Martedì 4 Ottobre 2022 - Anno XX
Ebola: aperto il primo Centro di Cura in Liberia

Ebola: aperto il primo Centro di Cura in Liberia

Save the Children ha aperto il suo primo Centro di Cura Comunitario per l’Ebola in Liberia. Dislocato  all’interno di una comunità colpita dall’epidemia nella contea di Margibi, il centro, che dispone di 30 posti letto, ha lo scopo di effettuare più rapidamente, e direttamente sul posto, la diagnosi dei casi […]

Save the Children ha aperto il suo primo Centro di Cura Comunitario per l’Ebola in Liberia. Dislocato  all’interno di una comunità colpita dall’epidemia nella contea di Margibi, il centro, che dispone di 30 posti letto, ha lo scopo di effettuare più rapidamente, e direttamente sul posto, la diagnosi dei casi sospetti. Primo dei 10 centri di questo tipo, la struttura consente di velocizzare l’isolamento e il trattamento dei casi sospetti di infezione, aumentando le capacità di contenimento dell’epidemia. Agendo come punti di assistenza dedicati a chi mostra i sintomi dell’Ebola, i Centri di Cura Comunitari possono inoltre far si che vengano riaperte le strutture sanitarie locali costrette a chiudere all’inizio del diffondersi dell’epidemia, e fondamentali per la cura di altre malattie, come polmonite o diarrea, che possono essere letali, in particolare per i bambini. 

I Centri di Cura Comunitari, che non sostituiscono le Unità di Trattamento ma sono incentrati sulla diagnosi e sono ad esse complementari, sono più semplici e veloci da realizzare, e costituiscono un modello di intervento incoraggiato dal Governo della Liberia e seguito, oltre che da Save the Children, anche da altre organizzazioni umanitarie presenti sul territorio che dovrebbero realizzare nel loro insieme circa 65 Centri di questo tipo.

(20/11/2014)

© RIPRODUZIONE RISERVATA