini pubblicitari sui media locali, sia con la costante presenza negli eventi organizzati nella regione. Partendo dai legami culturali che storicamente ci uniscono, puntiamo a incrementare ancor di più questa collaborazione in futuro”, ha concluso Tamasi.

Una prassi, quella di promuovere i territori collegati da un volo, “che andrebbe attuata anche nella provincia di Trapani. Un modo per sfruttare meglio le sue ricchezze e risorse naturali”, afferma il presidente di Airgest, Salvatore Ombra. “Per queste e altre ragioni le amministrazioni trapanesi dovrebbero seguire l’esempio di Malta e decidersi a fare rete”.

Info: aeroporto di Trapani

Leggi anche:

Quattro nuovi borghi si tingono di arancione

La Festa delle Streghe di Corinaldo

Si fa presto a dire tartufo: dalla caccia alla tavola

© RIPRODUZIONE RISERVATA