Mercoledì 3 Marzo 2021 - Anno XIX
Il Carnevale nei paesi europei

Il Carnevale nei paesi europei

Terzo ed ultimo appuntamento con il Carnevale. Dopo aver vissuto l’euforia di quello brasiliano ed aver ammirato i carri e le maschere delle versioni italiane, oggi ci concentriamo sulle manifestazioni carnevalesche dei paesi europei

Belgio e Francia: Binche e Nizza

carnevale I Gilles del Carnevale di Binche

I Gilles del Carnevale di Binche

Dal 15 al 17 febbraio 2015 non perdetevi il folcloristico Carnevale nel paesino belga di Binche. I festeggiamenti iniziano la domenica grassa quando centinaia di uomini (chiamati Gilles) sfileranno per la città sulle note di musiche tradizionali carnevalesche, indossando delle maschere di cera con lunghi baffi ed occhiali e portando in mano dei fasci di legna che servono a scacciare gli spiriti maligni. Il Martedì Grasso sarà il clou della festa: quel giorno più di 900 Gilles percorreranno le strade della città assieme agli altri abitanti, ai Pierrot, agli Arlecchini e ai contadini, fino alla Grand-Place del paese.
Nizza, capitale mediterranea della festa, attende il 27 febbraio 2015 i visitatori per lanciarsi nei festeggiamenti della prima edizione del Carnevale gay di Francia. Inserita nel programma ufficiale del Carnevale di Nizza, la sfilata notturna del Lou Queernaval attira ogni anno innumerevoli spettatori da tutta Europa. Il corteo si svolgerà venerdì 27 febbraio con inizio alle ore  21, e si snoderà nel centro cittadino. Il Re e la Regina, simboli del Carnevale, coinvolgeranno ballerini, carri, creature queer e artisti  in una serata all’insegna della convivialità, in un delirio di luci, sorprese e musica.

Germania e Austria: Colonia e Villach

carnevale Carnevale di Villach

Carnevale di Villach

Lunedì 16 febbraio 2015 si terrà una delle sfilate di carri allegorici più famosa al mondo: quella del Carnevale di Colonia. La parata di Colonia è famosa perché i carri prendono di mira politici e personaggi mondiali. Tra questi, negli anni scorsi, anche l’allora presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, che lanciava un missile nucleare contro il Palazzo di Vetro a New York, e il Papa che brandiva preservativi. Quest’anno in seguito all’attentato alla redazione di Charlie Hebdo, ci si aspettava un carro in riferimento all’attentato durante la parata di Colonia. Purtroppo non sarà così, infatti, come annunciato dagli organizzatori della manifestazione, il carro su Charlie Hebdo non andrà in scena per motivi di sicurezza pubblica. In occasione del weekend di Carnevale, il centro storico di Villach, città austriaca a pochi chilometri dal confine italiano di Tarvisio, si animerà di musica, colori e di tanto divertimento. Oltre 3.000 le maschere previste durante la sfilata di sabato 14 febbraio 2015, provenienti non solo dalla Carinzia, ma anche dall’Italia. A partire dalle 14.00 il Principe e la Principessa del Carnevale daranno il via ad un corteo che si snoderà tra le vie del centro storico addobbato a festa, portando tanta allegria e coinvolgendo tutti in balli e risate. Tutti i partecipanti accompagneranno le maschere più belle al cospetto di una giuria, composta da sei cittadini, che sceglierà i travestimenti più originali premiandoli a seconda di diverse categorie.

Svizzera: Basilea

carnevale Carnevale di Basilea

Carnevale di Basilea

Dal 23 al 25 febbraio 2015, durante i “drey scheenschte Dääg” (i tre giorni più belli) si svolgerà il Carnevale di Basilea che durerà 72 ore – dalle 4.00 del lunedì mattina alle 4.00 del giovedì mattina. Pifferi, tamburi e “musicisti Guggen” caratterizzano l’atmosfera musicale, mentre costumi variopinti e le cosiddette “larve” (maschere) rallegreranno il volto della città. Soprattutto nelle ore serali e il martedì pomeriggio, piccolissime e grandi formazioni di suonatori di tamburi e pifferai, maschere singole e Guggen vagheranno senza un percorso definito per i vicoli della città vecchia. Marciando lentamente, sarà possibile seguire di pari passo ogni formazione, al suono di composizioni tradizionali e nuove.

Carnevale in Spagna: Gran Canaria

carnevale Carnevale Gran Canaria

Carnevale Gran Canaria

Se cercate un Carnevale all’insegna del mare e del sole, ce n’è uno che potrebbe farvi impazzire: dura 3 settimane, prevede tantissimi eventi e, soprattutto, si trova in un luogo da sogno. A Las Palmas de Gran Canaria le maschere più belle saranno circondate da un mare fantastico e balleranno al ritmo della musica più divertente. Il calendario del Carnevale spagnolo prevede l’inizio dei festeggiamenti il 31 gennaio e dureranno giorno e notte sino a concludersi il 21 febbraio con “L’Entierro de la Sardina” (il funerale del carnevale). Il programma delle tre settimane di baldoria carnevalesca prevede sfilate di carri allegorici, spettacolo di danze folcloristiche, concerti di musica locale e sudamericana. Non mancherà, infine,  il concorso tra le maggiori scuole di samba e tante, tantissime altri party, pubblici e privati.

Danimarca e Inghilterra: Aalborg e Londra

carnevale Carnevale a Notting Hill

Carnevale a Notting Hill

Ad Aalborg, in Danimarca, il Carnevale si festeggia a maggio, e quest’anno avrà luogo dal 15 al 23. Questo particolare Carnevale è, per così dire, fuori stagione rispetto alle nostre abitudini ed è organizzato in tre fasi distinte: festeggiamenti dedicati ai bambini, una sfida tra vari gruppi carnevaleschi e, infine, un carnevale vero e proprio per le vie della città.
Il Carnevale di Notting Hill, a Londra, quest’anno si terrà da sabato 23 a lunedì 25 agosto 2015. Questo evento riesce con il suo sapore caraibico e con la sua vivacità ad attrarre visitatori da tutto il mondo. In questi giorni di festa, lungo le strade del West Village, saranno allestiti palcoscenici dove artisti famosi provenienti da tutto il mondo si esibiranno gratuitamente in concerti di musica caraibica, ma ci sarà anche reggae, samba, jazz con danzatori dai costumi sgargianti che sfileranno all’insegna del divertimento più sfrenato.

Articoli correlati:
1. Brasile, musica e colori nel vortice del Carnevale
2. L’imperdibile Carnevale di Viareggio
3. Carnevale in Italia: viaggio allegorico tra gusto e tradizione

© RIPRODUZIONE RISERVATA