Sabato 28 Maggio 2022 - Anno XX
Calcisticamente parlando arbitri e allenatori rischiano

Calcisticamente parlando arbitri e allenatori rischiano

All’allenatore della Roma, Luciano Spalletti, va riconosciuto un coraggio davvero eccezionale. Calcisticamente parlando, a proposito del Milan hanno proprio ragione quelli dell’Inter. Ogni tanto c’è chi, come a Cernusco Lombardone senza star tanto lì a “bamblanare”, dice “Pane al pane e…”. La Juve si sta avviando a cuccare il 5° scudetto consecutivo.

calcisticamente Luciano Spalletti

Luciano Spalletti

Calcisticamente (e forse non solo) parlando, all’allenatore della Roma, Luciano Spalletti, va riconosciuto un coraggio davvero eccezionale, pari a quello di Muzio Scevola, Enrico Toti -ma con una T sola, vedi avanti-, Francesco Ferrucci, Cesare Battisti, Gianfranco Fini (quello che mandò affanculo il Berlusca, non quello dei salumi), Pietro Micca etc etc …
Spalletti (rinunciando a vivere cent’anni da pecora”) ha infatti dimostrato un coraggio da leone criticando Francesco Totti (o più semplicemente dicendo che stava invecchiando) e datosi che il 97,4% dei cittadini de Roma vive da lustri nella più totale (e becera, ndr) adorazione del suo “Pupone”, mandarlo affanculo costituisce gravissimo rischio, beninteso assai superiore a quello di chi avesse mandato affanculo Hitler durante il Nazismo.

Sempre Calcisticamente parlando, la Juve si sta avviando a cuccare il 5° scudetto consecutivo.
E queste balde Spigolature si chiedono (ma sia chiaro, assolutamente soltanto per meri fini statistici) quanti arbitri che hanno arbitrato le partite della Juventus stanno girando su automobili Fiat…

calcisticamente Cristian Brocchi

Cristian Brocchi

Sempre Calcisticamente parlando, a proposito del Milan hanno proprio ragione quelli dell’Inter.
Il Milan è una squadra di Brocchi (mica uno scherzo: è il cognome -e di nome fa Cristian- del nuovo allenatore dei rossoneri) …
p.s. e ancorché un po’ più difficilino, che bello (sempre per i tifosi nerazzurri) se il Milan prendesse un allenatore di cognome Merda…

Sempre Calcisticamente parlando ogni tanto c’è (evviva!) chi (senza star tanto lì a “bamblanare” e fregandosene oltretutto delle solite “giornate” –della Mamma, del Cugino, della Bontà…- inventate a capocchia, tanto per fare sfoggio di gratuita demagogia) dice “Pane al pane e…”
A Cernusco Lombardone, proprio nel fine settimana (precisa il Corriere della Sera, Lombardia, del 19/4) dedicato “Contro la violenza nei confronti degli arbitri” (grande!!!) il capitano del Costamasnaga (società dell’Oratorio… eppoi predicano di “Porgere l’altra guancia…”) non ha accettato un rigore contro la sua squadra eppertanto (precisa il quotidiano) “ha steso il fischietto con un pugno”… Cuntent? (e questi sarebbero i paciosi brianzoli, dopodiché vai a stupirti se quelli della Sicilia Saudita sparano pallettoni su un guardalinee che non ha visto un offside…).

© RIPRODUZIONE RISERVATA