Lunedì 5 Dicembre 2022 - Anno XX
La voragine che ha inghiottito le auto a Lungarno Torrigiani a Firenze

La voragine che ha inghiottito le auto a Lungarno Torrigiani a Firenze

Lungarno sprofonda, il turismo fa acqua da tutte le parti

Lo sprofondo del Lungarno ha fatto il giro del mondo; ma a Firenze accade pure che il direttore degli Uffizi venga multato perché vuole combattere lo sconcio dei bagarini che rivendono i biglietti ai turisti. La sfiga del Giro d’Italia continua ad aumentare, e stavolta si è aggiunto pure il “nomen omen”. Aforisma.

Lungarno Uffizi-Firenze-turisti-in-fila

Turisti in coda per entrare alla Galleria degli Uffizi

Turisticamente parlando, a Firenze il Turismo “fa acqua” da tutte le parti (mica solo sul Lungarno).
Sul Lungarno la nota (in questo caso davvero acquatica) alluvione “da tubi frusti” che ha già compiuto svariati giri del mondo. Agli Uffizi, meno bagnata ma per certi versi ugualmente tragica, la vicenda del direttore (guarda caso, tedesco, Elke Schmidt) che ha pensato bene di combattere lo sconcio dei bagarini rivendenti ai turisti in coda i biglietti d’ingresso alla Galleria eppertanto è stato multato dai Vigili Urbani. Pusìbil (possibile)? Eh sì, leggere -per credere- quanto segue (virgolettato, in quanto riportato dal Corriere, 27/5, pag. 47): “Uffizi, multa al direttore che contrasta i bagarini … Sanzione 295 euro per violazione dell’ex articolo 23 ‘collocazione abusiva di mezzi pubblicitari lungo la strada’ … che cosa aveva pubblicizzato il direttore? … Soltanto un messaggio vocale registrato e diffuso dagli altoparlanti nel quale si mettevano in guardia i visitatori dai bagarini”. (Per la serie: le mamme dei pirla son sempre incinte … a Firenze … poi…).

Lungarno giro-italia Steven Kruijswijk

Steven Kruijswijk, maglia rosa al Giro d’Italia

La sfiga del Giro d’Italia (ormai non frega più niente, a nessuno) continua ad aumentare, e stavolta si è aggiunto pure il “nomen omen” …
Nell’epoca gloriosa del ciclismo la corsa a tappe entusiasmava per la rivalità di protagonisti dai cognomi italianissimi (Bartali & Coppi) generanti passioni e accesi campanilismi. Adesso lungo le strade italiane si dovrebbe tifare per una maglia rosa, olandese, che si chiama Steven Kruijswijk.

A proposito del cosiddetto Calciomercato appena iniziato, l’umile (ma anche nerazzurro, nel senso di Inter) estensore di queste righe suggerisce ai compagni di fede di non farsi troppe illusioni …
Calciomercato vuol dire: 1) Vendere le pippe e comprare i campioni. Oppure. 2) Vendere i campioni e comprare le pippe. Indovinare come andrà a finire.

Un conflitto non si sa mai come va a finire, ma stavolta Spigolature di Mondointasca.org è in grado di tranquillizzare i lettori stante l’estrema scemenza della vicenda.
“La Repubblica”, online, 27/5: “Guerra tra Magalli e Adriana Volpe”.

In omaggio (solito) Aforisma …
“Non sono cattivo! Lavoro sodo, foglio bene ai miei figli. E allora perché dovrei passare metà della mia domenica a sentirmi ripetere che finirò all’inferno?”. Homer Simpson.

© RIPRODUZIONE RISERVATA