Martedì 20 Agosto 2019 - Anno XVII
Alghero vista da mare

Alghero vista da mare

Viaggio in Sardegna: ecco come risparmiare

Mare e montagna. Natura a tratti selvaggia. Tradizioni millenarie. La Sardegna è tutto questo. Come arrivarci e qualche suggerimento per risparmiare

rispsrmiare cagliari

Cagliari

La Sardegna è una di quelle regioni italiane che non hanno bisogno di presentazioni. Il territorio è equamente diviso tra mare e montagna, spazi selvaggi e luoghi che custodiscono tradizioni millenarie. Tra queste ultime l’enogastronomia classica e le rielaborazioni di tendenza. La Sardegna è l’isola del Mediterraneo occidentale che attira ogni anno migliaia di turisti provenienti dal Continente, come dicono i sardi, e non solo.

Seconda isola del Mediterraneo per estensione. Arrivarci è un po’ più complesso che raggiungere altre località in Italia potendo usare auto, treno, aereo. In Sardegna ci si arriva in aereo o via mare con navi traghetto. Per questo molti pensano che una vacanza da queste parti possa risultare troppo costosa. Niente affatto! La Sardegna e le isole dell’arcipelago sono meravigliose. In questo articolo suggeriamo qualche itinerario in Sardegna prestando particolare attenzione a come spendere il meno possibile, senza rinunciare ad una vacanza indimenticabile. Una piccola guida in cui mostrarvi cosa vedere e, soprattutto, come risparmiare tra una tappa e l’altra.

Come raggiungere la Sardegna

risparmiare sardegna

Calette e acque turchesi

Iniziamo dalle basi. Come risparmiare per raggiungere la Sardegna. Come anticipato la scelta si divide tra viaggio in aereo e viaggio in mare. Non è detto che la prima soluzione sia la più conveniente. Oggi tantissimi operatori mettono a disposizione traghetti a costo tutt’altro che elevato. Il traghetto, a differenza dell’aereo, offre la piacevole emozione della traversata sicuramente suggestiva. Non paragonabile a un viaggio tra le nuvole, certamente più veloce. Noi abbiamo osservato la proposta di traghetti.it, che permette di scegliere tra le migliori compagnie di navigazione italiane. Tra le varie citiamo BluNavy, Tirrenia, Grandi Navi Veloci e Sardinia Ferries, che rispettando i più elevati standard di comodità e di sicurezza. Con traghetti.it è possibile richiedere un preventivo gratuito e cucire la tratta in base alle proprie esigenze. Andando su https://www.traghetti.it/sardegna.htm è possibile richiedere una cabina extra ad uso esclusivo, da dedicare al relax, ma anche l’accesso di eventuali animali domestici a bordo.

Come risparmiare in viaggio

Vediamo ora come risparmiare una volta raggiunta la nostra isola. Non importa se vi trovate a Cagliari o ad Alghero, sulle spiagge di Porto Cervo o sulle vette del Supramonte. Arrivati ad un determinato momento della giornata, avrete voglia (se non addirittura necessità) di mangiare. Un ottimo modo per risparmiare consiste nell’acquistare cibo direttamente in supermercato o ai mercati. La Sardegna è ricchissima di materie prime e quasi tutte le sue località vi permetteranno di gustare frutta, verdura, carne, pesce e formaggi freschissimi ad un prezzo contenuto.

Alcune mete low cost

Fluminimaggiore Tempio di Antas

Fluminimaggiore, tempio di Antas

L’ultimo capitolo della nostra breve guida dedicata a come risparmiare in Sardegna si sofferma su alcune mete locali low cost. Località che non hanno niente da invidiare alle località più blasonate. Essendo meno note, risultano quindi più accessibili dal punto di vista economico. Se avete voglia di mare potreste dedicarvi alla scoperta della costa di San Vero Milis, oppure di Bosa Marina e Bosa Paese (soprattutto quest’ultima è una cittadina all’insegna dei prezzi contenuti). In alternativa suggeriamo Cabras, in provincia di Oristano, e la costa del Sinis tra archeologia e area marina protetta e dove il mare è semplicemente spettacolare. In molti lo paragonano a quello caraibico. Se invece avete in mente una meta all’insegna dell’arte e della cultura, vi suggeriamo Fluminimaggiore, un piccolo comune di circa 3.000 abitanti che sorge nella regione meridionale dell’Iglesiente. Fluminimaggiore è sede di siti archeologici, tra cui il tempio di Antas, e soprattutto di diverse miniere dismesse. Basta allontanarsi di pochi chilometri dal centro storico per imbattersi in cale, coste e spiagge tutte da scoprire.

Leggi anche:

Sardegna stellata: tour alla scoperta delle tradizioni e delle eccellenze gastronomiche

Le spiagge più belle della Sardegna

Escursioni via mare da Salerno: come organizzarsi

© RIPRODUZIONE RISERVATA