Venerdì 9 Dicembre 2022 - Anno XX
Elogio della morbidezza ai primi freddi autunnali

Elogio della morbidezza ai primi freddi autunnali

Niente di meglio, in questi primi freddi autunnali, che avvolgersi in capi morbidi, caldi, confortevoli. Un elogio della morbidezza con fibre naturali rispettose dell’ambiente e con un tocco di ispirazione artistica.

Elogio della morbidezza con il cashmere riciclato

elogio della morbidezza Giacca MateL’industria di riciclo degli stracci di lana, con la tecnica della cardatura, nata a Prato, è vecchia di centinaia di anni. Il cashmere riciclato sfrutta lo stesso procedimento. Il marchio MATE Cashmere con l’antica tecnica della cardatura e con l’esperienza dei fondatori e dei suoi addetti, realizza capi di abbigliamento, rigenerando vecchie maglie. Il nuovo filato conserva la morbidezza e i colori del filato originale. Il marchio fa capo a Tesma Cashmere, azienda di trasformazione delle materie prime tessili fondata nel 1990 da Edoardo Mariotti e dalla moglie Claudia Carlotti.

Selezionando i capi per colori omogenei, viene eliminato completamente il processo di tintura, risparmiando acqua e sostanze chimiche. Non solo, l’utilizzo del cashmere riciclato contiene l’uso di materie prime vergini. Eliminando l’utilizzo di sostanze chimiche tossiche e riducendo le emissioni di CO2, l’impiego di acqua e di energia, l’impatto ambientale risulta vicino allo zero. Infatti il filato di cashmere riciclato è certificato e garantito Global Recycle Standard. Col marchio MATE vengono prodotti e distribuiti capi di abbigliamento sia da donna sia da uomo (maglieria, gilè, pullover, mantelle, cardigan, giacche e cappotti) e accessori (cappelli, sciarpe); oltre a prodotti per la casa (coperte, cuscini).

Arte da indossare

elogio morbidezza Drumohr-FW-22-23Il mondo Knit di Drumohr prende ispirazione dalle rarefatte suggestioni dell’artista giapponese Hiroshi Sugimoto nella sua serie ‘Opticks’; infatti ne replica gli effetti grafici attraverso lavorazioni degradè e moulinè che si sommano con continuità alle texture tridimensionali. Il risultato? Lavorazioni inedite, geometrie e giochi ottici che mimano l’esperimento del prisma di Newton, ed è subito “arte da indossare”. Il marchio nasce nel 1770 a Drumfries, in Scozia, con collezioni di maglieria di alto livello che nel tempo conquistano la più selezionata clientela internazionale.

Nel 2006 il marchio inglese è stato acquisito dal Gruppo Ciocca, azienda storica nel settore della maglieria. che ha trasferito la produzione dalla Scozia in Italia traducendo i valori della tradizione inglese con il gusto e il savoir faire italiano. È il 1912 quando Luigi Ciocca apre il calzificio che porta il suo nome, guidato ora dalla quarta generazione della famiglia. Furono i primi anni ‘30 gli anni della vera svolta. Il figlio Giuseppe prende le redini dell’impresa e con capacità e determinazione, nonostante gli anni difficili del conflitto bellico e del primo dopoguerra – grazie anche a una costante ricerca tecnologica e stilistica – porta il Calzificio Ciocca ad essere oggi una delle aziende leader in Italia per la produzione di calze in lana, cotone e molte altre fibre.

Elogio della morbidezza nei capi artistici

morbidezza Malo-MLU-22Tempo e dedizione per chi vuole indossare il saper fare firmato Malo attraverso capi unici. Maglioni in morbidissima alpaca, tra le fibre più preziose che esistano, seta e lana, realizzati con texture artistiche e artigianali come il batik e il rullato. Tecniche manuali di tintura che creano fantasie astratte, mai uguali e che rendono ogni capo unico. L’essenza manifatturiera e l’anima artistica della maison fiorentina si manifestano in tutta la loro bellezza e unicità in questi due modelli dalla vestibilità over.

Il maglione in alpaca, seta e lana realizzato con tecnica batik, consiste nell’immergere il capo nella tintura, dopo averlo annodato a mano. Essendo una tecnica manuale, non esisterà mai un capo uguale a un altro. Invece il maglione sempre in alpaca, seta e lana, una volta finito, viene dipinto a mano con un rullo e della tintura blu. Anche in questo caso, essendo una tecnica manuale, non esisterà mai un capo uguale a un altro.mInoltre, massima attenzione alla sostenibilità: tutte le tinture impiegate sono approvate e certificate secondo il Global Organic Textile Standard (GOTS). I capi realizzati con tecnica batik e del rullato fanno parte della collezione autunno-inverno 22/23 “Authentic Charme”.

Elogio della morbidezza: le bamboo socks

bamboo-socksNuovo lancio all’insegna della moda sostenibile da parte del brand Innbamboo. Le calze sono disponibili in 8 decori ispirati alla bellezza delle città toscane; inoltre si caratterizzano per una perfetta sintesi tra stile, vestibilità e naturalezza. Un elogio alla morbidezza anche le novità della collezione autunno-inverno, che contiene quattro decori ispirati al mondo delle fiabe per la serie Foulard Bamboo Junior, dedicata ai più piccoli. Prosegue il lavoro per trovare sempre nuove forme di sintesi tra ricercatezza fashion e vocazione green. L’ultima creazione della casa fiorentina sono le Bamboo Socks®, prima linea di calze da donna in filato di bambù che permette di indossare anche ai piedi il perfetto mix tra comfort e stile naturale.

Ideate e prodotte interamente a Firenze, le nuove calze sono realizzate con il 70% di filato di bambù, il 28% di cotone e il restante 2% di elastan, a sua volta rivestito con cotone certificato. Una formula che permette al piede di essere a contatto solo con fibre di origine naturale di qualità certificata, per un risultato confortevole e appagante. Oltre all’elogio della morbidezza le rende anche particolarmente tenaci e durevoli, grazie alla capacità del tessuto di rigenerarsi a ogni lavaggio. Come tutti gli altri capi e accessori firmati Innbamboo, anche le Bamboo Socks® godono dei benefici del filato di bambù. Per esempio le proprietà antibatteriche e termoregolatrici, consentono di indossarle in ogni stagione e in qualsiasi condizione climatica.

Leggi anche:

Sperimentazioni in guardaroba e non solo

Una informale semplicità

Eleganza in vista!

© RIPRODUZIONE RISERVATA