Mercoledì 20 Novembre 2019 - Anno XVII
Bottiglie Aperte: vino tra innovazione e design

Bottiglie Aperte: vino tra innovazione e design

Il 7 e 8 ottobre a Milano si svolge la settima edizione di Bottiglie Aperte. Nuovo spazio espositivo. Oltre duecento operatori con 900 etichette di vini.

Bottiglie aperte caliciLa settima edizione di Bottiglie Aperte quest’anno si terrà negli spazi di Super Studio Più in via Tortona a Milano. Riflettori puntati sull’Italia del Vino il 7 e 8 ottobre, nella capitale economica, vetrina esclusiva di Moda, Design e non solo.
In uno spazio quasi doppio rispetto alle precedenti edizioni, molte le iniziative per i produttori nella due giorni. L’evento d’apertura  è un appuntamento per gli operatori  di settore della Milano Wine Week , alla sua prima edizione.

 

Bottiglia aperte Federico-Gordini

Federico Gordini

La cultura del vino tra innovazione e design ha mostrato l’interesse dei consumatori e degli operatori per questo mondo in continua evoluzione anche nel modo di comunicare. Nel corso della presentazione alla stampa Federico Gordini, direttore della manifestazione e ideatore del format, ha detto che Bottiglie Aperte rappresenta un punto di svolta e di crescita. Un anno strategico: “Dalla prima edizione ne sono successe di cose, la costanza nell’investire sulla qualità delle Aziende e degli esperti coinvolti nella manifestazione ci ha premiato e penso che per Bottiglie Aperte questo sia solo l’inizio di un percorso importante”.

Bottiglie Aperte: oltre 900 etichette

Bottiglie aperte-degustazioneIl pubblico potrà degustare oltre 900 etichette proposte da più di 200 piccole e grandi realtà della produzione vinicola del nostro Paese. Tutte le Regioni presenti, Isole comprese: Marche, Veneto, Piemonte e Toscana fanno da capofila, la Lombardia gioca in casa ma non mancano anche tutte le altre, dal Trentino alla Sicilia hanno risposto con entusiasmo con un aumento del 70% degli espositori rispetto alla prima edizione. Numeri in crescita anche per gli operatori iscritti che triplicano sottolineando il ruolo strategico della manifestazione per un settore che ad ottobre si siede a fare gli ordini per la carta dei vini dei ristoranti.

Vino, design, start up

Bottiglie aperte Fabio-Dossena e-Federico-Gordini

Fabio Dossena e Federico Gordini

Il ruolo delle start up innovative nel mondo del vino” sarà anche l’oggetto del Convegno guidato da  Aldo Bolognini di Milano Finanza,  con l’intervento di Fabio Dossena, Managing partner di Aliante Business Solution,  Stefano Bettinelli  e il  Prof. Roberto Moro Visconti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore .
“Il settore del vino, quello del design e dell’innovazione possono viaggiare di pari passo soprattutto in una piazza come quella di  Milano. Mercato nel quale il business è proiettato al futuro, la competizione è elevata e ogni giorno vi sono decine di eventi. Per questo motivo occorre distinguersi in qualità ed eccellenza offrendo delle esperienze che sposino il target di riferimento, esattamente come il vino pregiato che offrono i nostri clienti a Bottiglie Aperte”, ha spiegato Fabio Dossena.
Nella edizione rinnovata di Bottiglie Aperte sono previste aree dedicate ai distributori e “isole” pensate per Consorzi e Gruppi del settore: dalle Donne del Vino fino ai Vini Naturali. Previsto anche uno spazio Food in cui il pubblico potrà trascorrere una piacevole pausa culinaria di fronte allo show-cooking dello Chef stellato Paolo Cappuccio. Non solo Vino, Bottiglie Aperte aggancia anche il mondo degli Spirits, strizzando l’occhio alla movida milanese!

Bottiglie Aperte: Superstudio Più – Via Tortona 27 – Milano

Orari: dalle 11 alle 19.30 – Ingresso per gli appassionati  40 €, biglietteria online attiva

Leggi anche:

I Paesi Nordici a Torino per Terra Madre Salone del Gusto

Comacchio celebra la regina delle valli: l’anguilla

Castelli aperti al pubblico in Friuli Venezia Giulia

© RIPRODUZIONE RISERVATA