Sabato 23 Giugno 2018 - Anno XVI
Panorama delle terre senesi tra Asciano e Buonconvento

Panorama delle terre senesi tra Asciano e Buonconvento

In treno per i Borghi più belli d’Italia 2

Prosegue il nostro viaggio lungo lo stivale alla scoperta dei borghi più belli d’Italia da raggiungere in treno. Dopo le tre regioni del Nord vi presentiamo alcune destinazioni situate nelle regioni del Centro Italia: Romagna, Umbria, Toscana, Marche

Borghi più belli Brisighella

Brisighella

Continua con questa seconda tappa il nostro viaggio in treno alla scoperta dei borghi più belli d’Italia. Dopo le regioni del nord: Piemonte, Alto Adige e Liguria, proseguiamo alla volta dell’Italia centrale.
Ci rechiamo a Brisighella nel Ravennate, posta sulla linea ferroviaria Faenza – Firenze. Si può partire alla conquista del borgo addentrandosi nel suo cuore medievale, piazza Marconi e percorrendo la strada coperta Via del Borgo (meglio nota come via degli asini), da dove ammirare lo stupendo paesaggio circostante. Vale la pena concludere la visita al museo dedicato a Giuseppe Ugonia, artista faentino che si innamorò di questo luogo immortalandolo in molte opere sparse in tutto il mondo.

Borghi più belli: dalla Romagna all’Umbria

Borghi più belli Spello

Spello

Tre borghi umbri, tutti nella provincia di Perugia, sono pure raggiungibili comodamente in treno: da Castiglione del Lago sono passati poeti e scrittori che ne hanno decantato il fascino di borgo che domina dall’alto il lago; ugualmente affascinante e ricco di storia è Passignano sul Trasimeno, entrato a far parte del Club ufficialmente il 16 dicembre 2017.
Spello, infine, non ha bisogno di presentazioni. Già antico centro umbro, Ottaviano Augusto lo trasforma nella Colonia Iulia Hispellum, la Splendidissima Colonia Iulia. Qui si produce anche un pregiato olio extravergine d’oliva, insieme a ottimi vini (Grechetto, Merlot, Sangiovese), ma questo è anche territorio di tartufo nero e miele purissimo.

Borghi più belli della Toscana e delle Marche

Borghi più belli Buonconvento

Buonconvento

Situato sulla Via Francigena Buonconvento, nelle Terre senesi, diventa noto nel mondo antico perché nell’agosto del 1313, Arrigo VII, incoronato Imperatore del Sacro Romano Impero a Roma nel 1312, muore proprio in questo luogo, probabilmente per malaria, mentre conduceva le sue truppe contro Roberto D’Angiò. Oggi è un borgo ricco di testimonianze architettoniche e artistiche, tra le quali importanti esempi di stile Liberty che, insieme al ricco calendario di eventi e sagre, ne fanno una delle destinazioni più apprezzate della Toscana.

Borghi più belli Grottammare

Grottammare

Dirigiamoci ora verso l’Adriatico per approdare a Grottammare che si sviluppa tra l’abitato storico sul colle “il vecchio incasato” e la marina dove la pista ciclo-pedonale della Riviera delle Palme, lunga 8 km, la collega con Cupra Marittima e San Benedetto del Tronto. Il musicista ungherese Franz Liszt fu tra gli estimatori di questo borgo, dove la florida vegetazione, le acque cristalline, la vicinanza a città ricche di storia, la rendono meta ambita per unire ai piaceri della costa picena, la scoperta di un entroterra ricco di fascino e cultura.

Borghi vicini alle stazioni ferroviarie

Borghi più belli Gradara

Gradara

Se pure molti borghi del Centro Italia non hanno una specifica fermata su una linea ferroviaria, molti non sono distanti da stazioni FS. Tra questi segnaliamo il borgo di Gradara, sempre nelle Marche, raggiungibile in venti minuti di autobus dalla stazione ferroviaria di Cattolica; così come il borgo di Sperlonga, raggiungibile dopo una breve corsa in autobus dalla stazione di Fondi-Sperlonga sulla linea Roma-Napoli (via Formia). E tanti altri ancora che lasciamo a voi scoprire senza dover per forza ricorrere all’automobile che, peraltro, in molti di questi piccoli centri, avreste difficoltà a parcheggiare.

Accordo Trenitalia-Borghi più Belli d’Italia

Borghi più belli Sperlonga

Sperlonga

Ricordiamo che l’accordo fra Trenitalia e I Borghi più belli d’Italia prevede alcune iniziative congiunte di promozione turistica e marketing territoriale. Le destinazioni dei Borghi saranno ad esempio promosse sia sugli schermi delle self-service di tutte le stazioni che sul palinsesto video a bordo dei treni regionali: Trenitalia diviene così Railway Official Carrier de “I Borghi più belli d’Italia”. Se quindi, seduti al vostro posto su un treno regionale, vedrete scorrere su video deliziose immagini di luoghi dove il tempo pare essersi fermato, ne conoscete la ragione. Senza dimenticare, tuttavia, di guardare il paesaggio che scorre fuori dal finestrino. Forse, siete già nelle vicinanze di uno dei borghi più belli del nostro Paese… (2-continua)
www.borghipiubelliditalia.it

In treno alla scoperta dei Borghi più belli d’Italia

Leggi anche:

Viaggio nel tempo tra treni e architetture

Civitella Alfedena, dall’orso marsicano al lupo dell’Appennino

Weekend ‘Sopra e Sotto i Colli Berici’

© RIPRODUZIONE RISERVATA