Martedì 28 Giugno 2022 - Anno XX
Al via Vinitaly 2005

Al via Vinitaly 2005

La 39esima edizione del Salone Internazionale del Vino e dei Distillati apre giovedì 7 aprile a Verona. Numerosi gli eventi, i concorsi e i convegni per gli operatori

Si avvicina la data di apertura di Vinitaly, il Salone Internazionale del Vino e dei Distillati previsto dal 7 all’11 aprile in fiera a Verona. La fiera, che è giunta quest’anno alla sua 39esima edizione, presenta un ricco calendario di iniziative per gli operatori e gli appassionati dei vini. La prima novità è un’area espositiva in più, il “padiglione” 10, costituito in realtà da una tensostruttura di circa 16 mila metri quadrati. Lo spazio ospiterà Vinitaly e un secondo evento in contemporanea, Sol, il Salone Internazionale dell’olio d’oliva vergine ed extravergine. Per il salone dedicato ai vini, proprio nel padiglione 10 si terrà I viaggi di Gulliver, una degustazione di prodotti di diverse regioni europee, a cura dell’Associazione della sommelleria internazionale.
Un respiro sovranazionale è anche quello del Concorso Enologico, alla sua 13esima edizione: l’anno scorso il premio aveva assegnato 90 medaglie, a una rosa di 3376 vini originari di 31 paesi del mondo. Apre in collaborazione con Ardi, Associazione internazionale dei ristoranti d’Italia, il concorso Migliore carta dei vini, mentre l’International Wine & Spirit Competition si occuperà di assegnare il titolo Communication of the Year, per la comunicazione e la divulgazione della cultura del vino.  
Oltre a premi e, naturalmente, degustazioni, la fiera presenta un calendario di convegni e dibattitti per gli operatori. Tra gli altri, da segnalare l’incontro di domenica 10 aprile alle 10, dedicato alla Misurazione della qualità del vino: tra i relatori Luigi Odello, presidente del Centro Studi Assaggiatori, Mario Fregoni, presidente onorario della Organization International de la Vigne e du Vin, Roberto Zironi, presidente del corso di Laurea in Viticoltura e Enologia e diversi esperti di settore.
Un recente studio di Mediobanca ha dichiarato che, nel 2004, il mercato del vino ha subito un calo per la produzione italiana. La ricerca, condotta su un campione di 71 aziende vinicole, ha rilevato una diminuizione delle vendite dell’1 per cento, con un fatturato stazionario al + 0,2 per cento. La tendenza è controbilanciata da un aumento delle esportazioni, che si atterebbero sul + 2,2 per cento, mentre gli investimenti avrebbero subito una flessione del 27 per cento. Le previsioni per il futuro resterebbero comunque positive e, secondo Mediobanca, il rapporto tra patrimonio e indebitamento delle aziende del settore resta equilibrato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA