Sabato 20 Aprile 2024 - Anno XXII

Mototurismo green: 10 destinazioni da non perdere

La primavera e uno dei periodi migliori per i viaggi a bordo di una moto. Per gli appassionati delle due ruote ecco dieci itinerari europei da scoprire con una moto elettrica all’insegna del mototurismo green. Consigli di viaggio utili.

moto elettrica Courtesy of Zero Motorcycles_DSR_X Black Forest Edition
In moto elettrica (Courtesy of Zero Motorcycles DSRX Black Forest Edition)

Il sole e la bella stagione sono due elementi che stimolano gli amanti delle due ruote a prendere il largo. Con la primavera si cominciano a fare gite fuori porta e programmare delle vere e proprie vacanze.

Tra i centauri è crescente la consapevolezza delle problematiche ambientali. Infatti sono sempre di più coloro che adottano pratiche sostenibili quando si spostano nel tempo libero. Una indagine condotta da PiratinViaggio su Instagram ha registrato che il 60% degli utenti sarebbe interessato a vivere una vacanza in moto.

In giro per l’Europa in sella a una moto elettrica
Moto elettrica Zero DSR X Black Forest
Zero DSR X Black Forest

Viaggiare o fare turismo in sella ad una moto elettrica è una precisa scelta rispettosa dell’ambiente. Il mototurismo elettrico rappresenta oggi un’opportunità per scoprire le bellezze, la cultura e il valore dei territori unendo la passione per le due ruote con l’impegno per il Pianeta.

La primavera e uno dei periodi migliori per i viaggi a bordo di una moto. PiratinViaggio e Zero Motorcycle s – pioniere nella rivoluzione della mobilità elettrica su due ruote – suggeriscono ai lettori di Mondointasca 10 destinazioni europee e alcuni utili consigli per viaggiare in moto elettrica.

Italia: Costiera Amalfitana  
moto elettrica statale costiera amalfitana
Statale della costiera amalfitana

Le curve e i tornanti affacciati sul mare caratterizzano la SS163, la strada che permette di percorrere la Penisola Sorrentina. Un vero paradiso per i motociclisti. Partendo da Positano, la perla della Costiera, e arrivando fino a Vietri, il paese della ceramica, si può godere di viste spettacolari. Oltre a esplorare paesini pittoreschi come Ravello e Amalfi, e apprezzare il profumo intenso dei limoni.

Germania: la Romantische Strasse
moto elettrica Gernania Neuwanstein
Castello di Neuwanstein (pexels pixabay-46970)

Si tratta di un percorso meraviglioso. Parte dalla città di Wurzburg a nord e termina a Füssen nel sud della Germania. Si incontrano splendidi paesaggi: valli fluviali e boschi, prati e montagne, gustando prelibatezze culinarie e ammirando romantici castelli. Tra questi l’imperdibile Neuschwanstein, il castello delle fiabe ai piedi delle Alpi bavaresi. Utilissimi segnali di color marrone collegano ogni paese lungo la strada, fungendo da preziose “guide” per seguire l’itinerario in totale tranquillità.

LEGGI ANCHE  L’inarrestabile evoluzione del Turismo Fai-Da-Te
Francia: alla scoperta della Corsica
moto elettrica Bonifacio
Bonifacio (hendrik cornelissen unsplash)

La Corsica è un territorio caratterizzato da ripide montagne a picco sul mare, fitti boschi e spiagge dorate. Perfetta per essere attraversata in moto. Accontenta i gusti di tutti. Chi ama il relax non può perdere la spiaggia Palombaggia vicino a Porto Vecchio. Di interesse naturalistico le Guglie di Bavella, caratterizzate da uno splendido granito rosa. Incantevole la cittadella medievale di Bonifacio, costruita a 70 metri di altezza sulle falesie di pietra bianca e affacciata sulle acque turchesi delle Bocche di Bonifacio.

Croazia: isola di Hvar
moto elettrica Croazia Campi di lavanda isola hvar
Campi di lavanda isola Hvar

L’isola di Hvar è caratterizzata da un clima mite, perfetta in ogni stagione. È la quarta isola più grande della Croazia. Numerose sono le attrattive facilmente raggiungibili su due ruote: dai campi di lavanda di Brusje al villaggio di pescatori Sucuraj, dai vicoli della Cittavecchia (“Stari Grad”) dominata da un maestoso castello con vista sulla città e sulle isole circostanti, fino alla bellissima spiaggia di Dubovica. PiratinViaggio propone interessanti pacchetti per una vacanza in Croazia.

Spagna: Galizia ai “confini della terra”
moto elettrica Cabo Finis terra Galizia
Capo Finis terrae Galizia

In Galizia, nel nord-ovest della Spagna, vi sono paesaggi selvaggi, scogliere a picco sull’oceano e spiagge infinite. Per esplorarla al meglio si può partire da Santiago de Compostela, la meta dell’omonimo cammino, per poi spostarsi a La Coruña, elegante città affacciata sull’Oceano Atlantico. Percorrendo la Costa della Morte, così chiamata a causa dei tanti naufragi avvenuti sui suoi scogli frastagliati, si arriva a Finisterre, quello che i Romani ritenevano il punto più occidentale della terra e quindi la fine del mondo (“finis terrae”).

Slovenia: verde e tunnel nascosti

moto elettrica Slovenia

Questa piccola ma rigogliosa nazione è una destinazione unica. La Slovenia è tra le tappe imperdibili. Si trova la vivace capitale Lubiana, le Grotte di Postumia – esplorabili a bordo di un trenino sotterraneo tra stalattiti millenarie, grandi sale e tunnel nascosti -, il castello di Predjama, arroccato sulla roccia, e Bled con il suo iconico lago e la sua isola naturale (raggiungibile con le barche tradizionali).

LEGGI ANCHE  Dimmi chi sei e ti dirò che ristorante fa per te
Austria, splendide città e alte montagne

moto elettrica Austria Hallstatt

L’Austria è principalmente montuosa e senza sbocchi sul mare. È una meta che offre tanti percorsi da fare anche in moto elettrica. Consigliato è l’itinerario da Innsbruck a Linz. Innsbruck in primavera è particolarmente affascinante. Da visitare il palazzo di Hofburg e i giardini pubblici. Poi si può raggiungere la città di Mozart, Salisburgo, per muoversi successivamente verso Hallstatt e il suo incantevole lago. Linz, il centro artistico e culturale lungo il Danubio, corona perfettamente il viaggio.

Svizzera: nel cuore del Paese

Svizzera schloss-thun

Particolarmente nota per le sue alte montagne, i laghi cristallini, i prati verdi e i paesini caratteristici, la Svizzera è facilmente raggiungibile dall’Italia. Un itinerario interessante parte dalla città di Lucerna, sulle sponde del Lago dei Quattro Cantoni, rinomata per l’architettura medievale, per arrivare alla capitale Berna. Questo percorso è punteggiato da luoghi memorabili come la cittadina di Thun, conosciuta in tutto il mondo per le sue ceramiche e caratterizzata da marciapiedi alti e da un antichissimo castello medievale.

Portogallo: lungo la Estoril Ocean Drive
Portogallo moto elettrica Cabo da Roca (Shreyas Nair - unsplash)
Cabo da Roca (Shreyas Nair – unsplash)

Una visita in Portogallo non può che partire dalla sua iconica capitale, Lisbona. Qui bellezze naturali, quartieri pittoreschi, monumenti imponenti e squisitezze culinarie sono un tutt’uno. Tra le migliori strade da percorrere con la nostra moto elettrica vi è la Estoril Ocean Drive. Parte da Lisbona e arriva al punto più occidentale d’Europa, Cabo da Roca. L’itinerario può combinare visite culturali (per esempio, visitare i castelli fiabeschi di Sintra), paesaggi e spiagge meravigliose (imperdibile un salto a Praia De Duquesa nella verde Cascais).

Grecia: un tuffo nel Mar Egeo
Grecia Capo Sunio
Capo Sunio (ph. David-Iglesias – pexels)

La strada panoramica che parte da Atene e prosegue lungo il litorale egeo fino a Capo Sunio è assolutamente da non perdere. Dopo una sosta tra l’Acropoli e le rovine dell’Antica Grecia si può proseguire per la cittadina balneare di Glyfada, incorniciata dal mare cristallino e dal monte Imetto, per giungere infine al promontorio. Un luogo a strapiombo sul Golfo Saronico dove è possibile visitare il tempio dedicato al dio del mare Poseidone risalente al V secolo a.C. Il tramonto è il momento migliore della giornata per una visita a Capo Sunio: nelle giornate più limpide si possono persino scorgere le vicine isole di Kea, Kythnos, Serifos ed Egina.

LEGGI ANCHE  Sulla neve in Europa: le migliori piste da sci
Consigli per un viaggio in moto elettrica
moto elettrica Zero Motorcycles_DSR_X Black Forest
Zero Motorcycles DSRX Black Forest

Viaggiare in moto elettrica coniuga l’amore per l’avventura su due ruote con la sostenibilità ambientale. Seguendo alcune accortezze, si può godere un viaggio piacevole, memorabile e senza intoppi, apprezzando appieno strade e paesaggi grazie alla guida silenziosa tipica della moto elettrica che amplifica la connessione con l’ambiente circostante.

  1. Controllare tutti i documenti necessari come la patente, la carta di circolazione e il certificato di assicurazione.
  2. Pianificare le ricariche: prima della partenza, è bene organizzare il percorso tenendo conto delle stazioni di ricarica disponibili lungo il tragitto. Si possono utilizzare app e mappe dedicate per localizzare i punti di ricarica.
  3. Controllare l’autonomia: è ottimale valutare l’autonomia della propria moto elettrica e pianificare le tappe di conseguenza. Fattori come la velocità, il peso del carico e le condizioni stradali hanno un forte impatto sull’autonomia della batteria.
  4. Fare pausa durante la ricarica: le soste per la ricarica possono essere un’ottima opportunità per esplorare i dintorni, fare una passeggiata o semplicemente per rilassarsi.
  5. Controllare il meteo: le condizioni meteorologiche possono influenzare sia la guida che l’autonomia della batteria.
  6. Vestirsi in modo appropriato: fondamentale è indossare un abbigliamento adeguato a proteggersi dalle intemperie ed a migliorare la propria visibilità.

Leggi anche: 

LE MIGLIORI CITTÀ D’ARTE PER UNA VACANZA NEL 2024

ALLOGGI ORIGINALI E CURIOSI

SALONE DI GINEVRA RIAPERTO TRA ELETTRICO E NUOVI MARCHI

Condividi sui social: