Mercoledì 20 Novembre 2019 - Anno XVII
Una moda eticamente responsabile

Una moda eticamente responsabile

Oggi siamo tutti più attenti all’ambiente e al futuro del pianeta. Soprattutto i più giovani. E’ giusto allora valorizzare i brand che scommettono e investono sulla sostenibilità.

Armata di Mare per la protezione dell’ambiente

plastica armata-di-mare-sArmata di Mare, con il supporto di KLM e Tritech, sta combattendo contro l’uso indiscriminato della plastica. Recuperarla e riutilizzarla è indispensabile. Armata di mare, attraverso la ‘revending plastic machine‘ la plastica delle bottiglie può rientrare nel ciclo produttivo la riutilizzata per produrre abbigliamento. Ecco dunque il motivo della scelta di Giorgio Passino, Alpinista estremo di fama internazionale e Guida Alpina di Courmayeur Mont Blanc, come testimonial del brand. E, con la nuova immagine, ecco le principali novità della nuova collezione AutunnoInverno 19/20.

Armata di Mare ha reinterpretato i capi classici imbottiti con termosaldatura al posto delle cuciture orizzontali in tessuto comfort con interni curati e personalizzati. Attenzione alle vestibilità comode, ai particolari brandizzati e allo studio delle fodere e delle tasche interne. I colori ‘a catena nera’, profilature interne con nastro millerighe e finta sotto la zip in neoprene taglio vivo, con stampe delle bandiere nautiche di Armata di Mare.
I capi Tecnici per spedizioni, con esclusiva imbottitura in Primaloft (imbottitura utilizzata dall’US Army,con alta capacità termica, minimo spessore ed elevata idrorepellenza) chiusure lampo spalmate waterproof, inserti in neoprene, polsini tecnici a guanti e bretelle interne logate. Utilizzo di materiali riciclati dalla plastica.
La nuova collezione prevede l’offerta di modelli per il tessuto bonded. Attuale e confortevole senza perdere la tecnicità di un tessuto con membrana interna. Waterproof e windstop. Dal sailor, alla fieldjacket, al giubbino lungo con cappuccio, al gilet con fodere personalizzate nei colori e nei trapunti.
www.armatadimare.it

Lumberjack: dettagli dal mondo della montagna

Lumberjack_ManIconico e seasonless lo scarponcino classico Lumberjack della Linea River Light. E’ stato aggiornato nei volumi e nella suola resa più leggera dagli inserti di Phylon e TR semitrasparente come battistrada.
Le caratteristiche vincenti hanno reso questo scarponcino must have sono conservate e amplificate dall’uso di pellami pregiati come il Nubuk e dalla vera pelle nella fodera e nel sottopiede. Dettagli traslati dal mondo della montagna – come i ganci e i lacci in stile trekking – rendono il modello unico nel suo genere.

Fjällräven presenta la collezione Re-Wool

plastica Fjillraven-Lana-riciclataL’azienda svedese di abbigliamento outdoor estende il proprio utilizzo di materiali riciclati ed ecologici e presenta la nuova collezione Re-Wool in lana riciclata prodotta in Italia. Sempre alla ricerca di nuove strade per ridurre l’impatto ambientale dei propri prodotti, Fjällräven ha deciso di estendere l’utilizzo della lana riciclata alla nuova collezione autunno/inverno 2019.
Nota come Re-Wool, questa lana proviene da fonti pre-e post-consumo di tutto il mondo. È composta da vecchi capi di abbigliamento o avanzi di produzione dell’industria laniera che altrimenti verrebbero buttati via. Una volta raccolta, viene suddivisa per colore, poi sminuzzata, quindi filata nuovamente per creare nuovi capi.

“Cerchiamo di usare materiali riciclati ovunque sia possibile,” spiega Christiane Dolva, Sustainability Manager di Fjällräven. “Lo facciamo perché usando materiali pre-esistenti risparmiamo in termini di energia e risorse, piuttosto che usare più energia per estrarre nuove materie prime. La lana è un materiale formidabile: è impensabile buttarla via. Crediamo che la nostra Re-Wool sia una buona alternativa alla lana vergine, perché sfrutta materiale che altrimenti sarebbe sprecato.”
www.fjallraven.com

neubau eyewear: occhiali all’olio di ricino

plastica neubau-T055_Adam_olive_matte_goldPer gli studenti che “bigiano”? No, per la sostenibilità e il futuro! neubau eyewear, brand giovane del gruppo austriaco Silhouette, utilizza con successo fin dal suo debutto il nuovo polimero sostenibile NaturalPX brevetto esclusivo ottenuto per il 65% da olio di semi di ricino, un materiale completamente riciclabile. Oltre ai materiali si aggiunge anche un nuovo criterio di lavorazione: le montature sono realizzate a iniezione oppure con la stampa 3D. In questo modo non ci sono sprechi: il materiale si adatta esattamente alla forma di montatura progettata.

L’uso consapevole delle risorse e il mantenimento di una filiera produttiva corta e concentrata in Austria è al centro degli obiettivi del brand. Questo approccio non riguarda solo il materiale delle montature, ma include aspetti come il packaging e i materiali espositivi per il punto vendita. neubau eyewear supporta inoltre progetti no-profit che hanno come obiettivo il reinserimento di spazi naturali negli ambienti urbani. Il modello “Adam” di neubau eyewear è rappresentativo dei modelli realizzati con NaturalPX, declinato nell’evocativa colorazione “olive matte gold”.
https://neubau-eyewear.com

Leggi anche:

Naturalezza innanzitutto!

Capi sportivi eleganti e rock-chic

Zaini, occhiali, t-shirt, sneaker proiettati al futuro

© RIPRODUZIONE RISERVATA