Lunedì 26 Ottobre 2020 - Anno XVIII
Ventesimo Anniversario per Maison de la France

Ventesimo Anniversario per Maison de la France

Un organismo capace di valorizzare il proprio patrimonio a tutti i livelli, qualificando gli investimenti di promozione e valorizzazione dell’intera Francia, anche quella d’Oltremare. Un’offerta complessiva vincente nell’ampio mercato internazionale

Maison de la France chiude il 2007 con le celebrazioni del ventesimo anniversario della fondazione.
In un mondo in cui l’immagine va acquisendo un’importanza sempre maggiore, è ormai diventato determinante il modo di comunicare, di presentare e di presentarsi. Ma è anche vero che, in un periodo in cui tutti dicono qualcosa, il rischio è quello dell’ovvietà, quello di ricorrere a modalità e mezzi per comunicare scontati, incapaci di esprimere un valore. Occorrono quindi idee nuove e originali e proposte efficaci. Maison de la France ne ha avute più d’una; idee che funzionano da almeno vent’anni.
Creare un mezzo di promozione efficace della destinazione Francia: questa l’ambizione che ha dato impulso, nel 1987, alla creazione di Maison de la France, un organismo che ha saputo creare una nuova dimensione per il turismo francese.
Sotto l’impulso di Jean-Jacques Descamps, allora segretario di stato al Turismo, “Bienvenue France”, l’ANIT (Agenzia Nazionale d’Informazione Turistica) e la vice-direzione della promozione, hanno creato un “sistema” di promozione turistica. Sistema divenuto presto un gruppo di interesse economico, instauratosi al numero 8 di Avenue de l’Opéra di Parigi. Il suo nome: Maison de la France, per l’appunto.
Poco dopo la sua creazione, l’organismo integra il marketing della domanda turistica. Viene quindi lanciato un lavoro di definizione delle differenti tipologie di clientela per meglio mirare le azioni pensate e sviluppate, lavoro questo che darà luogo in modo particolare alla creazione di club tematici che porranno i picchetti della strutturazione di questo nuovo organismo. Così è nato nel 1988 il Club francese del Turismo d’Affari Ricettivi, al quale si sono aggiunti nel tempo gli altri club attualmente esistenti.

Nello stesso tempo, per sviluppare la promozione della destinazione Francia all’estero, vengono impiantate alcune strutture rappresentative ai quattro angoli del mondo. Cogliendo l’opportunità del potenziale offerto dalle nuove tecnologie per la valorizzazione e la commercializzazione della destinazione, il GIE moltiplica le sue azioni di promozione anche su Internet, ed è così che il primo sito di Maison de la France vede i suoi albori nel ’96. Per la cronaca, da allora non ha più cessato di essere costantemente ottimizzato e aggiornato. Dai cinquanta aderenti iniziali e i quindici uffici al suo esordio, ai quasi mille e quattrocento aderenti e ai suoi trentacinque uffici odierni, Maison de la France sembra perseguire con attenzione il suo sviluppo per fare della propria nazione una tra le destinazioni preferite dai turisti di tutto il mondo.
Forte dell’esperienza dei personaggi che l’hanno fondata e fatta crescere dal 1987, quest’anno l’organizzazione ha dunque compiuto i suoi primi venti anni.
Per celebrare questo compleanno, a giugno sono stati invitati  tutti gli uffici all’estero per un seminario mondiale a Parigi, raggruppando così in una volta sola i trecento membri dell’équipe. Una bella opportunità per gli uni e per gli altri, quella di poter associare un viso a un nome, nonché d’incontrare coloro i quali quotidianamente partecipano alla promozione del turismo francese nel mondo.
La delegazione di Maison de la France presente in Italia, con una sede funzionale a Milano, in via Larga, per festeggiare questo compleanno ha organizzato un evento conviviale il 29 novembre presso il locale milanese Light Lounge, condividendo i propri successi con la stampa turistica e con un ricco programma di intrattenimento serale. Che dire? Non resta che augurare, a quanti guidano da anni con entusiasmo e competenza la sede italiana, un futuro di ulteriori successi.
Del resto è risaputo che sono moltissimi coloro che amano la Francia e la scelgono quale meta per le proprie vacanze, per i viaggi di studio e di lavoro, per la grande offerta culturale che da sempre propone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA