Giovedì 30 Maggio 2024 - Anno XXII

Amburgo: una meta che sorprende e affascina

Germania Amburgo Porto

La città anseatica è una metropoli marittima tutta da scoprire. Amburgo è bella da visitare in bici o in battello per ammirare le splendide architetture. Gustare i panini al pesce passeggiando sulle rive dell’Elba.

Hamburg Boat sails over canal in the Hafencity with Speicherstadt
Hafencity vista dall’acqua in battello (© DZT, Florian Trykowski)

Amburgo è una delle più importanti città portuali della Germania. Molto apprezzata in patria, ma ancora poco rinomata all’estero. Amburgo è ideale per un weekend tra cultura e divertimento. Lascatevi stupire dalle luci e ombre della storia del suo centro città, dalle architetture di avanguardia di HafenCity, e dalle irriverenti sorprese del quartiere a luci rosse della Reeperbahn.

Situata nel nordovest della Germania, sull’estuario del fiume Elba, è la seconda città più popolosa della Germania. Qui si trova uno dei porti più grandi al mondo. Dai tempi della Lega Anseatica è anche la più ricca e prospera città tedesca. Quest’anno ricorre l’835° anniversario del porto di Amburgo, dal 9 al 12 maggio ci saranno i festeggiamenti con eventi, spettacoli e attività nei pressi del Landungsbrücken, nel distretto dei magazzini Speicherstadt, e lungo il nuovo quartiere di HafenCity.

Amburgo: “porta del mondo”
Amburgo Germania
Alster Fountain vista dalle rive del Binnenalster, uno dei laghi artificiali del centro città (ph. e. verardi © mondointasca.it)

L’acqua, in particolare il fiume Elba e i suoi canali, è al centro delle fortune e dello spirito di Amburgo. Nonostante lo sbocco sul Mare del Nord disti più di 100 km, la particolare conformazione dell’estuario dell’Elba nel punto in cui fiumi Alster e Bille vi si immettono, ha fatto sì che fin dal Medioevo la città diventasse uno dei principali porti europei.

Il porto di Amburgo, conosciuto come la “porta del mondo”, è il principale porto della Germania e il terzo più grande d’Europa. Con una storia che risale al 1189, è stato fondamentale per il commercio europeo. Situato sul fiume Elba, offre una vasta area di ormeggio e ha giocato un ruolo chiave nella Lega Anseatica e nel commercio transatlantico.
Oggi, con una superficie di quasi 74 km², è un importante centro logistico e uno dei porti più trafficati al mondo. Durante il soggiorno ad Amburgo bisogna fruire dei diversi battelli per esplorare la città e ammirare le sue architetture proprio dall’acqua.

Sulle rive dell’Elba assaporando panini al pesce

In quest’area è possibile godere di un’affascinante passeggiata sulle rive dell’Elba e assaporare i tipici panini al pesce, per i più temerari all’alba presso il Fischmarkt, il mercato del pesce, oppure in uno dei locali sulla banchina del porto turistico.

LEGGI ANCHE  Philadelphia-Philly. L'americana d'eccezione
Amburgo Bassa Sassonia Germania Chiesa di St. Pauli
Vista sulla chiesa di St. Pauli (ph. © GNTB; Francesco Carovillano)

A pochi passi dal porto si trova un altro punto di riferimento, il St. Pauli Elbtunnel, tunnel ciclopedonale che attraversa l’Elba a 24 metri sotto la superficie del fiume. Noto anche come Alter Elbtunnel, fu costruito nel 1911 per i lavoratori portuali e oggi è una popolare attrazione turistica.

Con la sua innovativa tecnologia all’epoca, offre un passaggio diretto sotto l’Elba per pedoni e ciclisti tramite un ascensore gratuito.

Il centro di Amburgo: luci e ombre della storia
Garmania Bassa Sassonia Amburgo Rathaus
Una facciata della Rathaus (ph. a. schembri © mondointasca.it)

Tappa imperdibile il municipio di Amburgo. Situato davanti alla splendida piazza Rathausmarkt, durante il mese di dicembre accoglie uno dei mercatini di Natale tra i più suggestivi. Questo edificio ha una storia molto travagliata, non solo per i danni subiti durante la Seconda Guerra Mondiale.
L’Hamburger Rathaus è stato distrutto per la prima volta insieme ad un quarto della città vecchia durante il Grande Incendio del 1842 che durò ben 4 giorni. Il nuovo municipio fu inaugurato nel 1897 in stile neorinascimentale. Nuovamente danneggiato dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e stato restaurato nel 1997 riportandolo all’odierno splendore.

Sempre nel centro storico possiamo ammirare il palazzo “Chilehaus“, una delle icone dell’architettura espressionista, opera dell’architetto Fritz Höger, e anche uno dei pochi palazzi sopravvissuti alla Seconda Guerra Mondiale.

Amburgo Chiesa di San Nicola
Amburgo Chiesa di San Nicola (ph. e. verardi © mondointasca.it)

La città di Amburgo è stata oggetto di bombardamenti devastanti. La quasi totalità dei palazzi e dei monumenti storici sono stati distrutti. Per capire la storia della città e dei suoi abitanti va ricordata la Notte di Fuoco (Feuersturm) di Amburgo del 28 luglio del 1943. In quella notte 787 bombardieri inglesi e 25 Pathfinder, causarono la distruzione di Rothenburgsort, Hammerbrook e altri quartieri densamente popolati. Circa 40.000 abitanti persero la vita e quasi un milione di persone fuggirono dalla città.

L’elemento scelto per la memoria della tragedia della guerra e delle sofferenze è la Chiesa di San Nicola (Sankt Nikolai Kirche). Il suo imponente campanile ottocentesco, simbolo di resistenza e memoria, fu un tempo la struttura più alta al mondo. Costruita dopo l’incendio del 1842, venne parzialmente distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale.
Oggi rappresenta un memoriale contro la guerra. Si decise infatti di mantenere e restaurare solamente il campanile, la visita a questo monumento è impressionante e toccante. Vi troverete a passeggiare in una chiesa a cielo aperto potendo ammirare il suo antico splendore solamente da pannelli che espongono antiche foto. Sicuramente vi coinvolgerà e farà riflettere.

LEGGI ANCHE  Vivace Germania
HafenCity architetture d’avanguardia
Germania Hamburg Hafencity with the Speicherstadt
Hamburg Hafencity with the Speicherstadt© DZT, Florian Trykowski

Amburgo però è soprattutto una città che sa rinascere e innovare, punto di riferimento per l’urbanistica, l’architettura e il design dei nostri giorni. Un laboratorio di sostenibilità sociale, economica e ambientale. Da non perdere il nuovo quartiere di HafenCity, ancora in fase di completamento.
Il modo migliore per ammirare e capire le sue peculiarità è sicuramente in bici, uno dei mezzi più usati anche dalla popolazione locale.
A tal proposito la città di Amburgo offre un servizio di bikesharing comodo e semplice da usare che vi permetterà di prendere e lasciare la bici in tutta la città durante la vostra visita.

Amburgo arte e design
Amburgo arte e design

Il quartiere, situato nell’area del porto industriale parzialmente dismesso, rappresenta uno dei progetti di rigenerazione urbana flessibile, che si adatta agli sviluppi successivi. Le competizioni di urbanistica e architettura per ogni edificio garantiscono una varietà di idee che definiscono la città europea.
Il progetto si distingue per il suo concetto di urbanità: sostenibilità ecologica e sociale, una topografia innovativa, accesso all’acqua e protezione dalle inondazioni.

Elbphilharmonie musica per tutti
Hamburg, Lower Saxony, Germany - Skyline di Amburgo e la Philharmonic Hall and Niederhafen
Skyline di Amburgo e la Elbphilharmonie (ph. © GNTB; Francesco Carovillano)

L’edificio più celebre di questo quartiere all’avanguardia è l’Elbphilharmonie, una delle sale da concerto più grandi ed acusticamente avanzate al mondo. Il suo design ricorda una vela o un cristallo di quarzo. Situata sopra un antico magazzino, offre due sale da concerto, un hotel e appartamenti. Inaugurata nel 2017, è diventata un’icona di Amburgo, con una altezza di 108 metri.

Tra le vie della storica Speicherstadt, il più grande complesso di magazzini al mondo che ora ospitano musei, uffici e agenzie di spettacolo, ci si può perdere. Costruito tra il 1884 e il 1927 su un’area enorme, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2015. Questi magazzini, con le loro caratteristiche architettoniche anseatiche, erano utilizzati per stoccare caffè, tè, spezie e molte altre merci.

LEGGI ANCHE  Soria, una natura invidiabile
Sorprese del quartiere a luci rosse della Reeperbahn
Amburgo quartiere a luci rosse Germania Bassa Sassonia
Große Freiheit, una delle vie principali del quartiere a luci rosse vista da Beatles-Platz

Ad Amburgo ci sono delle tappe fondamentali perfette per le ore serali soprattutto durante il weekend. C’è un quartiere della città che con il calare del sole si accende, luci, musica e non solo. Stiamo parlando della Reeperbahn di Amburgo, celebre quartiere a luci rosse, uno dei più grandi e antichi d’Europa.

La Reeperbahn a St. Pauli è famosa per i suoi locali notturni, sexy shops e teatri. La Große Freiheit (Grande Libertà), dove i Beatles hanno iniziato la loro carriera, è un’altra via laterale animata con locali di divertimento. Nell’area si trova anche lo stadio dell’FC St. Pauli, parte dell’Heiligengeistfeld dove si tiene periodicamente un grande luna park.

Poco distante un altro quartiere dedicato alla vita notturna più alternativo è lo Schanzenviertel, un tempo quartiere operaio e ora popolato principalmente da studenti e artisti. È caratterizzato dalla presenza di diversi bar, locali e ristoranti etnici di tutti i tipi. Qui potete trovare anche molti negozi di seconda mano e artigianato per tutti i gusti.

Link utili:

https://www.hvv.de/ : dove trovate biglietti e abbonamenti per il trasporto pubblico locale. Il biglietto giornaliero si può usare anche sui battelli che permettono un tour di circa un’ora sull’Elba, partenze dal porto turistico ogni 10/15 minuti fino al tramonto.

https://stadtrad.hamburg.de/en/home: dove potete scaricare l’app per usufruire dei servizi di bikesharing offerti dalla municipalità di Amburgo.

https://www.hamburg.de/ è il sito ufficiale di Amburgo con le informazioni, gli eventi della città, oltre ad accurate spiegazioni dei principali monumenti. 

PHOTO GALLERY AMBURGO

Leggi anche: 

ARTE E GUSTO IN TOSCANA: CARRARA E COLONNATA

SASSONIA 2024: VIAGGIO IN OMAGGIO A FRIEDRICH

VIAGGIO AVVENTURA NELLA NATURA SELVAGGIA DELLA SVEZIA ARTICA

Condividi sui social: