Domenica 20 Settembre 2020 - Anno XVIII
Isole Faroe, verdi scogliere rocciose (credit Sebastien Mas )

Isole Faroe, verdi scogliere rocciose (credit Sebastien Mas )

Isole Faroe: vacanze all’insegna della natura

Paesaggi fantastici nell’arcipelago delle Faroe con montagne e scogliere a picco sul mare. 18 isole incontaminate ancora poco conosciute. Escursionismo, pesca, immersioni, vela. Calendario eventi di musica, arte e gastronomia

VisitFaroeIslands_Alessio-Mesiano

Le pecore parte integrante del paesaggio (credit Alessio Mesiano)

Le isole Faroe sono un arcipelago di 18 isole nell’oceano Atlantico del Nord tra l’Islanda e la Norvegia. Un paradiso ancora incontaminato che fa parte del Regno di Danimarca. La natura mostra paesaggi unici con montagne e scogliere a picco sul mare. Le isole Faroe assomigliano a schegge di roccia conficcate nell’Oceano Atlantico. Molto pittoreschi sono i villaggi di pescatori e le ampie vallate dove pascolano greggi di pecore. Gli abitanti, poco più di 53mila abitanti su una superficie di 1369 km quadrati, sono molto ospitali.

isole Faroe @romempix-(13)

Trekking in solitaria

Se amate la natura, l’escursionismo, la pesca, le immersioni, la vela, la prossima primavera-estate dovete programmare un viaggio alle isole Faroe. La tarda primavera e l’estate sono sulla carta le stagioni migliori per partire per le Faroe. In realtà le isole riservano sorprese anche fuori stagione. Non manca l’offerta culturale e artistica della capitale, le esperienze culinarie locali e la natura. Il clima qui è imprevedibile e variabile. A detta dei faroesi, può capitare che in un giorno si palesino anche tutte e 4 le stagioni.

Isole Faroe: immersi nella natura incontaminata 

Faroe AMP_8697

Il faro e le scogliere (credit Alessio Mesiano)

Pur essendo piccole, le isole Faroe sono ideali per escursioni e gite: dai vecchi sentieri che collegano i piccoli villaggi ai percorsi di montagna con vista sull’oceano. Durante il tragitto sarete accompagnati dal canto degli uccelli. In estate si registrato un totale di 305 specie di cui un centinaio sono migratori abituali del Nord Atlantico. Una bella esperienza di birdwatching.
Escursione spettacolari sono le alte scogliere di Djupini, la zona di Akraberg (isola di Suðuroy) con il famoso faro sulla punta più a sud. E anche l’isola di Stóra Dímun dove abitata da una sola famiglia: occasione unica per scoprire da vicino la vita faroese.

In bicicletta e a cavallo

faroe _DSC1137

Isole Faroe (credit Dominic Breitbarth)

Le Isole Faroe si possono esplorare anche in bicicletta e a cavallo. La bellezza naturale delle isole si può ammirare da strade, montagne e valli. L’infrastruttura è eccellente. Tutte le isole sono accessibili tramite tunnel sottomarini, ponti o traghetti. Il basso volume di traffico sulla maggior parte delle strade, rende l’andare in bicicletta un’esperienza piacevolissima. Un altro mezzo che consente una piacevole immersione nella natura faroese è il cavallo. Berg Hestar (cavalli islandesi) e Davidsen Hestar (cavalli faroesi e islandesi) consentono in questa singolare esperienza.

La capitale più piccola al mondo

Tórshavn-la-piccola-capitale

Tórshavn la piccola capitale

Tórshavn è una delle più piccole capitali del mondo. Ma al suo interno non manca nulla. Vi sono hotel a 4 stelle e negozi di design locale. Ottimi anche i ristoranti che servono cibo a base di prodotti tipici. E anche l’aspetto culturale e musicale non è trascurata. Interessante è la parte vecchia della città, Reyni, con le caratteristiche casette costruite in legno e con i tetti d’erba. Chi è interessato all’arte può visitare il museo Listaskalin, che ospita mostre permanenti e arte faroese contemporanea. Da visitare anche la Casa Nordica, il centro culturale dedicato all’intera Scandinavia. Alla Casa Nordica si tengono concerti, spettacoli e mostre temporanee di pittura.

Particolare il soggiorno al boutique Hotel Havgrím,  L’albergo è ricavato all’interno di un’antica dimora che si affaccia sull’oceano. Le sue camere sono progettate ispirandosi al fiordo: i colori ricordano i prati, il cielo cangiante e tutti i colori del mare calmo e burrascoso.

Info: www.visitfaroeislands.com


Calendario eventi primavera estate

@romempix-(26)In primavera e in estate, le isole si animano di eventi e festival di ogni genere, dalla musica alla cultura, passando ovviamente per la gastronomia.

Knitting Festival Fuglafjørður 23 – 25 aprile. Gli appassionati di maglia di tutto il modo si riuniscono a Fuglafjørður per il Knitting Festival. Conferenze e musica dal vivo per vivere un’esperienza faroese autentica. I lavori a maglia delle Isole Fær Øer sono tra i migliori al mondo. Si utilizza la lana delle pecore faroesi (ben 80.000 vivono nelle isole) seguendo tradizioni tramandati di generazione.

Seafood Festival Tórshavn 2 maggio. Una particolare esperienza culinaria per gente del posto e turisti che potranno degustare aragoste, gamberi, sgombri e smerigli cucinati in tanti modi diversi.

Húsagongd Sandavágur 2 maggio. Sempre il 2 maggio da non perdere Húsagongd, una serie di concerti unplugged in case private.

Notte della Cultura Tórshavn 5 giugno. Il primo venerdì di giugno si tiene la Notte della Cultura a Tórshavn. Eventi culturali, iniziative nei negozi e ristoranti, eventi speciali nei musei e alla Casa Nordica.

G-Festival Gøta 16 – 18 luglio. Il G-Festival nel villaggio di Gøta la musica locale incontra quella internazionale più stravagante.

Ólavsøka (Saint Ólaf’s Day) 28 – 29 luglio. La Ólavsøka celebra la cultura faroese con una festa che coinvolge locali e visitatori in eventi sportivi, musicali e culturali.

Summer Festival Klaksvik 6 – 8 agosto. Il pop internazionale incontra il folk locale.

Átjan Wild Islands Streymoy 2 – 6 settembre. Esperienza running con percorsi brevi (10 e 44 km), e l’UltraTrail Faroe Islands™ di 60 km. Il percorso attraversa le sette cime di una delle regioni montuose e più accidentate delle Faroe. Segue antichi sentieri e aree irregolari che metteranno a dura prova i partecipanti più coraggiosi.

Leggi anche:

Fate vela verso il risparmio!

Motor Valley Fest 2020: motori, innovazione, cibo, cultura

Albarella, vacanza nella natura

© RIPRODUZIONE RISERVATA