Mercoledì 17 Aprile 2024 - Anno XXII

Presepi nelle Terre di Pisa

terre di Pisa presepi Presepe di San Romano

I presepi in Italia sono una tradizione diffusa in ricordo della Natività. Nel 1223 a Greccio il primo presepe vivente per rievocare la nascita di Gesù fu realizzato da Francesco, il poverello d’Assisi. Ecco i presepi artistici nella Terre di Pisa.

presepi Cigoli presepe
Cigoli

Nella notte di Natale del 1223 Francesco, il poverello di Assisi, realizzò a Greccio (RI) il presepe per rievocare la nascita di Gesù. La rappresentazione creata in una stalla con la sola presenza di un bue e un asinello, voleva ricordare ai meno abbienti il miracolo di Betlemme. Questa rievocazione è considerata la nascita del Presepe così come lo conosciamo oggi. Nel corso dei secoli questa tradizione assunse aspetti diversi. Ha infatti rappresentato, in un primo momento, oggetto di lusso nelle case degli aristocratici per poi divenire di uso comune nelle abitazioni popolari.

Da quel primo Presepe Vivente che creò San Francesco d’Assisi si giunse alla realizzazione di scenografie casalinghe laddove l’ambientazione generale ricordava più i costumi regionali; naturalmente meno aderenti all’epoca e ai luoghi della Natività.

Terre di Pisa: produzioni artigianali

Presepe a CalciAnche nella provincia pisana la creazione di presepi artistici è molto diffusa. Ogni comune, per differenziarsi dagli altri, ha creato delle proprie produzioni sempre a carattere artigianale. Così che a Calci troveremo un magnifico Presepe nel quale i numerosi personaggi inseriti nella scenografia pare abbiano vita propria. Altro esempio, già insolito nel suo nome, è il Presepe che cresce, installato nella chiesa di Nicosia, dove ogni anno accresce le sue proporzioni. A San Giovanni alla Vena ancora una curiosità col Presepe dell’Angelo intagliato a mano su frammenti di ulivo da un artista locale.

Ma sono tanti i comuni in cui si ricorda l’evento natalizio come San Romano, forse il più grande; Cigoli, con la sua ambientazione palestinese, o il paese di Marti in cui tutte le stradine del borgo antico ricordano la storia della nascita di Gesù.

LEGGI ANCHE  Splendori sacri in terra di Calabria

I presepi viventi

Vico Pisano Presepe dell Angelo
Vico Pisano, presepe dell’Angelo

Non mancano i Presepi viventi come quello di Montefoscoli, messo in scena nei locali del Museo della Civiltà Contadina, o come quelli di Casciana Terme, Castelfranco di Sotto, San Miniato basso, San Piero a Grado e Badia San Savino. Siamo di fronte ad una vasta e forse difficile scelta ma, ulteriori motivi di interesse relativi alla storia delle comunità o alle loro tradizioni, potrebbero farci individuare il percorso più consono da scegliere.

Certosa di Calci
Certosa di Calci

Calci, ad esempio, è famoso per la Certosa Monumentale e il Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa, mentre il borgo medievale di Vicopisano, dominato dalla Rocca del Brunelleschi, vanta ben tredici case torri. Non mancano i riferimenti gastronomici per San Giovanni alla Vena, paese posto lungo la Strada dell’Olio dei Monti Pisani, dove non è difficile acquistare il pregiato olio extravergine di oliva dai frantoi e aziende agricole locali. In definitiva la visita ai Presepi nelle Terre di Pisa può rappresentare un’ottima occasione per approfondire la conoscenza di questi territori.

Info: www.terredipisa.it

Leggi anche:

Al concerto di Santo Stefano a Montanaro si ascolterà il verso degli uccelli

Cosa regalare a Natale?

Auto e design: anniversario speciale a Torino

Condividi sui social:

Lascia un commento