Sabato 17 Novembre 2018 - Anno XVI
Terra Madre Salone del Gusto 2018 Torino

Terra Madre Salone del Gusto 2018 Torino

I Paesi Nordici a Torino per Terra Madre Salone del Gusto

Una delegazione di circa 90 persone prende parte al più importante evento internazionale dedicato alla cultura del cibo. Dal 20 al 24 settembre a Torino la XII edizione di Terra Madre Salone del Gusto

Terra madre Salone del Gusto ManifestoOrganizzata da Slow Food in collaborazione con la Regione Piemonte e la Città di Torino, la 12a edizione di Terra Madre Salone del Gusto si terrà a Torino dal 20 al 24 settembre 2018. Oltre 5.000 delegati da 140 Paesi, oltre 800 espositori, 300 Presìdi Slow Food e 500 comunità del cibo di Terra Madre si riuniranno nel capoluogo piemontese. Le delegazioni di Slow Food provenienti da Danimarca, Isole Faroe, Finlandia, Groenlandia, Islanda, Norvegia, Norvegia, Svezia e Isole Åland. Un gruppo di Paesi che condivide molte delle sfide della filiera alimentare, dell’innovazione culinaria e conoscenza indigena.
A proposito di Terra Madre Salone del Gusto, la coordinatrice e Consigliera Internazionale per le regioni del nord, Katrine Klinken, ha dichiarato: “Sono molto orgogliosa di far parte della rete internazionale che è Slow Food e di rappresentare una delegazione che parteciperà a Terra Madre Salone del Gusto 2018. Food for Change è il tema di questa dodicesima edizione e sono sicura che, attraverso lo scambio e il dialogo con persone diverse per cultura, lingua e costumi, ognuno di noi tornerà a casa più ricco e con nuovo entusiasmo per portare avanti le nostre attività e lottare per un futuro migliore per il nostro pianeta”.

Salone Del Gusto: i prodotti di Danimarca, Norvegia e Svezia

Salone del Gusto Gurpi-di-renna,-foto-SamiSlowFood

Gurpi di renna, (foto SamiSlowFood)

Il Mercato Internazionale, situato tra il Lingotto Fiere e l’Oval, esporrà e venderà prodotti provenienti da Danimarca, Norvegia e Svezia. Dalla Danimarca il pluripremiato produttore di cioccolato Mikkel Friis-Holm. La Norvegia presenterà 4 dei Presìdi Slow Food: Jan Naerø rappresenta l’ultima azienda norvegese che utilizza ancora le tecniche artigianali di salatura e affumicatura dell’aringa affumicata e stagionata al sole; l’Associazione degli allevatori di pecore di Villsau presenterà la norvegese Villsau (pecora selvatica), una delle più antiche razze ovine ancora esistenti nel nord Europa; la cooperativa casearia di Undredal Stølsysteri produce l’Artisanal Sognefjord Geitost; Pultost Innlandet SA, sempre in collaborazione con i casari, produce l’interessante Hedmark and Oppland Counties Pultost, un formaggio acido e senza caglio prodotto esclusivamente con latte proveniente dalle aziende agricole dei produttori. Dall’ultima popolazione indigena svedese rimasta in Europa, i Sámi, due Presìdi della carne di renna, Suovas e Gurpi.

Piatti nordici autentici

Salone del Gusto Menchel-Pullinen,-foto-Coconut-street

Menchel Pullinen (foto: Coconut street)

Un’area del Mercato Internazionale sarà dedicata alle Cucine di Terra Madre, dove cuochi provenienti da quattro continenti prepareranno piatti autentici, utilizzando i prodotti dei loro paesi d’origine. Dai Paesi Nordici: Lo chef finlandese-filippino Menchel Pullinen servirà pane di segale finlandese e ceviche alla filippina; Dalla baia di Kuannit, nel sud della Groenlandia, Mikael Møller porterà in tavola merluzzo, bacche di paarnat ed erbe locali; I membri islandesi dell’Icelandic Chefs’ Alliance cucineranno insieme: Provate Gísli Matthías Auðunsson e Moran Euan; Le norvegesi Niel-Henning Nesje e Bjarte Finne riveleranno il potenziale culinario di una delle più antiche razze ovine scandinave, la Villsau (Presidio Slow Food).

I temi di confronto dei paesi nordici a Terra Madre

Salone del Gusto Salmone-di-Inari,-foto-Kultahovi-hotel

Salmone di Inari (foto: Kultahovi hotel)

Quest’anno, il cuore pulsante di Terra Madre Salone del Gusto sarà l’area tematica #foodforchange: Slow Food ha individuato cinque grandi temi (Slow Meat, Slow Fish, Semi, Cibo e salute, Api e insetti). Ecco l’elenco degli eventi e delle aree in cui sarà coinvolta la delegazione dei Paesi Nordici:
Slow Meat. Johan Widing, agricoltore agroecologico svedese, parteciperà al Terra Madre Forum Quality Farming – Pigs (22 settembre alle 16:00 – Torino Lingotto Fiere) dove si parlerà di benessere animale, come allevatore del maiale svedese Linderöd Pig. Come proprietario delle galline ovaiole che producono uova per il ristorante Noma di Copenhagen, parlerà anche delle uova al Forum Egg: quali scegliere e perché (24 settembre alle 11:00 – Torino Lingotto Fiere)

Salone del Gusto Sámi-Gurpi-di-renna,-foto-SlowFood

Sámi, Gurpi di renna (foto SlowFood)

Slow Fish. Membro dell’Icelandic Chefs’ Alliance e proprietario del ristorante di famiglia Slippurinn nell’arcipelago islandese, Gísli Matthías Auðunsson ospiterà il Laboratorio del Gusto. Un assaggio dell’Islanda: Pesca artigianale e cultura gastronomica (21 settembre alle 16:00 – Torino Lingotto Fiere).
Smørrebrød: il classico piatto danese composto da una fetta di pane di segale scuro imburrato, ha una gamma infinita di farciture. Insieme al Consigliere Internazionale dei Paesi Nordici, Katrine Klinken, il pubblico ne assaggerà alcuni al Taste Workshop Denmark: Smørrebrød che passione! (20 settembre alle 4:00 – Torino Lingotto Fiere).
Per la comunità danese dei pescatori e il Presidio Slow Food Thorupstrand’s, Hardy Jensen e Mathilde Höjrup Autzen presenteranno un interessante modello di gestione che ha attratto con successo i giovani verso la pesca sostenibile e su piccola scala nello Jutland settentrionale.

Salone del Gusto i-fratelli-Kaisu-&-Heikki-Nikula

I fratelli Kaisu Heikki e Nikula

I fratelli finlandesi  Heikki & Kaisu Nikula, titolari del più antico hotel della Lapponia del Nord, ad Inari, e membri della SnowChange Cooperative, parteciperanno al Terra Madre Forum Climate Change: Gli indigeni in pericolo (20 settembre alle 16:00 – Torino Lingotto Fiere).
Aud Slettehaug interverrà nel dibattito su una delle produzioni alimentari più dannose della Norvegia, il salmone d’allevamento, nel Terra Madre Forum Salmon Treated Like Chicken (20 settembre alle 14:00 – Torino Lingotto Fiere).

Terra Madre: cibo e salute

Salone del Gusto Sala-forum

Sala convegni

La delegazione finlandese porta Eija Tarkiainen e Anne Murto che forniranno conoscenze approfondite sulle proprietà spirituali e medicinali delle erbe selvatiche e dei funghi. Eija parla al Terra Madre Forum Food, Health and Spirituality (21 settembre alle 14.00 – Torino Lingotto Fiere) e Anne al Terra Madre Forum Foglie medicinali, erbe, alghe e funghi (24 settembre alle 14.00 – Torino Lingotto Fiere).
Oltre alle aree tematiche, Anders Westberg, imprenditore alimentare, agricoltore e sostenitore della permacultura svedese, parteciperà al Terra Madre Forum Short the Supply Chain (21 settembre alle 10:30 – Torino Lingotto Fiere) durante il quale il pubblico potrà ascoltare e discutere le sue esperienze nell’ambito dei sistemi agricoli di comunità, e in particolare del sistema finlandese REKO. La danese Tina Unger, agronomo che si occupa di produzione di cereali e birra all’Herslev Bryghus, parlerà delle ingiustizie nella catena alimentare al Terra Madre Forum From Field to restaurant, power to the women! (20 settembre alle 4:00 – Torino Lingotto Fiere).
L’Aud Slettehaug norvegese coprirà una parte talvolta dimenticata, ma molto interessante della gastronomia e della cultura alimentare norvegese nel Taste Workshop Raw-milk Norwegian cheeses, cider e kveik beer (23 settembre alle 15:00 – Torino Eataly). Durante la Cena La Nouvelle Vague islandese (23 settembre alle 8:30 – Torino Eataly) il pubblico potrà sperimentare un pasto islandese completo di Gísli Matthías Auðunsson.
In questa dodicesima edizione di Terra Madre, Torino sarà gremita di accademici provenienti da tutto il mondo, tra cui lo studioso norvegese e socio Slow Food Pål Drønen che ha creato il primo programma universitario dedicato alla gastronomia e alla cultura alimentare. I Laboratori del Gusto e le Scuole di Cucina sono eventi a pagamento, acquistabili online. I Forum tematici di Terra Madre sono aperti al pubblico fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Info: https://salonedelgusto.com/

Leggi anche:

Comacchio celebra la regina delle valli: l’anguilla

Francoforte riapre DomRömer il nuovo “antico cuore”

Castelli aperti al pubblico in Friuli Venezia Giulia

© RIPRODUZIONE RISERVATA